Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Il “Lacan” triestino: Roberto Dipiazza.
C’è da sperare che stasera l’Alma Trieste riesca a vincere per portarsi sul 2 a 2 e giocarsi a Cremona la “bella”.Ovvero che il fine psicoterapeuta, con la sua puerile giustificazione da asilo, di..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Noblesse oblige. Vero Dipiazza?
L' Alma Trieste costretta a scusarsi pubblicamente, anche a nome dello sport cittadino, per il gestaccio del podestà Dipiazza nei confronti di un giocatore di colore del Cremona al Palasport di basket, ieri. E non..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 46

Pubblichiamo volentieri.

» Inviato da valmaura il 23 May, 2018 alle 12:38 pm

Si tratta di una intervista al Fatto Quotidiano dell’eurodeputato Curzio Maltese, per anni il corsivista più graffiante ed incisivo di “Repubblica”, di quella “Repubblica”.

Dice cose forse ovvie e sagge per quasi tutti ma non per il Presidente Mattarella, a quanto pare.

Qualcuno potrebbe domandarsi che ci azzecca con Trieste? Chiedetelo ad esempio alle migliaia di triestini che hanno tradizionalmente investito i loro risparmi in azioni delle Assicurazioni Generali e che in questi giorni ed ore li hanno visti evaporare per un quinto del loro valore, e poi ne riparliamo. Grazie, Presidente Mattarella, quello stesso che ha firmato in un amen e senza battere ciglio la incostituzionale legge elettorale dell’Italicum.


Curzio Maltese. L’eurodeputato di sinistra: “Non mi piace questo governo, ma Germania e Francia imparino la democrazia”

“Le ingerenze sono offensive: l’Europa ci tratta da colonia”.

A Curzio Maltese, eurodeputato de L’Altra Europa con Tsipras dal 2014, non si possono attribuire simpatie per i gialloverdi:

“A me questo accordo di governo non piace, lo dico tranquillamente. Ma gli piacciono ancora meno i commenti quotidiani di ministri tedeschi, francesi, agenzie di rating e stampa internazionale: In Europa sono abituati a trattare l’Italia come fosse una colonia. O viene nominato il premier che fa le politiche che dicono loro, oppure storcono il naso. Trovo che queste ingerenze siano inaccettabili.

La Germania e la Francia violano i trattati europei serenamente, da anni, ma siamo sempre noi i sorvegliati speciali”.

Domanda. Questa reputazione l’Italia se l’è guadagnata, no?

"A me non pare. Piuttosto ci sono catene che ci siamo messi da soli: il pareggio di bilancio in Costituzione e una serie di trattati che andrebbero ampiamente ridiscussi, e in certi casi non rispettati.

Il governo che sta per nascere questi vincoli li vuole abolire."

Domanda. L’Europa difende le sue regole, non è il suo mestiere?

"Gli italiani hanno votato, siamo una democrazia: chi è stato votato fa il governo. Il livello, il tono e l’insistenza di queste dichiarazioni sull’Italia sono offensive. Su questioni più serie l’Europa non ha voce."

Domanda. Quali?

"La Commissione europea o i ministri tedeschi invece non mi pare siano intervenuti sui regimi che limitano la libertà di stampa, come Ungheria e Polonia. Non hanno nulla da dire su quello che succede in questi Paesi, dove i giornalisti non sono più liberi di scrivere.

Forse l’Europa si dovrebbe occupare meno dei vincoli di bilancio e più del fatto che sta allevando dei dittatori."

Domanda. Queste ingerenze europee che effetto hanno sull’opinione pubblica e gli elettori italiani?

"La critica delle istituzioni europee oggi è un grande aiuto a 5Stelle e Lega. Credo che gli elettori non si spaventino, ma si indignino."

Domanda. Perché la critica allo status quo europeo è stata lasciata nelle mani di M5S e Salvini?

"Nel suo piccolo L’Altra Europa è nata dal programma economico di Luciano Gallino, a cui i 5Stelle si sono ispirati abbondantemente. Le basi erano proprio queste: rinegoziare i debiti pubblici dei paesi in crisi e imporre la fine dell’austerità. La speranza era che nascesse un grande fronte progressista nei governi dell’Europa del Sud."

Domanda. Cosa è andato storto?

"Renzi e Hollande si sono schierati agli ordini della signora Merkel, e non ha portato fortuna né a Renzi né a Hollande. Ora i 5Stelle stanno riproponendo la questione del debito pubblico e dell’uscita dalle politiche regressive che hanno estenuato il nostro paese. Su questo sono totalmente d’accordo con loro. E mi spiace che si siano alleati con la Lega."

Domanda. La sinistra non è pervenuta.

"È in mano da tanti anni a un ceto politico che non ha più nessuna credibilità nei confronti delle categorie che dovrebbe rappresentare (lavoratori, ceto medio impoverito, disoccupati, precari).

Guardi Liberi e Uguali: hanno fatto una bella riunione in cui c’erano tutti gli ex dirigenti del Pd che hanno consegnato il partito a Renzi: D’Alema, Bersani, seconde e terze cariche dello Stato, dirigenti dei partitini di sinistra che non si sono neanche sciolti per fare una cosa nuova.

Hanno fatto le liste con l’unico obiettivo di conservare i propri seggi. Perché la gente avrebbe dovuto votarli?”

https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/pcb.2179821405622149/2179821232288833/?type=3&theater




Da modesto osservatore. Di Maurizio Fogar.

» Inviato da valmaura il 22 May, 2018 alle 12:40 pm

Trovo preoccupante ora l’attendismo del Presidente della Repubblica, come le speculazioni finanziarie e borsistiche dimostrano, visto che una maggioranza, che può piacere o meno, numericamente autosufficiente alla Camera ed al Senato si è formata.

Trovo stupido e fazioso lo stupore per il metodo adottato dai 5Stelle e Lega: prima una accurata discussione sui punti del programma di Governo, l’accordo e l’individuazione del presidente del Consiglio e della squadra di Governo. Anzi questo dovrebbe essere l’iter corretto per il formarsi, alla luce del sole, di qualunque maggioranza di governo: dai Comuni alle Regioni.

Speciosa poi è l’obiezione per l’indicazione di un Presidente “tecnico”, ma anche politico come dimostrato dai 5Stelle, movimento di cui fa parte.

Negli anni sono stati diversi i “tecnici”, e questa volta “puri”, chiamati a ricoprire l’incarico di Presidente del Consiglio: da Lamberto Dini, a Carlo Azeglio Ciampi, da Mario Monti ad Antonio Maccanico. Tecnici si, ma con una maggioranza politica parlamentare già concordata e sancita pure nella formazione dei ministeri sotto il termine ipocrita “di area”.

Qualcuno poi solleva pure il dato di una risicata maggioranza al Senato, di soli sei senatori. Dimenticando che Prodi si resse per due soli voti di differenza al Senato.

Quale siano dunque le ragioni di questo ulteriore ritardo nel varo di un Governo che entri rapidamente nella sua piena funzionalità, le facciamo, e con noi crediamo la maggioranza degli italiani, fatica a vedere. A meno che non si intenda prestare il fianco, e magari anche qualcosa d’altro, alle sempre più vistose ingerenze nelle sovrane decisioni del Popolo italiano da parte di altri interessati Paesi o dei burocrati di una Europa in palese crisi di identità e valori, salvo che nella tutela degli interessi economici e finanziari dei soliti noti.

Una prece poi sui “cari estinti”: Forza Italia ed il PD, che nemmeno Belzebù sarebbe riuscito a distruggere in siffatta maniera e rapidità neanche se l’avesse voluto.




Ferriera. Qualcosa si muove.

» Inviato da valmaura il 20 May, 2018 alle 11:42 am

A fine mese verrà fermato l’Altoforno per un urgente lavoro di messa in sicurezza del Crogiuolo, durata fermo una quarantina di giorni come per l’impianto di agglomerazione e la macchina colare e conseguente riduzione della produzione della Cokeria.

Era una pressante richiesta che Circolo Miani e Servola Respira avevano avanzato da almeno due anni, e chi ha il privilegio di leggere questa pagina lo sa, e che avevano presentato formalmente alle riunioni tecniche del Tavolo regionale fatto naufragare da ARPA e Giunta Serracchiani il 17 gennaio scorso.

La richiesta è stata invece accolta, come per la sostituzione della Bocca dell’Altoforno, proprio dalla proprietà, all’interno di quel confronto iniziato in aprile tra appunto il Circolo Miani e Servola Respira da un lato ed Acciaierie Arvedi e Siderurgica Triestina dall’altro.

Ma non solo, accogliendo un’altra richiesta da noi avanzata, a breve sarà smaltito e pulito il parco del Coke, unico dei parchi minerali ad inquinare. Le decine di migliaia di tonnellate, prodotte impropriamente rispetto a quanto stabilito dalla diffida regionale del giugno 2017, in assenza di controlli efficaci da parte dell’ARPA, verranno trasportate via mare altrove.

Nel frattempo continua il confronto concreto e fattivo sulle altre criticità dell’area a caldo, a partire dalle emissioni acustiche, con la proprietà della Ferriera. Confronto al quale, confidiamo a breve, vorrà aggiungersi la nuova Presidenza della Regione.

Ecco se la stampa e le televisioni locali avessero partecipato, pur sollecitate ed invitate, alla Conferenza Stampa al Circolo Miani di fine aprile scorso queste cose le avrebbero potute raccontare alla pubblica opinione locale e regionale: si chiama informazione. Cosa chiaramente sconosciuta a chi si occupa di feticismo da infradito e di salotti “buoni”, o preferisce sparare numeri a pene di cane nei compiacenti salotti di TeleCamberquattro: vero Dipiazza?

Una ragione in più dunque per aggiungersi alle 3.718 persone che hanno già messo il loro “Mi Piace” alle nostre PAGINE su Facebook, a partire da questa, e di destinare, al costo di una sola firma, il 5X1000 al Circolo Miani nella dichiarazione dei redditi, qualunque sia, di quest’anno (le istruzioni le trovate nel primo Post di questa pagina, corredato con la bella foto di Oriana Fallaci)

https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521.1073741826.1497907667146863/2177904725813817/?type=3&theater




Ma che giornale abbiamo a Trieste?

» Inviato da valmaura il 18 May, 2018 alle 12:42 pm

Sentite qua. Dopo aver dedicato ieri le due paginate di apertura della cronaca cittadina sul morto in auto ai Campi Elisi, piazzando a centro pagina la fotona della coppia (il morto, per altro dipinto in maniera certamente non lusinghiera nell’articolo) e della sua consorte, oggi in piccolo che più piccolo non si può sul giornale, chiamiamolo così, compaiono queste due righette “Va infine precisato che la foto pubblicata erroneamente nell’edizione di ieri, attribuita a Marino Fabris e alla moglie, corrisponde ad altre persone che non c’entrano nulla con la vicenda. (g.s.)”.
Avete capito bene?
Sul giornale è apparsa, a corredo della foto sbagliata, una lunga descrizione delle “qualità” del deceduto (ubriacone, violento, vandalico e quanto altro) e nessuno si è fatto scrupolo di verificare prima l’immagine sbattuta in pagina.
Ma d’altronde quando si arriva a scrivere cose che neppure i giornali di Pretoria al tempo dell’imperante apartheid in Sudafrica, come “in un parcheggio di viale Campi Elisi, in un gruppo di case Ater all’altezza del civico 55. Una piccola fetta di periferia degradata, che poco o nulla ha a che vedere con il quartiere residenziale che si apre poco più avanti.”, non c’è più da stupirsi di nulla.
E proprio su questo “giornale” che il Paolo Rumiz può permettersi di scrivere sciocchezze di questo tipo “Conclude lo scrittore: «Che ci siano persone con la spina dorsale è un messaggio anche per la nostra città, Trieste, in cui l’opposizione tace e dove dilaga la logica dello spritz in infradito, mentre nessuno si impegna in un momento cruciale per la città».”
Certo se vive nelle stanze di un giornale che per quasi venti anni ha censurato le iniziative del Circolo Miani sul territorio, le più partecipate a Trieste, con il suo placido silenzio di “persona con la spina dorsale” e frequenta i soliti noti autoreferenziali riducendo la vita sociale al recinto degli screditati partiti “l’opposizione tace”, allora può anche provare a credere alle dabbenaggini che scrive.
Prosit.
“Se non hai letto il giornale, sei disinformato. Se l’hai letto, sei male informato”.
Diceva più di un secolo fa Mark Twain.
Che fosse passato per Trieste e avesse letto Il Piccolo?
Con quei soldi prendetevi un buon caffè, invece, che almeno vi tira su.

https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521.1073741826.1497907667146863/2176755022595454/?type=3&theater




Trieste. Ghetto ed apartheid.

» Inviato da valmaura il 17 May, 2018 alle 12:38 pm

Da non credere. Allucinante !!!
Ecco cosa scrive oggi il piccolissimo giornale
“in un parcheggio di viale Campi Elisi, in un gruppo di case Ater all’altezza del civico 55. Una piccola fetta di periferia degradata, che poco o nulla ha a che vedere con il quartiere residenziale che si apre poco più avanti.”
“POCO o NULLA ha a che vedere” con il resto di Trieste, quella “bene” per intendersi.

https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521.1073741826.1497907667146863/2176145745989715/?type=3&theater





« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 16 June, 2019 - 2:02 pm - Visitatori Totali Nr.