Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

Registrati • Password Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 6

Trieste. I nuovi padroni.

» Inviato da valmaura il 19 September, 2022 alle 2:26 pm

Ieri in Ferriera ่ accaduto quello che temevamo e da due mesi inutilmente avvertivamo.
Partiamo dalla cronaca: alle 20 hanno fatto esplodere a poche decine di metri dalle case 300 chili di esplosivo (tritolo o dinamite poco importa) in un colpo solo, gli impianti e gli edifici della sola Cokeria (dalla ciminiera alta un'ottantina di metri, alla Torre piezometrica ai sili di caricamento), poi lo spieghiamo meglio al giornalista del Piccolo che ancora non lo ha capito. Le case di mezza Servola hanno tremato, con armadi che si aprivano, bicchieri e suppellettili che cadevano, il panico che si diffondeva tra la gente: bambini che piangevano e cani impazziti. E questo perch่ non hanno scelto di gestire gli scoppi in sequenza ma in una volta sola, e non hanno fatto “afflosciare su se stessi” gli edifici ma semplicemente rovesciare.
Prima e dopo la fortissima esplosione hanno creato il “diversivo” con una prima ondata, piccola, di fuochi d'artificio, e subito seguita da una seconda parte durata una quindicina abbondante di minuti.
Lo scopo era chiarissimo come l'ora scelta per utilizzare il buio della notte: tentare di occultare e nascondere i nuvoloni enormi di polvere, nera e pesante nella parte bassa, che si sono levati ed hanno investito mezza cittเ sulla direttrice Chiarbola-Ponziana-Campi Elisi-San Giacomo- San Giusto. Esattamente quello che non doveva succedere e che da mesi avevamo paventato vista la conformazione di quelle polveri inquinantissime e cancerogene.
La seconda, interminabile ondata di fuochi pirotecnici ha dato il colpo di grazia a migliaia di residenti: i botti fortissimi che si verificavano sopra le loro teste sulle quali ricadevano, e grazie a Dio che il terreno era ancora umido di pioggia, i lapilli dei fuochi, hanno fatto inferocire i Servolani e se questa mattina le “autoritเ” avessero passeggiato per Servola difficilmente ne sarebbero uscite vestite.
La domanda da porsi, e se la stanno ponendo anche alcuni residenti che annunciano esposti in Procura, ่ chi ha autorizzato una sequenza di fuochi cos์ imponente a due passi dalle case.
A partire dalle eventuali responsabilitเ del duo, Patuanelli e Fedriga, che hanno schiacciato il pulsante.
Ed ora passiamo ai commenti della folla di politici ed autoritเ che affiancavano i nuovi padroni della cittเ.
Partiamo dal solito inviato in Ferriera del foglio locale che non ne azzecca mai una che sia una.
“In pochi secondi vengono gi๙ la ciminiera della cokeria e gli ultimi quattro edifici ancora in piedi. Quando la polvere sollevata dalla detonazione di 300 chili di esplosivo si posa al suolo, lo skyline ่ definitivamente cambiato: se si eccettuano i tre bomboloni dell'altoforno (tutelati come archeologia industriale) nulla pi๙ ricorda un'attivitเ siderurgica durata per oltre un secolo.” scrive.
Peccato che non sia vero: a “ricordare” la Ferriera rimangono gli edifici della centrale termica, il gruppo dell'Agglomerato e palazzine varie. I “bomboloni” si chiamano Cowper e sono sei, non tre, e solo uno di questi dovrebbe divenire museo, cos์ giusto per la cronaca.
Passiamo ai politici, uno spasso: partiamo da Dipiazza che vanta “ 20 anni di battaglie contro uno stabilimento oramai contro ogni logica. Per fortuna ce l'abbiamo fatta”. Ma ่ lo stesso Dipiazza sindaco che nel 2007 dichiar๒ sulla stampa che “abbiamo fatto Bingo, la ferriera la salva Arvedi”?
Arriviamo ai regionali. Fa ancora tenerezza vedere che l'assessore regionale per “la difesa dell'Ambiente”, e ieri pare non abbia difeso n้ l'ambiente n้ la salute, non abbia ancora capito che la scelta di chiudere l'Area a caldo della Ferriera ่ stata solo ed esclusivamente di Arvedi che ha deciso il tempo, il modo e soprattutto l'opportunitเ di quando farlo, ovvero intascare un centinaio ulteriore di milioni dal distributore Ministro Patuanelli, tanto i soldi erano nostri mica suoi. Basterebbe che andasse a leggersi le prime interviste del cavaliere cremonese del 2014 appena approdato a Trieste. In quanto alle prospettive di “produzione a zero impatto ambientale che il gruppo dell'acciaio impianterเ fra Trieste e Cremona” ne riparliamo quando installerเ a Servola i nuovi impianti di zincatura, smerigliatura e verniciatura che uguali a San Giorgio di Nogaro fanno disastri ambientali. Strano, ma anche no, che lui non lo sappia: ่ la sua Arpa a scriverlo.
In quanto ai commenti del volgo, raccolti a Servola, divertente quello di una gentile signora che affibbia a “Nadia Toffa il merito di aver fatto qualcosa”. Senza considerare chi ha chiamato Nadia Toffa e fatto con lei i cinque servizi delle Iene, le suggeriamo noi il nome: Circolo Miani che incidentalmente dal 1998 ha sollevato, assieme a Servola Respira, la questione Ferriera, e non solo, ed ha organizzato in piena solitudine centinaia di assemblee, manifestazioni e cortei con migliaia di cittadini: occupato il Municipio di Trieste, assediato il Consiglio regionale, coinvolto i medici del Burlo e del Centro Tumori, presentato 28 denunce in Procura. E dal 2004, Convegno alla Stazione Marittima, ha presentato il progetto di riconversione dell'area Ferriera in struttura logistica e portuale, senza perdere mezzo posto di lavoro e tutto finanziato dalla UE. Con buona pace di Zeno D'Agostino che allora nemmeno sapeva dove stava Trieste.
Ultimo particolare: chissเ perch่ poi Siderurgica Triestina-Gruppo Arvedi ha chiesto ed ottenuto negli ultimi due anni di produzione la collaborazione del Circolo Miani e di Servola Respira, nelle persone di Maurizio Fogar e Romano Pezzetta, che ha portato all'azzeramento del pesante inquinamento acustico, alla drastica riduzione delle emissioni inquinanti ed alla fine degli episodi di “spolveramento”.
Vi siete goduti dunque i “fuochi” offerti nella sagra dai nuovi padroni? Con l'autoverole benedizione di Patuanelli, Fedriga, Dipiazza, Scoccimarro e D'Agostino: bene ora godetevi nelle foto l'andamento delle polveri.



Pastorale per Zeno (D'Agostino).

» Inviato da valmaura il 19 September, 2022 alle 2:23 pm

Negli ultimi tempi non c'่ convegno, taglio del nastro, tavola rotonda o dibattito in Trieste che non la vede infilato tra i relatori: beato lei che ne trova il tempo, di discettare sullo scibile umano.
Quando alcuni mesi fa ่ venuto in Consiglio comunale a Muggia per una audizione richiesta da Maurizio Fogar, ha chiesto ed ottenuto di non fermarsi per pi๙ di un'ora esatta: molto meno di quanto si intrattenne nel salotto di casa della marchesa Carignani.
Quello che disse fu talmente vago e generico che senza sforzo anche un pensionato ai giardini pubblici tra una granaglia e l'altra data ai colombi poteva esporre, eppure aveva preteso di avere per iscritto alcuni giorni prima i quesiti che i consiglieri volevano rivolgerle, un po' come fanno Putin ed Orban. Consiglieri che poi non avevano diritto di commentare e ribattere: queste erano le regole di una assise elettiva e democratica da lei, cos์ ci ่ stato detto, preteso.
Sulla questione di non poco conto della elettrificazione delle banchine lei ha da due anni in cassa un contributo a ci๒ stanziato dalla Comunitเ Europea, ma che pare sia stato utilizzato solo in minima parte per acquistare due auto di servizio a trazione elettrica.
Mentre in queste settimane sei o sette navi bianche sono parcheggiate alle banchine ed in arsenale, ovviamente con i bei fumaioli fumanti sulle 24ore.
Qualcuno sempre pi๙ frequentemente dice che la partenza del suo vice Sommariva si sente eccome.
Qualcun altro arriva a rimpiangere perfino la Marina Monassi, sua predecessora.
Di quello che fa al Coselag, ex ente Zona Industriale, di cui ่ altrettanto Presidente il poco che si sa se lo apprende scarnamente dai giornali, idem per l'area ex Raffineria Aquila destinata all'orbaniana Adriaport.
Eppure lo sviluppo del Porto passa nel futuro prossimo per Muggia, a partire dalle bonifiche e del reinsediamento industriale nella Valle delle Noghere, oltre appunto ad Adriaport. Idem dicasi per lo sviluppo della logistica ferroviaria e stradale.
Ieri sera, dopo aver superato Ponzio Pilato nel tirare la palla in tribuna quando si cercava di informarla sui rischi, gravi assai per la salute dei Triestini, di metter mano senza precauzioni nell'area contaminatissima ed inquinata della Ferriera, l'abbiamo visto fotografato tra le “autoritเ” invitate sotto quel tendone da sagra a godersi i fuochi d'artificio organizzati da “piatto ricco mi ci ficco”, la friulana Icop dei fratelli Petrucco, che a sentire la pubblica opinione, le sono molto vicini.
Ecco, scuserเ la nostra abituale franchezza anche nel ricordare che gli ingenti quattrini di cui dispone sono nostri, ma cos์ proprio non va.



FERRIERA. Ai giornalisti del Piccolo, Primorski, Rai e Telequattro.

» Inviato da valmaura il 18 September, 2022 alle 2:12 pm

Mi rivolgo a Voi con questo invito, o se preferite appello, a non menzionare nella cronaca che riterrete di fare sugli abbattimenti odierni in Ferriera lo “spettacolo” dei fuochi artificiali o pirotecnici con cui la friulana Icop dei fratelli Petrucco intende chiudere la serata.
Questo non ่ un pranzo di gala e dunque c'่ assai poco da festeggiare.
Quello che va fatto, e viene fatto con un ritardo di anni, sia fatto in silenzio e soprattutto rispettando le elementari norme necessarie ad evitare sollevamento e dispersione di polveri che per loro natura contengono tutti gli inquinanti pi๙ cancerogeni che esistano.
Ma i fuochi d'artificio proprio no, per il rispetto dovuto alle durissime condizioni di lavoro, spesso pagato assai poco, di chi in quello stabilimento ha guadagnato il pane.
Per il rispetto verso i tanti, troppi, lavoratori che con quel lavoro si sono ammalati e di cui 84 sono morti, come incontestabilmente rilevato dalla perizia dell'Azienda Sanitaria ordinata dalla Procura della Repubblica e resa pubblica nel novembre 2013.
Per l'analogo rispetto che va riservato alle centinaia e centinaia di residenti che tra Muggia e Trieste si sono ammalati e di cui tantissimi sono deceduti tra sofferenze inenarrabili e gli altri che ancora oggi ne patiscono le conseguenze.
Questa di stasera non ่ una sagra ma un evento a lungo auspicato e per il quale migliaia di persone dal 1998 hanno lottato e si sono impegnate, e di cui va biasimato il colpevole ritardo anche per l'incapacitเ e l'ignavia di una intera classe politica e dirigente.
Pertanto vi invito a non menzionare nella cronaca dei fatti la parte inerente allo “spettacolo pirotecnico”: non sarเ un'omissione ma un atto dovuto.
Cordialmente
Maurizio Fogar



Questa ่ l'Italia che va cambiata il 25 settembre.

» Inviato da valmaura il 18 September, 2022 alle 2:10 pm

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/a.1497907753813521/3471672853103658/


I P O C R I T I !!!

» Inviato da valmaura il 18 September, 2022 alle 2:09 pm

Oggi due paginate intere sul quotidiano locale dedicate a “Dalla scienza al mondo delle imprese: sessanta esperti al Barcolana Sea Summit. Obiettivo coniugare la tutela dell'ambiente con un modello economico rispettoso.”
Quello che pensiamo del circo affaristico della Barcolana che nulla ha pi๙ da anni dello spirito originale della giornata di festa sul e col mare di Triestini ed amici, dove la competitivitเ era tassativamente esclusa, lo abbiamo sempre scritto.
Ma che questi “sepolcri imbiancati” arrivino a voler verniciare di “green” una manifestazione che gode degli appoggi economici di realtเ come in passato le proprietเ della Ferriera e da un due anni a questa parte della SIOT, ่ una ipocrisia che grida vendetta al cielo ed offesa alle decine di migliaia di persone che qui soffrono quotidianamente sulla loro vita del “modello economico rispettoso dell'ambiente”.
Serve poco invitare, gettonandoli, nomi pi๙ o meno altisonanti, che queste iniziative assomigliano assai ad una pietosa foglia di fico.
Ma vediamo assieme quale ่ l'ambientino, il terreno di coltura in cui pescano queste iniziative.
Conduttori ed opinionisti televisivi, politici e rappresentanti di quel mondo “ambientalista” inserito da anni nel sistema politico-partitico.
Tra loro non mancano mai sigle come Fridays for future, che a Trieste da quando esistono mai si sono degnati di spendere parola, non parliamo poi di atti, sul disboscamento urbano e carsico, sui miasmi Siot, sulla Ferriera, sul degrado di parchi, ville e giardini pubblici, ma sorridenti hanno pubblicato una photo opportunity mentre stringevano la mano al politico di turno: Fabio Scoccimarro. Ma bisogna capirli: volano alto, se non ci sono Greta e l'ONU non si muovono.
La pletora di sigle dell'ambientalismo nostrano che a parte gli isolati rappresentanti, identici da trenta e passa anni, sulla Ferriera in venti anni hanno svolto esclusivamente un ruolo di parassitismo politico, come fiancheggiatori di Illy prima e dei partiti poi, riuscendo nell'impresa di prestarsi in Tribunale a difendere la Lucchini, ma si sa pecunia non olet, mentre su Siot e tutto il resto non hanno nemmeno aperto bocca. Idem dicasi per gli sparuti esemplari dei verdi-verdini che sono resuscitati solo ed esclusivamente in campagna elettorale.
Tornando alla SIOT ่ ben originale che uno dei principali “Partner” economici della Barcolana accetti in Italia e particolarmente a Trieste il ruolo di “convitato di pietra”: ovvero c'่ ma non si vede e assai poco si nomina e solo di sfuggita, mentre riveste un ruolo di primo piano quando si pubblicizza la regatona in Austria e Baviera.
Un codone di paglia, nevvero?




« Precedente • Pagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3 • Pagina 4 • Pagina 5 • Pagina 6 • Pagina 7 • Pagina 8 • Pagina 9 • Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12 • Pagina 13 • Pagina 14 • Pagina 15 • Pagina 16 • Pagina 17 • Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20 • Pagina 21 • Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24 • Pagina 25 • Pagina 26 • Pagina 27 • Pagina 28 • Pagina 29 • Pagina 30 • Pagina 31 • Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34 • Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37 • Pagina 38 • Pagina 39 • Pagina 40 • Pagina 41 • Pagina 42 • Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47 • Pagina 48 • Pagina 49 • Pagina 50 • Pagina 51 • Pagina 52 • Pagina 53 • Pagina 54 • Pagina 55 • Pagina 56 • Pagina 57 • Pagina 58 • Pagina 59 • Pagina 60 • Pagina 61 • Pagina 62 • Pagina 63 • Pagina 64 • Pagina 65 • Pagina 66 • Pagina 67 • Pagina 68 • Pagina 69 • Pagina 70 • Pagina 71 • Pagina 72 • Pagina 73 • Pagina 74 • Pagina 75 • Pagina 76 • Pagina 77 • Pagina 78 • Pagina 79 • Pagina 80 • Pagina 81 • Pagina 82 • Pagina 83 • Pagina 84 • Pagina 85 • Pagina 86 • Pagina 87 • Pagina 88 • Pagina 89 • Pagina 90 • Pagina 91 • Pagina 92 • Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95 • Pagina 96 • Pagina 97 • Pagina 98 • Pagina 99 • Pagina 100 • Pagina 101 • Pagina 102 • Pagina 103 • Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106 • Pagina 107 • Pagina 108 • Pagina 109 • Pagina 110 • Pagina 111 • Pagina 112 • Pagina 113 • Pagina 114 • Pagina 115 • Pagina 116 • Pagina 117 • Pagina 118 • Pagina 119 • Pagina 120 • Pagina 121 • Pagina 122 • Pagina 123 • Pagina 124 • Pagina 125 • Pagina 126 • Pagina 127 • Pagina 128 • Pagina 129 • Pagina 130 • Pagina 131 • Pagina 132 • Pagina 133 • Pagina 134 • Pagina 135 • Pagina 136 • Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140 • Pagina 141 • Pagina 142 • Pagina 143 • Pagina 144 • Pagina 145 • Pagina 146 • Pagina 147 • Pagina 148 • Pagina 149 • Pagina 150 • Pagina 151 • Pagina 152 • Pagina 153 • Pagina 154 • Pagina 155 • Pagina 156 • Pagina 157 • Pagina 158 • Pagina 159 • Pagina 160 • Pagina 161 • Pagina 162 • Pagina 163 • Pagina 164 • Pagina 165 • Pagina 166 • Pagina 167 • Pagina 168 • Pagina 169 • Pagina 170 • Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173 • Pagina 174 • Pagina 175 • Pagina 176 • Pagina 177 • Pagina 178 • Pagina 179 • Pagina 180 • Pagina 181 • Pagina 182 • Pagina 183 • Pagina 184 • Pagina 185 • Pagina 186 • Pagina 187 • Pagina 188 • Pagina 189 • Pagina 190 • Pagina 191 • Pagina 192 • Pagina 193 • Pagina 194 • Pagina 195 • Pagina 196 • Pagina 197 • Pagina 198 • Pagina 199 • Pagina 200 • Pagina 201 • Pagina 202 • Pagina 203 • Pagina 204 • Pagina 205 • Pagina 206 • Pagina 207 • Pagina 208 • Pagina 209 • Pagina 210 • Pagina 211 • Pagina 212 • Pagina 213 • Pagina 214 • Pagina 215 • Pagina 216 • Pagina 217 • Pagina 218 • Pagina 219 • Pagina 220 • Pagina 221 • Pagina 222 • Pagina 223 • Pagina 224 • Pagina 225 • Pagina 226 • Pagina 227 • Pagina 228 • Pagina 229 • Pagina 230 • Pagina 231 • Pagina 232 • Pagina 233 • Pagina 234 • Pagina 235 • Pagina 236 • Pagina 237 • Pagina 238 • Pagina 239 • Pagina 240 • Pagina 241 • Pagina 242 • Pagina 243 • Pagina 244 • Pagina 245 • Pagina 246 • Pagina 247 • Pagina 248 • Pagina 249 • Pagina 250 • Pagina 251 • Pagina 252 • Pagina 253 • Pagina 254 • Pagina 255 • Pagina 256 • Pagina 257 • Pagina 258 • Pagina 259 • Pagina 260 • Pagina 261 • Pagina 262 • Pagina 263 • Pagina 264 • Pagina 265 • Pagina 266 • Pagina 267 • Pagina 268 • Pagina 269 • Pagina 270 • Pagina 271 • Pagina 272 • Pagina 273 • Pagina 274 • Pagina 275 • Pagina 276 • Pagina 277 • Pagina 278 • Pagina 279 • Pagina 280 • Pagina 281 • Pagina 282 • Pagina 283 • Pagina 284 • Pagina 285 • Pagina 286 • Pagina 287 • Pagina 288 • Pagina 289 • Pagina 290 • Pagina 291 • Pagina 292 • Pagina 293 • Pagina 294 • Pagina 295 • Pagina 296 • Pagina 297 • Pagina 298 • Pagina 299 • Pagina 300 • Pagina 301 • Pagina 302 • Pagina 303 • Pagina 304 • Pagina 305 • Pagina 306 • Pagina 307 • Pagina 308 • Pagina 309 • Pagina 310 • Pagina 311 • Pagina 312 • Pagina 313 • Pagina 314 • Pagina 315 • Pagina 316 • Pagina 317 • Pagina 318 • Pagina 319 • Pagina 320 • Pagina 321 • Pagina 322 • Pagina 323 • Pagina 324 • Pagina 325 • Pagina 326 • Pagina 327 • Pagina 328 • Pagina 329 • Pagina 330 • Pagina 331 • Pagina 332 • Pagina 333 • Pagina 334 • Pagina 335 • Pagina 336 • Pagina 337 • Pagina 338 • Pagina 339 • Pagina 340 • Pagina 341 • Pagina 342 • Pagina 343 • Pagina 344 • Pagina 345 • Pagina 346 • Pagina 347 • Pagina 348 • Pagina 349 • Pagina 350 • Pagina 351 • Pagina 352 • Pagina 353 • Pagina 354 • Pagina 355 • Pagina 356 • Pagina 357 • Pagina 358 • Pagina 359 • Pagina 360 • Pagina 361 • Pagina 362 • Pagina 363 • Pagina 364 • Pagina 365 • Pagina 366 • Pagina 367 • Pagina 368 • Pagina 369 • Pagina 370 • Pagina 371 • Pagina 372 • Pagina 373 • Pagina 374 • Pagina 375 • Pagina 376 • Pagina 377 • Pagina 378 • Pagina 379 • Pagina 380 • Pagina 381 • Pagina 382 • Pagina 383 • Pagina 384 • Pagina 385 • Pagina 386 • Pagina 387 • Pagina 388 • Pagina 389 • Pagina 390 • Pagina 391 • Pagina 392 • Pagina 393 • Pagina 394 • Pagina 395 • Pagina 396 • Pagina 397 • Pagina 398 • Pagina 399 • Pagina 400 • Pagina 401 • Pagina 402 • Pagina 403 • Pagina 404 • Pagina 405 • Pagina 406 • Pagina 407 • Pagina 408 • Pagina 409 • Pagina 410 • Pagina 411 • Pagina 412 • Pagina 413 • Pagina 414 • Pagina 415 • Pagina 416 • Pagina 417 • Pagina 418 • Pagina 419 • Pagina 420 • Pagina 421 • Pagina 422 • Pagina 423 • Pagina 424 • Pagina 425 • Pagina 426 • Pagina 427 • Pagina 428 • Pagina 429 • Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright ฉ 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 22 February, 2024 - 7:41 pm - Visitatori Totali Nr.