Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

Registrati • Password Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 93

I “nostri” affari. Acciaieria Noghere.

» Inviato da valmaura il 24 June, 2021 alle 2:01 pm

Dopo aver lungamente esaminato i rischi connessi a salute e qualitΰ della vita per quel pochissimo che si sa sul progetto fantasma del Laminatoio a Caldo e sui dragaggi annunciati, tre, nello spicchio (non θ un refuso) d'acqua del Vallone di Muggia, e sulle eventuali ricadute negative di questi su chi lavora nella pesca e nella miticoltura, passiamo ora a valutare l'impatto economico che questo stabilimento arrecherebbe ai residenti alle Noghere e Aquilinia. E giΰ con il semplice inizio dei lavori, l'auspicato “colpo di piccone entro sei mesi” giulivamente sperato dall'amministratore delegato del Gruppo Danieli-Metinvest.
Non occorre essere dei menagramo per prevederlo devastante, finanziariamente parlando, per chi ha investito i risparmi di una vita, da lasciare un domani ai figli, per accendere mutui e pagarsi i lavori per la propria casa-appartamento in zona.
Basta semplicemente ricostruire l'andamento del mercato immobiliare nei quartieri di Monte San Pantaleone, del tutto simile urbanisticamente ad Aquilinia, Valmaura, Servola e Chiarbola, a stare stretti che anche Campi Elisi ha patito non poco l'apertura nel 2000 del tubificio, nato morto, della Sertubi.
E' sufficiente chiedere ai titolari di agenzie immobiliari e a chi opera nel settore per sentirsi rispondere che il valore degli immobili in quelle zone, da cui molti cercavano di andarsene per salvarsi vita e salute, a causa della Ferriera con annessi e connessi, per venti e passa anni, dunque prima e dopo le cicliche crisi del mercato, era crollato fino ad un terzo del valore originale di case ed appartamenti. Insomma chi aveva comperato per 100 non riusciva a recuperare nemmeno 35, tanto che parte delle agenzie rifiutava di assumere nel suo portafoglio le offerte.
Questo per l'imbarazzo di dover dire ai potenziali clienti la svalutazione della loro proprietΰ, e l'estrema difficoltΰ a trovare acquirenti.
Questa purtroppo non θ una infausta ipotesi ma la realtΰ che chiunque puς andare a verificare, come detto.
Ora non ci vuole molto a capire che analoga situazione molto probabilmente si verificherΰ nel borgo di Aquilinia-Noghere. E dunque non θ affatto infondata nι tacciabile di egoismo la preoccupazione per il danno anche finanziario che l'apertura di uno stabilimento, comunque vada, cosμ impattante ed invasivo inevitabilmente arrecherΰ, con indirette conseguenze per tutta Muggia.
Parlarne da subito θ dunque utile e perfino necessario, se si vuole tutelare veramente la comunitΰ.
Ci si vede domenica 27 giugno alle ore 11, ai Giardini Europa, a Muggia in via Roma, i cittadini non i politici!
Trieste Verde.



Comune di Trieste. Continua la telenovela.

» Inviato da valmaura il 24 June, 2021 alle 1:59 pm

Cantieri fantasma e lavori fermi.
Lo abbiamo scritto e riscritto, e da anni, che qualcosa non va negli uffici preposti ai Lavori pubblici del Comune di Trieste.
Se un contenzioso, un ritardo θ spiegabile non lo sono invece i sistematici ritardi, sospensioni, diffide, e slittamenti infiniti dei tempi in praticamente tutti i cantieri, gli appalti e le gare piω importanti dei lavori pubblici da anni a questa parte.
La vicenda del Tram di Opicina θ la piω nota, ma anche Caserma di Roiano, Canale Ponterosso e Galleria di Montebello, per citarne solo gli ultimi, non scherzano.
Ed a patirne le conseguenze sono i cittadini di Trieste in prima battuta, dalle cui tasche provengono direttamente o indirettamente i quattrini per pagare questi interminabili “lavori”, ed anche i turisti che scelgono Trieste come loro meta.
Una cosa che stupisce inoltre θ lo strano silenzio della politica tutta, maggioranza ma soprattutto opposizioni, sempre che ne esistano in cittΰ. Cosμ ciarlieri su tutto lo scibile umano, tanto le parole non costano e fare politica θ meglio che lavorare, ma su questi problemi che interessano cosμ da vicino la vita della nostra comunitΰ i “politici” di ogni colore o fantasiosa sigla oppongono un incomprensibile mutismo.
Forse anche perchθ non conoscono l'ABC di un corretto amministrare e perchθ questo “sistema” ha una continuitΰ sostanziale che ogni amministrazione eredita dalla precedente e cosμ avanti.
Ecco perchθ a noi non piace perdere tempo su discussioni di coalizioni, alleanze, ammucchiate che certamente non interessano nι coinvolgono i Triestini, e che non spostano di una virgola la sostanza e soprattutto la soluzione concreta dei problemi.
I due titoli di oggi sulla stampa locale ne sono l'ennesima plastica conferma: “Galleria Foraggi, il cantiere non c'θ.” ed il secondo lo vedete nella foto.
Trieste Verde.



Sfogliando tra i PAC. Piani di Azione Comunale di Muggia.

» Inviato da valmaura il 23 June, 2021 alle 3:32 pm

Il Comune di Muggia si θ impegnato, per rispettare le norme della legge del 31 marzo 1998, sulle Aree Produttive Industriali, Artigianali, Commerciali, Portuali e Turistiche (APEA) caratterizzate dalla concentrazione di aziende e dalla gestione unitaria tipo EZIT, in tema di ENERGIA di attuare la strategia europea (gli obiettivi concordati da Consiglio e Parlamento Europeo in nome del Green Deal: riduzione dei gas serra del 55% nel 2030 con eliminazione di emissioni di Co2 nell'ambiente, rispetto al livello del 1990 e neutralitΰ climatica entro il 2050). Ed a ridurre le emissioni di gas ad effetto serra (Co2) del 20% entro il 2020.
Poi quando si tratta di una Acciaieria progettata alle Noghere, a cavalcone con l'ex Ezit, l'Apea puς andare a farsi benedire: infatti tale progettato Laminatoio a Caldo si baserΰ sostanzialmente su forni di riscaldamento a Gas Metano con conseguente corposa emissione di Co2.
Misteri della politica dove la mano sinistra non sa cosa firma quella destra.
Un po' come il PD muggesano che inseguendo la CGIL dichiara non esistere alcun progetto sulla nuova Acciaieria, e l'attuale Vicesindaco piddino e candidato Sindaco che scrive che il Consiglio comunale ha recentemente dedicato una seduta di due ore per l'audizione del Presidente del Porto venuto ad illustrare (a che titolo?) il progetto che perς non dovrebbe esistere.
Ci sorge un dubbio: ma quanto θ vasto il locale Circolo Pd se i suoi maggiori esponenti non si parlano e scrivono cose diametralmente opposte?
E non θ polemica θ solo la fotografia di una ben triste realtΰ!
Trieste Verde.
PS: ci si vede domenica 27 giugno alle ore 11, ai Giardini Europa, a Muggia in via Roma, i cittadini non i politici!



Oggi Parliamo di DRAGAGGI.

» Inviato da valmaura il 23 June, 2021 alle 3:30 pm

Mentre la campagna elettorale prosegue sul nulla, solo le chiacchiere non mancano, noi continuiamo nell'esame dei problemi che interessano tutta la nostra comunitΰ.
Parliamo dei dragaggi, prossimi, annunciati e futuri che interessano direttamente tutti i residenti della nostra provincia, e pure chi vive nell'area di Capodistria.
Tre sono quelli annunciati, tutti nell'area del Vallone di Muggia, ma come forse non tutti sanno gli effetti dei lavori su di un fondale marino composto per lo piω di fanghi tossici, stratificati per metri, se questi non verranno svolti a regola d'arte ed adottando tutte le piω avanzate, e molto costose, tecniche che ne impediscano la dispersione, per l'effetto delle correnti marine che con il loro flusso partono da Capodistria, costeggiano tutto il Golfo di Trieste in direzione Sistiana, Monfalcone e Grado, produrranno un grave rischio di inquinamento delle acque marine, della fauna e della flora.
Per decenni infatti le industrie hanno “scaricato a mare”, a partire dalla principale: la Ferriera, che ha interrato abusivamente un'area pari ad otto campi di calcio, senza che alcun organo di controllo a terra ed in mare facesse finta di accorgersene, modificando vistosamente pure la linea di costa, utilizzando gli scarti altamente tossici della sua produzione. Poi seconda per gravitΰ d'importanza arriva l'ex raffineria Aquila, non ci vuole molto a capire che se il terreno su cui era collocata era pregno di idrocarburi, il mare di fronte non ne θ certo immune.
E queste sono le due principali zone, per vastitΰ, dove sono annunciati i dragaggi, che sostanzialmente, metro piω metro meno, investiranno da un lato l'area marina che va dallo Scalo Legnami ai pontili Siot, e dall'altro quella che dal Canale Industriale o Navigabile arriva fino alla foce del Rio Ospo.
Ora in quest'ultima c'θ la terza variante del disegnato nuovo grande molo indicato nel progetto “fantasma” della nuova Acciaieria alle Noghere, che dovrebbe sorgere alla fine della collina di Aquilinia, con la sola differenza che invece della ventina di passere e barchette oggi ormeggiate liberamente alle boe, ci dovrebbero attraccare, seguendo il fantasmagorico progetto, due navi di medio tonnellaggio.
Quali potrebbero essere le nefaste conseguenze se si verificasse una dispersione marina degli inquinanti, altamente cancerogeni, contenuti in questi fanghi θ fin troppo tristemente facile immaginare, e non solo per la balneazione ma per il fondato rischio che questi entrino nella catena alimentare attraverso il pescato e le colture ed allevamenti di mitili e frutti di mare presenti nel Golfo di Trieste.
In tutta questa vicenda c'θ poi un aspetto che potrebbe sembrare comico se non fosse altamente inquietante: a pagare gran parte se non tutti i costi di queste operazioni sarΰ lo Stato, ovvero noi cittadini, per la Ferriera con i 42 milioni fissati ancora negli Accordi governativi di Programma con Arvedi del 2014/15 (Invitalia per la messa in sicurezza della linea di costa) ed oltre, ed un'altra quarantina da staccare dai 400 milioni previsti dal Governo per il potenziamento del Porto di Trieste, da destinare ai dragaggi nell'area ex Aquila come “contributo” alla proprietΰ statale ungherese che cosμ cordialmente ha tentato, con i governi polacco e sloveno, di mettere il veto agli aiuti europei all'Italia. Sono rientrati a cuccia dopo che la Merkel ha alzato il dito, bastevole qui il mignolo.
Ecco queste sono ricadute dirette che interessano, eccome se coinvolgono, tutti noi che viviamo a Trieste, intesa come provincia, e magari chi abita nel Capodistriano e nel basso Isontino, e non si tratta solo di tutela di salute e qualitΰ della vita, ma anche di lavoro per tutti quelli che traggono, anche duramente, di che vivere dalla miticoltura e dalla pesca, piω l'indotto.
Ma di questo i partiti vecchi e nuovi se ne sbattono, troppo impegnati nelle geometrie politiche autoreferenziali, per cercare di conquistare qualche cadrega alle prossime elezioni.
Trieste Verde.
PS: ci si vede domenica 27 giugno alle ore 11, ai Giardini Europa, a Muggia in via Roma, i cittadini non i politici!



“Piω cesso di cosμ”.

» Inviato da valmaura il 22 June, 2021 alle 11:37 am

Titolavamo il nostro servizio il 7 giugno e poi di rincalzo pubblicavamo un video.
Oggi il Piccolo riprende la notizia e sentite i commenti dei politici amministratori dopo la sintetica descrizione dell'articolista: “non sia proprio il biglietto da visita piω consono per una cittΰ turistica. Oltre a un forte odore di urina, il bagno risulta essere scoperto in una parte del tetto mentre la parte dedicata al cestino θ anch'essa sostenuta da pezzi di nastro adesivo. Impossibile chiudersi all'interno poichι, appunto, la porta di accesso non θ agibile.”
I politici amministratori: “La situazione θ nota al Comune, tanto che gli uffici del Verde pubblico prenderanno in mano il caso pensando a un intervento nel breve termine. Spiega l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi: «Il suo ripristino rientrerΰ sicuramente in un nuovo lotto, diverso da quello che θ ora in corso”, dunque campa cavallo se ne riparla tra qualche mese invernale.
Ma quale logica e quale buon senso ispirano questi cervelli puntuti: normale sarebbe che appresa la notizia da altri, e giΰ questo indigna che il Comune non sappia costantemente lo stato in cui versano i suoi beni e servizi, soprattutto se nel pieno della stagione estiva collocati sulla riviera barcolana, il giorno dopo partissero i lavori urgenti di ripristino e magari si pensasse ad uno straccio di vigilanza e manutenzione quotidiana.
Ma siamo a Trieste gente, e questi discettano su tavoli e banchetti di Referendum, di ammucchiate di sigle partitiche, e di equilibrismi politici: la realtΰ? Tutta altra cosa per gente abituata a vivere nel girone di una politica autoreferenziale fine a se stessa.
Trieste Verde.




« Precedente • Pagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3 • Pagina 4 • Pagina 5 • Pagina 6 • Pagina 7 • Pagina 8 • Pagina 9 • Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12 • Pagina 13 • Pagina 14 • Pagina 15 • Pagina 16 • Pagina 17 • Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20 • Pagina 21 • Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24 • Pagina 25 • Pagina 26 • Pagina 27 • Pagina 28 • Pagina 29 • Pagina 30 • Pagina 31 • Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34 • Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37 • Pagina 38 • Pagina 39 • Pagina 40 • Pagina 41 • Pagina 42 • Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47 • Pagina 48 • Pagina 49 • Pagina 50 • Pagina 51 • Pagina 52 • Pagina 53 • Pagina 54 • Pagina 55 • Pagina 56 • Pagina 57 • Pagina 58 • Pagina 59 • Pagina 60 • Pagina 61 • Pagina 62 • Pagina 63 • Pagina 64 • Pagina 65 • Pagina 66 • Pagina 67 • Pagina 68 • Pagina 69 • Pagina 70 • Pagina 71 • Pagina 72 • Pagina 73 • Pagina 74 • Pagina 75 • Pagina 76 • Pagina 77 • Pagina 78 • Pagina 79 • Pagina 80 • Pagina 81 • Pagina 82 • Pagina 83 • Pagina 84 • Pagina 85 • Pagina 86 • Pagina 87 • Pagina 88 • Pagina 89 • Pagina 90 • Pagina 91 • Pagina 92 • Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95 • Pagina 96 • Pagina 97 • Pagina 98 • Pagina 99 • Pagina 100 • Pagina 101 • Pagina 102 • Pagina 103 • Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106 • Pagina 107 • Pagina 108 • Pagina 109 • Pagina 110 • Pagina 111 • Pagina 112 • Pagina 113 • Pagina 114 • Pagina 115 • Pagina 116 • Pagina 117 • Pagina 118 • Pagina 119 • Pagina 120 • Pagina 121 • Pagina 122 • Pagina 123 • Pagina 124 • Pagina 125 • Pagina 126 • Pagina 127 • Pagina 128 • Pagina 129 • Pagina 130 • Pagina 131 • Pagina 132 • Pagina 133 • Pagina 134 • Pagina 135 • Pagina 136 • Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140 • Pagina 141 • Pagina 142 • Pagina 143 • Pagina 144 • Pagina 145 • Pagina 146 • Pagina 147 • Pagina 148 • Pagina 149 • Pagina 150 • Pagina 151 • Pagina 152 • Pagina 153 • Pagina 154 • Pagina 155 • Pagina 156 • Pagina 157 • Pagina 158 • Pagina 159 • Pagina 160 • Pagina 161 • Pagina 162 • Pagina 163 • Pagina 164 • Pagina 165 • Pagina 166 • Pagina 167 • Pagina 168 • Pagina 169 • Pagina 170 • Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173 • Pagina 174 • Pagina 175 • Pagina 176 • Pagina 177 • Pagina 178 • Pagina 179 • Pagina 180 • Pagina 181 • Pagina 182 • Pagina 183 • Pagina 184 • Pagina 185 • Pagina 186 • Pagina 187 • Pagina 188 • Pagina 189 • Pagina 190 • Pagina 191 • Pagina 192 • Pagina 193 • Pagina 194 • Pagina 195 • Pagina 196 • Pagina 197 • Pagina 198 • Pagina 199 • Pagina 200 • Pagina 201 • Pagina 202 • Pagina 203 • Pagina 204 • Pagina 205 • Pagina 206 • Pagina 207 • Pagina 208 • Pagina 209 • Pagina 210 • Pagina 211 • Pagina 212 • Pagina 213 • Pagina 214 • Pagina 215 • Pagina 216 • Pagina 217 • Pagina 218 • Pagina 219 • Pagina 220 • Pagina 221 • Pagina 222 • Pagina 223 • Pagina 224 • Pagina 225 • Pagina 226 • Pagina 227 • Pagina 228 • Pagina 229 • Pagina 230 • Pagina 231 • Pagina 232 • Pagina 233 • Pagina 234 • Pagina 235 • Pagina 236 • Pagina 237 • Pagina 238 • Pagina 239 • Pagina 240 • Pagina 241 • Pagina 242 • Pagina 243 • Pagina 244 • Pagina 245 • Pagina 246 • Pagina 247 • Pagina 248 • Pagina 249 • Pagina 250 • Pagina 251 • Pagina 252 • Pagina 253 • Pagina 254 • Pagina 255 • Pagina 256 • Pagina 257 • Pagina 258 • Pagina 259 • Pagina 260 • Pagina 261 • Pagina 262 • Pagina 263 • Pagina 264 • Pagina 265 • Pagina 266 • Pagina 267 • Pagina 268 • Pagina 269 • Pagina 270 • Pagina 271 • Pagina 272 • Pagina 273 • Pagina 274 • Pagina 275 • Pagina 276 • Pagina 277 • Pagina 278 • Pagina 279 • Pagina 280 • Pagina 281 • Pagina 282 • Pagina 283 • Pagina 284 • Pagina 285 • Pagina 286 • Pagina 287 • Pagina 288 • Pagina 289 • Pagina 290 • Pagina 291 • Pagina 292 • Pagina 293 • Pagina 294 • Pagina 295 • Pagina 296 • Pagina 297 • Pagina 298 • Pagina 299 • Pagina 300 • Pagina 301 • Pagina 302 • Pagina 303 • Pagina 304 • Pagina 305 • Pagina 306 • Pagina 307 • Pagina 308 • Pagina 309 • Pagina 310 • Pagina 311 • Pagina 312 • Pagina 313 • Pagina 314 • Pagina 315 • Pagina 316 • Pagina 317 • Pagina 318 • Pagina 319 • Pagina 320 • Pagina 321 • Pagina 322 • Pagina 323 • Pagina 324 • Pagina 325 • Pagina 326 • Pagina 327 • Pagina 328 • Pagina 329 • Pagina 330 • Pagina 331 • Pagina 332 • Pagina 333 • Pagina 334 • Pagina 335 • Pagina 336 • Pagina 337 • Pagina 338 • Pagina 339 • Pagina 340 • Pagina 341 • Pagina 342 • Pagina 343 • Pagina 344 • Pagina 345 • Pagina 346 • Pagina 347 • Pagina 348 • Pagina 349 • Pagina 350 • Pagina 351 • Pagina 352 • Pagina 353 • Pagina 354 • Pagina 355 • Pagina 356 • Pagina 357 • Pagina 358 • Pagina 359 • Pagina 360 • Pagina 361 • Pagina 362 • Pagina 363 • Pagina 364 • Pagina 365 • Pagina 366 • Pagina 367 • Pagina 368 • Pagina 369 • Pagina 370 • Pagina 371 • Pagina 372 • Pagina 373 • Pagina 374 • Pagina 375 • Pagina 376 • Pagina 377 • Pagina 378 • Pagina 379 • Pagina 380 • Pagina 381 • Pagina 382 • Pagina 383 • Pagina 384 • Pagina 385 • Pagina 386 • Pagina 387 • Pagina 388 • Pagina 389 • Pagina 390 • Pagina 391 • Pagina 392 • Pagina 393 • Pagina 394 • Pagina 395 • Pagina 396 • Pagina 397 • Pagina 398 • Pagina 399 • Pagina 400 • Pagina 401 • Pagina 402 • Pagina 403 • Pagina 404 • Pagina 405 • Pagina 406 • Pagina 407 • Pagina 408 • Pagina 409 • Pagina 410 • Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 8 August, 2022 - 9:29 pm - Visitatori Totali Nr.