"L'Eco della serva"

 

Fatti e misfatti della settimana

 

 

 

 

 

Ferriera. Come distruggere il CRO


Francamente è incredibile come si scelga di distruggere reputazione e credibilità del CRO (centro regionale oncologico) con una “ricerca” che di scientifico ha poco o nulla pur di sostenere politicamente una Regione e dare fiato ad una stampa che la credibilità l’ha già persa da quasi venti anni, assieme a gran parte dei lettori. Il titolo è sui “Servolani”, che notoriamente fumano più dei “turchi”, ma l’obbiettivo vero è tirare la volata alla candidata Sara Vito, assessore all’ambiente regionale, a Gorizia, sulla questione di Monfalcone (Centrale a carbone A2A).
Un consiglio. Perché non trasferire il CRO nei quartieri di Valmaura, Servola, Monte San Pantaleone (per esempio nell’area del vecchio inceneritore tra pantegane e diossine) o Chiarbola, ma anche Muggia va bene, o nell’area della Sertubi ai Campi Elisi. Ne guadagnerebbe in centralità e soprattutto in salute. E gli uffici della Sara Vito li piazziamo nel complesso detto “il Serpentone” di Valmaura.
Ai triestini suggeriamo invece di optare per qualche altro istituto di ricerca e cura oncologica nel caso soffrano di “un brutto male”.

 


Clicca qui per vedere i precedenti »