Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 94

Trieste Verde. Cambia Sindaco e cambia Logo.

» Inviato da valmaura il 15 August, 2021 alle 3:40 pm

Ieri affollato incontro conferenza stampa di presentazione, oltre del programma che esce dalle esperienze concrete sul nostro territorio da 40 anni esatti di impegno del Circolo Miani, e che abbiamo pubblicato su queste nostre pagine, del Candidato Sindaco, Aurora Marconi e del nuovo Logo che rappresenterà sulla scheda elettorale Trieste Verde.

Come tutti oramai sapranno le improvvide quanto arroganti dichiarazioni, fatte in casa Danieli a Buttrio, per questa politica omaggiare i “padroni” è sempre atto dovuto, e ripetute a Trieste in occasione del G20 dal leghista lombardo Giorgetti, Ministro per lo Sviluppo Economico (MISE), hanno imposto una risposta forte ed adeguata, quanto superiore per competenze e conoscenze, e pertanto Maurizio Fogar, ha accolto i pressanti inviti della Lista civica Muggia ed ha rinunciato alla candidatura a Trieste optando per Muggia.

E' qui infatti che corre la “prima linea” del nuovo fronte di una battaglia non voluta, non cercata e non gradita dai Muggesani, e che ha pesanti conseguenze anche per Dolina e Trieste: il rifiuto di questo progetto inesistente ma fortemente appoggiato da Affari&Politica della nuova mega Acciaieria a Noghere-Aquilinia (“Un fiore all'occhiello di Trieste”: lo ha definito Giorgetti), collegata ai rischi enormi (per balneazione, pesca e miticoltura) della questione Dragaggi, tre, che dallo Scalo Legnami arriveranno fino al Rio Ospo, operando sui 1200 ettari di fondali inquinati di fanghi tossici stratificati come individuati ed analizzati dal Ministero dell'Ambiente, quando ancora esisteva.

Di conseguenza è stato naturale per Trieste Verde scegliere di adottare lo stesso Logo della Lista civica Muggia creata per volontà e votazione di centinaia di Muggesani in piazza: un albero verde stilizzato dalle forti radici con la scritta Trieste al centro (lo vedete nella foto), gemello di quello di Muggia.

Un segnale importante da dare all'opinione pubblica dell'intera provincia per significare l'importanza di questa emergenza che, se non fermata, ipotecherà il futuro anche personale e lavorativo dei cittadini di Trieste e provincia a partire ovviamente da Muggia e Dolina, condizionando pesantemente il futuro della nostra terra.

Solo estendendo la solidarietà verso i cittadini della civica Muggia e coinvolgendo ampiamente l'opinione pubblica di Trieste e dell'intera provincia in questa emergenza si può concretamente sperare di batterla: circoscrivere la questione, magari per particolarismo egoistico, alla sola Muggia, o peggio a Noghere, Santa Barbara ed Aquilinia, significa andare incontro ad una disastrosa sconfitta. E questo deve essere ben chiaro a tutti!

Poi ovviamente per Trieste il Manifesto per la Città che ripubblicheremo nei suoi dieci punti su queste nostre pagine e che tanta condivisione ha finora ottenuto dai nostri lettori significherà il valore di una scelta elettorale a favore di Trieste Verde, ma non solo, che si vota ogni cinque anni ma i problemi esistono ogni giorno e rendono sempre meno sostenibile il nostro presente.

Per cui vi chiedo di appoggiare in ogni modo possibile Trieste Verde in queste elezioni che per altro offrono una desolante passerella propagandistica dove tutte le altre sigle sono di fatto sovrapponibili.

Distinti e distanti, quanto diversi moralmente è la sintesi del nostro impegno.

Maurizio Fogar.

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/a.1497907753813521/3154125131525100




Ultime sulla nuova Acciaieria di Muggia (Noghere-Aquilinia)

» Inviato da valmaura il 14 August, 2021 alle 3:48 pm

E non sono per nulla buone. Come ha cercato di spiegare Maurizio Fogar, martedì scorso in piazza della Repubblica, interrotto costantemente da un brusio di sottofondo di un gruppetto di provocatori capitanati dalla fino a ieri “pro” ora “anti” Tarlao, evidentemente sostenitori del Laminatoio a Caldo. Che neppure una claque pagata da Danieli e Metinvest avrebbe fatto di meglio.

Ora quello che accade nel Laminatoio gemello, sempre Danieli e Metinvest, di San Giorgio di Nogaro è facile ipotizzare avverrà qui a Muggia. E Fogar lo ha spiegato essendo stranamente l'unico che tra stampa e politicanti è andato a vedersi la situazione, leggendosi pure la centinaia di pagine della scheda tecnica dell'AIA regionale. E soprattutto avendo la capacità di capirle.

Inquinamento acustico. La proprietà indicava un massimo di 60 Decibel sulle 24ore e la Regione ha innalzato d'ufficio il valore a 70, che è il massimo consentito per una zona esclusivamente industriale, ovvero senza case e attività commerciali entro il limite di un chilometro in linea d'aria dal recinto dello stabilimento.

Qui a Muggia è bene ricordare che per lo stesso impianto annunciato Danieli e Metinvest hanno dichiarato l'emissione di 55 Decibel ma in una zona mista (ovvero residenziale, commerciale, industriale) che poi sarebbe il valore massimo consentito per legge.

Emissioni dei forni funzionanti a Gas Metano di riscaldamento delle lamine d'acciaio: nell'impianto in funzione da qualche anno a San Giorgio non esiste alcun filtro od abbattitore e captatore delle stesse ai camini. Ergo tonnellate di metri cubi di Co2, Anidride Carbonica, quella che causa l'effetto Serra e l'emergenza climatica innalzando la temperatura, si riversano ogni giorno nell'aria.

Stessa cosa riguarda i forni della nuova Acciaieria alle Noghere.

Ciclo produttivo del Laminatoio di San Giorgio. Esso contempla due reparti: uno di smerigliatura ed un secondo di verniciatura, i cui camini emettono nell'aria tonnellate di So e No, ovvero ossidi di zolfo Sox e di Azoto Nox, inquinantissimi e dannosi per la salute. Tanto che la Regione ha aperto un contenzioso tecnico riservandosi il rilascio delle autorizzazioni all'attuazione da parte della proprietà delle prescrizioni tecniche inviate.

Facilmente prevedibile che il nuovo impianto a “ciclo completo” preveda anche per lo stabilimento di Muggia le stesse caratteristiche produttive.

Smaltimento dei rifiuti e degli scarti di lavorazione: per i fanghi derivanti dal sistema di raffreddamento ad acqua, migliaia di tonnellate, deposito a cumulo all'aperto nel recinto dello stabilimento, idem dicasi per le migliaia di tonnellate di “scaglie” residuo della granigliatura e smerigliatura delle lastre d'acciaio lavorate, depositate sempre in cumuli all'aperto.

Questo succede a San Giorgio e questo accadrà a Muggia.

Tutto questo e tanto altro Fogar ha spiegato ai presenti sopportando il disturbo, sotto gli occhi della inane Polizia presente, dei fan di Danieli-Metinvest che cercavano di impedire ai tanti convenuti di ascoltare.

Ora questi comportamenti provocatori a vantaggio di chi vanno?

Di chi si batte da mesi per informare i Triestini, Muggesani e Dolinesi di questi accadimenti e cerca di rispettare la volontà votata da centinaia di persone domenica 27 giugno nell'assemblea ai Giardini Europa di costruire la Lista civica Muggia per fermare lo sciagurato progetto, o di chi lavora, con l'appoggio del piccolo giornale, a boicottare l'iniziativa e dividere l'opinione pubblica muggesana a tutto favore di Danieli-Metinvest e dei politici a traino?

Pensate che martedì qualcuno di questi esagitati ha pure confermato le “cronache” del piccolo giornale che a Muggia, Aquilinia, Noghere, che definiva i partecipanti alle assemblee come pochi. Insomma come nella barzelletta dove il marito cornuto, qui diciamo “becco”, si evira per fare dispetto alla moglie fedifraga.

Intelligenti nevvero?

Teodor.




Fa caldo a Trieste?

» Inviato da valmaura il 12 August, 2021 alle 4:49 pm

 

Non preoccupatevi, ci pensano i tagliaboschi comunali: in via Marchesetti alta.

A proposito, chi vuole rendersi utile può passare domani, sabato 14 agosto, alle ore 11 nella sede del Circolo Miani in via Valmaura 77 a Trieste.

Post scriptum: ci manca una decina di candidati per ultimare le 120 candidature per i Consigli Circoscrizionali, fatevi avanti e non siate timidi.

 

 




Dichiarazione di Maurizio Fogar.

» Inviato da valmaura il 11 August, 2021 alle 1:15 pm

“In 40 anni di disonorato mestiere di giornalista, che appunto nel nostro Paese è una delle professioni giustamente più screditate e nelle statistiche si contende l'ultimo posto al pari dei politici, non ho mai assistito ad una prevenuta faziosità e ad una mancanza di un minimo di informazione, ad un torto così pacchiano verso i sempre meno lettori acquirenti del giornale, come nel caso degli scritti del collaboratore locale di Muggia del piccolo giornale inerenti le iniziative promosse in questi mesi contro il Laminatoio a caldo e la questione dragaggi, fino alle più recenti che riguardano la Lista civica Muggia.
Una situazione talmente macroscopica che danneggia non me o i cittadini, e sono tanti, che hanno dato vita alla Lista civica Muggia ma la residua credibilità del foglio per cui scrive.
Come la sua ultima “cronaca” ha dimostrato egli gioca da ultras a favore di determinati, largamente minoritari, settori della politica partitica muggesana.
Nel condividere appieno la cronistoria pubblicata una settimana or sono dal nostro Teodor su queste pagine che riporta fedelmente gli accadimenti che lo riguardano, ricordi solo il piccolo giornale, a cui costui collabora, che la nostra forza risiede nella possibilità ampiamente esercitata in passato, a Trieste per la vicenda Ferriera, e più recentemente a Muggia di raggiungere personalmente casa per casa gli oltre seimila nuclei familiari quivi residenti, e dunque provvederemo ad informare, noi, i Muggesani di tutto.
Un'ultima considerazione riguarda poi questi “terzo o penta polisti”, nei loro scritti e nei loro atti risalta agli occhi che il loro totale impegno non è combattere lo sciagurato progetto del Laminatoio o i dragaggi, no, impiegano le loro residuali forze unicamente ad attaccare ed indebolire la Lista civica Muggia e la mia persona. E forse qualcuno dovrebbe finalmente porsi la domanda del perchè lo fanno, ed a che prò.
Appare per altro pacifico ed assodato che nulla conoscono sulle problematiche tecniche ed amministrative che tanto peso hanno oggi ed ancora maggiore avranno nell'evolversi della vicenda, mentre tutto paiono sapere sulla tecnica diffamatoria.
Essi incoscientemente, ma oramai consapevolmente, mettono a repentaglio questa fondamentale battaglia spalancando le porte alla realizzazione di un progetto che ipotecherà per sempre la vita ed il futuro di Muggia”.



Chi lavora per il Re di Prussia, ovvero Buttrio e Kiev.

» Inviato da valmaura il 11 August, 2021 alle 1:13 pm

I “pro” Laminatoio a Caldo e dragaggi.
 
“Attimi di tensione nel pomeriggio di ieri in piazza della Repubblica a Muggia. Motivo scatenante l'incontro promosso dal Circolo Miani e da una parte (veramente la stragrande maggioranza dell'iniziale Comitato) del Comitato Noghere rimasta solidale al leader (veramente per rispetto alle centinaia di cittadini che in piazza hanno votato la costituzione della Lista civica, ma questo per gli “inviati” da Muggia è particolare che non fa testo) del circolo, Maurizio Fogar, per illustrare il programma e i candidati della lista civica "Muggia" che vede come candidato sindaco proprio Fogar.”
Dunque una regolare manifestazione di apertura della campagna elettorale sarebbe per il freelance del piccolo giornale “motivo scatenante di attimi di tensione” ad opera di qualche intemperanza, tutto sommato civile, di uno sparutissimo gruppetto di persone capitanate dalla Tarlao, che nel “fedele” resoconto sul piccolo giornale ottiene più spazio di Fogar, come le manie di rappresentanza di un Comitato, e perchè non di Napoleone Bonaparte, e come il barista del bar Sara per altro chiuso: ma cosa non si fa per sputtanare, senza raccontare nulla di quanto discusso in piazza ovviamente in nome dell'etica e della deontologia professionale.
Ma veniamo a noi.
Ieri nell'incontro con i cittadini in piazza Repubblica, sferzata da Lucifero, Maurizio Fogar, candidato Sindaco della Lista civica Muggia, sorta per voto assembleare di centinaia di Muggesani, ha informato sugli sviluppi della questione Laminatoio e del rischio Dragaggi, ambedue questioni che impattano direttamente Muggia ma coinvolgono sia Dolina che Trieste.
A breve inizieranno le campagne informative ai cittadini e gli incontri sul territorio.
Ma ieri è apparso confermato e chiaro il ruolo svolto in questa vicenda dal piccolo giornale e da una raffazzonata sommatoria di listerelle che mette assieme la tradizionale partitocrazia, con rappresentanti dell'infausto periodo di Tangentopoli, che più che questione giudiziaria e anzitutto questione di etica e moralità, di sigle fantasma assenti dal territorio da oltre quindici anni, raggruppamenti familiari ed un manipolo minoritario di persone che usano impropriamente il nome di Comitato Noghere.
Ma iniziamo dal comportamento della stampa.
Non è un segreto per nessuno che il piccolo giornale, come del resto quasi tutto il mondo, con l'unica lodevole eccezione del Fatto Quotidiano, dei quotidiani italiani, proprietà del Gruppo Fiat oggi cambiato nel nome, sopravviva non certamente con le vendite in caduta libera da anni, ma con la pubblicità e con gli aiuti governativi della legge sull'editoria, contro la quale Beppe Grillo organizzò il suo secondo Vaffa-Day, ma per quel che resta dei grillini locali non conta nulla.
In Regione i gruppi che investono in pubblicità diretta ed indiretta, oltre a quella istituzionale degli enti pubblici: Regione, Camere di Commercio, ecc, sono sostanzialmente due: Fincantieri, con il presidente degli industriali regionali, e Danieli con la presidente degli industriali friulani.
Dunque è naturale che piccolo giornale e Messaggero Veneto, stessa proprietà e stesso direttore, diano voce agli interessi economici dei loro sponsor. Talvolta lo fanno con garbo diplomatico ed altre volte, come nel caso di Muggia, scendendo direttamente in campo come tifosi da curva della nuova Acciaieria che vede proprio il gruppo Danieli tra gli attuatori.
Ed è quello che da tempo si legge nella pagina di cronaca locale che comprende Muggia: spazi a tutti coloro che nella sostanza sono favorevoli al progetto del nuovo Laminatoio a Caldo alle Noghere, e uso di questa novella Armata Brancaleone della politica locale per colpire ed indebolire il grande movimento dell'opinione pubblica muggesana sorto attorno alle inchieste ed alle informazioni diffuse dal Circolo Miani: tutti gli altri compresi gli “anti” dell'ultima ora elettorale fino ai primi di giugno, nulla sapevano ed erano “pro” il progetto che secondo loro “creava una importante opportunità” per il territorio. Essi si offrono come naturale ed inatteso strumento di questa campagna “informativa” che il piccolo giornale porta avanti per gli interessi che rappresenta.
E qui sorge spontanea una domanda sulle capacità e competenze dei 20 consiglieri comunali, oltre i sette della Giunta comunale, e sulla professionalità di chi pretende di rappresentare l'informazione locale.
Come mai da febbraio a questa parte nulla hanno fatto per informarsi, per denunciare lo scandalo di una delibera della Giunta Marzi che dava il via libera ad un Protocollo regionale firmato a scatola chiusa, ovvero in assenza di uno straccio di progetto, e che sosteneva che declassare, svalutandone di due terzi il valore a metro quadro, gli ulteriori 226mila metri quadri dell'area Noghere, da commerciale ad industriale, indispensabili per la realizzazione della nuova Acciaieria, non comportava alcun danno al patrimonio finanziario del Comune.
Perchè nessuno di loro, politici e stampa, non ha pensato mai di andarsi a vedere le schede tecniche dell'AIA concessa, con molte difficoltà e con parametri di impatto ambientale elevatissimi, al Laminatoio a Caldo gemello, sempre Danieli e Metinvest, operante da tempo in Regione a San Giorgio di Nogaro, dove è addirittura dovuto intervenire il Prefetto con una straordinaria ordinanza per porre limite all'ininterrotto traffico di Tir da e per il Laminatoio?
Se è questa l'informazione che si spaccia da queste parti e questa la competenza e capacità degli attuali politici, a proposito comicamente ieri è apparsa in piazza la Tarlao, che dopo aver seguito da dietro le siepi gli incontri precedenti da noi organizzati ai Giardini Europa, stavolta si è messa sull'attenti ed ha gridato “presente”, fuggendo subito quando Maurizio Fogar la ha, tra le ilarità dei presenti, amabilmente invitata ad “offrirgli un caffè”.
Ecco forse i cittadini di Muggia avrebbero preferito e meritato che lei come gli altri 19 consiglieri comunali fossero stati “presenti” ed attivi, e non silenti e passivamente favorevoli, sulla vicenda Laminatoio e dragaggi in questi lunghi mesi, a tutela del mandato affidato loro dalla comunità cinque anni or sono.
Ultima considerazione: spaventa l'abisso di ignoranza e di incompetenza sulle questioni tecniche che ineriscono il nuovo progetto industriale e la questione dragaggi, che andranno ad ipotecare per sempre il futuro di queste nostre terre, non solo di Muggia, di questi “oppositori di sua maestà” e del “giornalismo” domacio. E va riconosciuto che la indiscussa forza di Fogar e della Lista civica Muggia, consiste anche in questo: un bagaglio di conoscenze ed esperienze maturate anche in 22 anni di impegno su Ferriera, Italcementi, Siot, Sertubi, che nessun altro in Regione possiede e che sono garanzia fondamentale nello scontro in corso.
Dunque l'incontro si è chiuso con l'annuncio che la Lista civica Muggia non corre per qualche posticino in Consiglio comunale, per conservare il quale i “pro” si sono scoperti gli “anti” dell'ultima ora, ma per vincere, non esiste altra possibilità, ed eleggere sindaco e soprattutto i dodici consiglieri determinati a non votare la variante del Piano regolatore Noghere-Aquilinia, mettendo la parola fine a questo insensato progetto, ed a vigilare passo a passo sulla questione dragaggi, oltre naturalmente ad amministrare il Comune risolvendo alcune emergenze da troppo tempo senza risposta.
Teodor




« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Pagina 246Pagina 247Pagina 248Pagina 249Pagina 250Pagina 251Pagina 252Pagina 253Pagina 254Pagina 255Pagina 256Pagina 257Pagina 258Pagina 259Pagina 260Pagina 261Pagina 262Pagina 263Pagina 264Pagina 265Pagina 266Pagina 267Pagina 268Pagina 269Pagina 270Pagina 271Pagina 272Pagina 273Pagina 274Pagina 275Pagina 276Pagina 277Pagina 278Pagina 279Pagina 280Pagina 281Pagina 282Pagina 283Pagina 284Pagina 285Pagina 286Pagina 287Pagina 288Pagina 289Pagina 290Pagina 291Pagina 292Pagina 293Pagina 294Pagina 295Pagina 296Pagina 297Pagina 298Pagina 299Pagina 300Pagina 301Pagina 302Pagina 303Pagina 304Pagina 305Pagina 306Pagina 307Pagina 308Pagina 309Pagina 310Pagina 311Pagina 312Pagina 313Pagina 314Pagina 315Pagina 316Pagina 317Pagina 318Pagina 319Pagina 320Pagina 321Pagina 322Pagina 323Pagina 324Pagina 325Pagina 326Pagina 327Pagina 328Pagina 329Pagina 330Pagina 331Pagina 332Pagina 333Pagina 334Pagina 335Pagina 336Pagina 337Pagina 338Pagina 339Pagina 340Pagina 341Pagina 342Pagina 343Pagina 344Pagina 345Pagina 346Pagina 347Pagina 348Pagina 349Pagina 350Pagina 351Pagina 352Pagina 353Pagina 354Pagina 355Pagina 356Pagina 357Pagina 358Pagina 359Pagina 360Pagina 361Pagina 362Pagina 363Pagina 364Pagina 365Pagina 366Pagina 367Pagina 368Pagina 369Pagina 370Pagina 371Pagina 372Pagina 373Pagina 374Pagina 375Pagina 376Pagina 377Pagina 378Pagina 379Pagina 380Pagina 381Pagina 382Pagina 383Pagina 384Pagina 385Pagina 386Pagina 387Pagina 388Pagina 389Pagina 390Pagina 391Pagina 392Pagina 393Pagina 394Pagina 395Pagina 396Pagina 397Pagina 398Pagina 399Pagina 400Pagina 401Pagina 402Pagina 403Pagina 404Pagina 405Pagina 406Pagina 407Pagina 408Pagina 409Pagina 410Pagina 411Pagina 412Pagina 413Pagina 414Pagina 415Pagina 416Pagina 417Pagina 418Pagina 419Pagina 420Pagina 421Pagina 422Pagina 423Pagina 424Pagina 425Pagina 426Pagina 427Pagina 428Pagina 429Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 22 February, 2024 - 6:25 pm - Visitatori Totali Nr.