Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Lazzaro è ri-risorto !
Oggi compare dopo anni di silenzi il “consulente del Comune e del podestà Dipiazza” tale prof. Barbieri, ricercatore universitario, dalle pluriconsulenze (Regione, Arpa, di cui è uno dei cinque direttori scientifici, e Comune, prima con Cosolini e poi..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Mitteleuropea. Valmaura: le Ville Lumiere e il Jardin des Tuileries.
Ai nostri politici ed amministratori: un bel “liston” da queste parti, una volta tanto?Certo che di lavoro ne dovrà fare il neopresidente Ater Novacco.Qui ci vivono 1500 persone divisi in 435 appartamenti.E inciviltà a parte, come ricordava Primo..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 45

Ferriera. Ma guarda che roba.

» Inviato da valmaura il 17 October, 2018 alle 3:08 pm

Fa oramai scompisciare dal ridere l’ottuso comportamento censorio del piccolo giornale, di TeleCamberquattro e della Rai Regionale: quest’ultimo più fastidioso perché i “censori” sono pagati con i nostri soldi del Canone. Nella nota sindacale (CGIL e Cisl) pubblicata e trasmessa esce un riconoscimento non da poco. Ovvero che negli ultimi mesi vì è stato un vistoso calo delle emissioni di rumori (inquinamento acustico) e polveri dalla Ferriera. Va sottolineato quel “negli ultimi mesi o tempi” perché teoricamente la prima AIA (Illy-Cosolini) risale al dicembre 2007 ed i “controlli” l’Arpa li fa dal 2002, assieme al fior fiore di consulenti universitari. Ed allora come mai anche due sigle sindacali confermano che i miglioramenti risalgono agli ultimi mesi? Una domanda che i chihuahua dell’informazione nostrana non si pongono nemmeno. Così come non sfiora minimamente la cervice di Scoccimarro e Fedriga. In realtà lo sanno benissimo da mesi (aprile di quest’anno) e da mesi si ostinano a celarlo ai triestini, e muggesani. Il sensibile calo dell’inquinamento acustico è dovuto alla collaborazione in atto tra Circolo Miani e Servola Respira e la Direzione della Ferriera. L’ultimo sopraluogo nello stabilimento è di pochissimi giorni orsono, e nelle prossime due settimane ci sarà un vero e proprio abbattimento dei rumori restanti. Così come proseguono gli interventi per la sistemazione dell’area dei parchi e dei cumuli con la rimozione delle polveri residue. Sarà poi la volta della verifica del funzionamento degli impianti di aspirazione (Agglomerato, Cokeria ed Altoforno). Ma mi raccomando, guai a farlo sapere all’opinione pubblica. I partiti si potrebbero irritare …. Al contrario di Paris Hilton nella foto. https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521/2312152592389029/?type=3&theater


Fare piazza pulita all’Ater di Trieste.

» Inviato da valmaura il 15 October, 2018 alle 2:38 pm

Dalla “riforma” Tondo, passando per il duo Serracchiani/Santoro e per finire ora con Fedriga. L’Ater di Trieste che da sola rappresenta la metà del patrimonio di edilizia pubblica, o “popolare” che dir si voglia, della Regione è gestita pessimamente. E stavolta, almeno non solo, non si tratta di scarsità di finanziamenti regionali. In particolare la gestione Ius, commercialista di Cordenons (PN), spedito ai vertici dell’Ater di piazza Foraggi con saldi meriti di Partito (Democratico), già segretario provinciale a Pordenone e tesoriere regionale, e del responsabile dell’ufficio legale Pfeihofer, ha confezionato infortuni su infortuni. Dallo scandalo delle case di via Negri, nuove è già cadenti a pezzi, passando per il nuovo Largo Niccolini, al recente caso degli appartamenti del complesso di via Flavia: nuovi, assegnati e da oltre sei mesi lasciati vuoti e preda del degrado per mancanza dei certificati di abitabilità. Ogni volta l’Ater adduce le stesse scusanti che si possono riassumere in un’unica frase “la colpa è delle ditte vincitrici degli appalti e dei lavori”. NO, la colpa è dei vertici ATER che gestiscono in siffatto modo il denaro pubblico e l’emergenza casa: un aspetto sociale importantissimo per la nostra città. E dell’assoluta mancanza di controlli e verifiche sulle ditte. Ecco oltre a preoccuparsi di piazzare i propri uomini di fiducia ai vertici di Ater, Aziende Sanitarie e via discorrendo, i partiti dovrebbero interessarsi che questi abbiano pure un minimo di competenze e capacità in merito. Intanto prioritario è spedire a casa simili personaggi. Una bella e fresca piazza pulita! Ed un bel “Mi Piace” a questa PAGINA Circolo Miani Facebook. Si segnala la pessima abitudine di Triesteprimailcentrodestra di marchiare foto da loro non prodotte ma prese liberamente sul web e senza citare la fonte. https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/pcb.2310846782519610/2310846175853004/?type=3&theater https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/pcb.2310846782519610/2310846692519619/?type=3&theater


FERRIERA. Tra il dire e il fare.

» Inviato da valmaura il 10 October, 2018 alle 1:19 pm

In attesa di “tempi migliori”, l’alternativa era tra il correre dietro ai fumosi, e stagionati da venti anni, discorsi dei politici, TUTTI, oppure intervenire sulla realtà cercando di modificarla a tutto beneficio della tutela della salute e della nostra qualità della vita. Certo per praticare questa strada utile e concreta bisogna conoscere come funziona la Ferriera, il suo ciclo produttivo ed i suoi impianti. Lasciamo perdere dunque tutta quella pletora di sigle, di ambientalisti dell’ultima ora, che appunto di questo nulla sanno se non per averlo letto su queste nostre pagine. E non a caso sono quelli che trovano accoglienza tra i politici (dai Cinque Stelle alla Lega) e su stampa e televisioni locali. Perché? Facile, sono utili e funzionali a questo discorso inconcludente del “tirare a campare”. Cominciamo subito dunque con il lasciar perdere quanto dicono Regione e Procura basandosi sui dati Arpa e consulenti vari, e quanto commentano i “politici”. Ne parleremo in altra occasione perché cose da scrivere ce ne sono, eccome. In aprile è iniziato un confronto tra direzione Ferriera (Acciaierie Arvedi e Siderurgica Triestina) da un lato e Servola Respira e Circolo Miani dall’altro. Le ragioni di questa scelta delle due associazioni che per prime, con più forza e da vent’anni hanno sollevato il problema dell’inquinamento prodotto da questo stabilimento, e non solo da questo, sono chiare e semplici. Preso atto che in appunto venti anni Istituzioni, enti di controllo (tutti) e forze politiche vecchie e nuove non erano stati capaci, o forse non avevano voluto che qui le chiacchiere, fiumi di chiacchiere, stanno a zero, di risolvere il problema con la chiusura della Ferriera anche quando c’ erano tutte le condizioni obbiettive, decidere altra destinazione per il sito (Porto), e salvaguardare i posti di lavoro. E preso atto che oggi l’unica a poter chiudere stabilimento od almeno Area a caldo è la nuova proprietà, in attesa di futuri sviluppi dell’area e della logistica portuale in estensione del Porto Franco. Tutto ciò detto Circolo Miani e Servola Respira avevano deciso di intraprendere un percorso non facile né semplice di confronto con i vertici della Ferriera per verificare la possibilità di ridurre nel frattempo, e non in attesa del “sol dell’avvenir”, i danni e disagi percepiti dai triestini e muggesani. Dopo vari sopralluoghi e riunioni, tra i tecnici aziendali e Romano Pezzetta e Maurizio Fogar, dentro e fuori, questa la novità non da poco, la fabbrica, nella riunione di ieri abbiamo tirato un primo bilancio. Grazie a questo lavoro comune si sono già ottenuti alcuni concreti risultati. L’inquinamento acustico è diminuito in maniera significativa e calerà ancora, specie di notte, grazie ad alcune misure in via di attuazione ed a lavori che ditte esterne faranno su alcune fonti di rumore entro due o tre settimane. La situazione delle polveri che si innalzano in condizioni di particolare ventosità dall’area dei cumuli e dai nastri trasportatori verrà risolta con nuovi interventi manutentivi e l’acquisto di nuove macchine operatrici. Il traffico pesante di Tir in uscita ed entrata dalla Ferriera, lato Scalo Legnami, che intasa via Svevo è in attesa di una soluzione con la risposta dell’Autorità portuale alla richiesta avanzata dalla Direzione Ferriera di deviare il traffico pesante direttamente sulla Superstrada attraverso un varco stradale che dia su Rio Primario. E dopo questi primi interventi la collaborazione tra i vertici Ferriera e le due associazioni proseguirà con il passo successivo riguardante la funzionalità degli aspiratori presenti sui vari impianti per captare polveri , fumi e gas. Quando nel 1998 Circolo Miani e Servola Respira denunciarono la insostenibilità della situazione, nel completo silenzio di tutti gli altri, ed i danni che questa causava alla salute ed alla qualità della vita di tantissime persone fuori e dentro la Ferriera, l’impegno era rivolto alla soluzione concreta dei problemi. Oggi, preso atto almeno per ora della situazione è sempre questo impegno ad ispirare la nostra scelta grazie anche alla disponibile collaborazione dimostrata dai vertici aziendali. Caso forse unico in Italia e non solo. Se volete essere aggiornati puntualmente mettete il vostro “Mi Piace” a questa PAGINA (Facebook Circolo Miani) e non solo al Post. Nella foto: Fogar e Pezzetta alla consegna delle 10.300 firme raccolte per le strade e piazze di Trieste in tre mesi dal Circolo Miani, nelle mani dell’allora Presidente del Consiglio regionale Franco Iacop (2015) https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521/2307727432831545/?type=3&theater


Il piccolo giornale. Tale padre (Gedi) tale figlio.

» Inviato da valmaura il 9 October, 2018 alle 12:41 pm

“La differenza” di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano del 9 ottobre 2018 Hanno scritto di un’intercettazione fra Rosario Crocetta che taceva divertito mentre un amico medico auspicava l’assassinio di Lucia Borsellino come quello del padre Paolo, e non era vero. Hanno scritto di troll russi dietro la campagna web contro Mattarella, e non era vero. Hanno scritto che il capitano del Noe Gianpaolo Scafarto, nel caso Consip, era stato “smascherato come impostore e falsario di passaggi politicamente significativi dell’inchiesta”; e aveva “consegnato a Marco Lillo la notizia del coinvolgimento di Del Sette”, insomma era lui “la mano che dà da mangiare al Fatto” per “far cadere Renzi” (fra l’altro già caduto da solo), ma non era vero; e, quando la Cassazione scagionò Scafarto per i suoi “errori involontari”, si scordarono di informarne i lettori. Hanno scritto che Di Maio situava Matera in Puglia anziché in Basilicata, e non era vero. Hanno scritto che l’Italia, se rinunciasse al Tav Torino-Lione, dovrebbe pagare “penali” miliardarie, e non è vero (glielo fece notare l’ex pm Livio Pepino in una lettera, ma non la pubblicarono). Hanno scritto che Marcello Foa, aspirante presidente Rai, è un fabbricante di fake news tant’è che ha scritto un libro per “spiegare come si falsifica l’informazione al servizio dei governi”, ma non è vero (il suo Gli stregoni della notizia, al contrario, smonta le fake news al servizio dei governi). Hanno scritto che c’è la Russia di Putin dietro le fake news filo-M5S&Lega, e non era vero. Hanno scritto che il premier Conte voleva trasferirsi dalla cattedra di Firenze a quella di Roma con un concorso “confezionato su misura”, e non era vero (il bando era standard). Hanno taciuto sulla tesi di dottorato in larghe parti copiata dalla Madia. Hanno nascosto la bocciatura del Jobs Act di Renzi dalla Corte costituzionale (“Lavoro, su Jobs Act e Cig si ritorna al passato”: nessun riferimento nella titolazione alla Consulta e all’incostituzionalità). Hanno nascosto, mentre tutti gli altri giornali ne parlavano, l’inchiesta per la soffiata di Renzi a De Benedetti sul decreto Banche popolari, usata dall’Ingegnere per guadagnare in Borsa 600 mila euro in due minuti, forse perché troppo impegnati a fare decine di titoli su “Spelacchio” (un albero di Natale). Hanno fatto il taglia e cuci dei messaggi di Di Maio alla Raggi per spacciarlo come “bugiardo” e “garante” di Raffaele Marra in Campidoglio, mentre ne sollecitava il trasferimento. Hanno taciuto per giorni il nome dei Benetton, primi azionisti della concessionaria Autostrade (sponsor de La Repubblica delle Idee), dopo il crollo del Ponte Morandi. Hanno scritto che il ponte era crollato anche per il no del M5S alla Gronda, che però fu bloccata da chi governava città e regione (centrosinistra e centrodestra) e per giunta contemplava l’uso del viadotto Morandi. Hanno scritto di probabili legami con la Casaleggio di tal Beatrice Di Maio e delle sue fake news anti-renziane e non si sono mai scusati quando si è scoperto che era la moglie di Brunetta. Hanno accostato le leggi razziali del fascismo al decreto Sicurezza di Salvini. Hanno pubblicato una bozza apocrifa e superata del contratto di governo giallo-verde facendo credere che prevedesse l’uscita dell’Italia dall’euro e scatenando spread e mercati. Hanno nascosto il sequestro di 150 milioni e di due giornali all’amico editore-costruttore catanese Ciancio Sanfilippo. Hanno spacciato lo scandalo Parnasi come una storia di tangenti al M5S, mentre i partiti finanziati dal costruttore sono gli altri (Pd, Lega e FI). Hanno elogiato Monti quando ha ritirato la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020 e massacrato la Raggi quando ha ritirato la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2024. Hanno scritto che le polizze intestate dal dirigente Romeo all’ignara Raggi celavano “tesoretti segreti” per “garantire un serbatoio di voti a destra”, dunque era “vicina” l’“accusa di corruzione”, ma non era vero. Hanno dipinto l’assessora Paola Muraro come infiltrata di Mafia Capitale e della “destraccia” nella giunta capitolina, salvo poi intervistarla dopo le dimissioni come grande esperta di rifiuti. Hanno nascosto l’attacco di Rondolino, che sull’Unità dava del “mafiosetto di quartiere” a Saviano, reo di aver criticato la Boschi, mentre il Fatto restò solo a difenderlo. Hanno minimizzato le epurazioni dalla Rai renziana di Gabanelli, Giannini e Giletti come ordinaria amministrazione. Hanno fatto questo e altro, i giornali del gruppo Gedi (Repubblica-Espresso-Stampa), ma noi siamo solidali con loro per gli attacchi di Di Maio, per tre motivi. 1) Nessun politico deve permettersi di dare pagelle ai giornalisti, tanto più se sta al vertice del governo. 2) Quando il Fatto subiva trattamenti anche peggiori da Renzi e dai suoi killer, non ci giunse alcuna solidarietà, ma noi non siamo come loro. 3) Finché usciamo tutti in edicola, la gente può notare la differenza. Ps.Per la serie “Chiamate la neuro”, segnaliamo i delirii di Carlo Bonini (Repubblica) all’autorevole Radio Cusano Campus: “Il Fatto Quotidiano specifica che non prende alcun finanziamento pubblico? È una furbizia. Siccome i lettori del Fatto sono in buona parte elettori del M5S, è un modo per raffigurare ai lettori del M5S che la terra è tonda e non quadrata, dopodiché la terra è tonda”. Il pover’uomo ignora che il Fatto è nato prima del M5S e la nostra scelta di non ricevere finanziamenti pubblici prescinde dalle intenzioni di voto dei nostri lettori (peraltro note solo a lui). Volendo, Bonini potrebbe raccontarci degli aiuti statali (o a spese degli altri giornalisti) ricevuti dal suo gruppo per contratti di solidarietà, prepensionamenti & affini. E regalarci una delle sue grandi inchieste sui vertici Gedi indagati per una truffa milionaria all’Inps. Immaginiamo che ora fioccheranno le richieste di “blocco” a Facebook, che prontamente accoglierà, di questa nostra Pagina. Rompiamole con un vostro “Mi Piace” a questa Pagina! https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521/2306961869574768/?type=3&theater


Facebook. Istruzioni per l’uso. Almeno delle nostre pagine.

» Inviato da valmaura il 8 October, 2018 alle 1:49 pm

In una interessante conversazione telefonica con una addetta all’Assistenza di Facebook Italia, che nominalmente ci chiamava dal Portogallo pur parlano con lieve accento lombardo, abbiamo appreso una cosa molto intrigante ed avuto una conferma. Iniziamo da questa ultima. Ovvero che le nostre Pagine (Circolo Miani, NO Ferriera SI Trieste e La Tua Trieste Comitati di Quartiere) sono sottoposte ad un “blocco” da parte del per niente “Social” di Zuckerberg. Il magnate americano anticonformista e “liberal” spinto, tanto spinto da aver collaborato in maniera determinante alla vittoria di Trump con le pubblicità russe, ma strapagate in dollari, su Facebook per distruggere la democratica “liberal” Clinton e far vincere di stretta misura la Brexit. La motivazione, ecco la cosa intrigante, che tale “blocco” è dovuto al fatto che Facebook ha ricevuto, e quello cha sa di incredibile è che ne hanno tenuto conto, alcune segnalazioni da parte di realtà “scontente” e seccate per i contenuti dei nostri articoli. Badate bene non perché usavamo linguaggi scurrili, volgari o ingiuriosi, o perché scrivevamo il falso (per questo c’è poi la querela per diffamazione). No, perché semplicemente non gradivano i nostri pensieri, le nostre cronache, la libertà della nostra informazione. E questi democratici e “liberal” hanno ottenuto un blocco alla pubblicizzazione dei nostri articoli e Post, riducendone di due terzi la diffusione “organica”, cioè quella normale, e perfino quella promozionale, ovvero a pagamento. Tutto questo innanzitutto per farvi capire cosa sia Facebook. Pubblica senza fiatare e colpo ferire milionate di scemenze e volgarità di ogni tipo, “fake news” a gogò, ogni giorno. Ma esegue pedissequamente le censure richieste e sollecitate da alcuni sporcaccioni cerebrali contro di noi, e non solo. Dunque passiamo alle istruzioni, ovvero ai suggerimenti che diamo ai nostri lettori per aggirare questa censura. Prima cosa: è di fondamentale importanza accettare i nostri ripetuti inviti a mettere il “Mi Piace” alle nostre Pagine, e non solo ai singoli articoli. Meglio se, oltre a fare ciò, pigiate pure sul tasto “segui” in apertura della Pagina. Seconda cosa: utilissimo è lo strumento della “condivisione” dei vari articoli invitando contemporaneamente i vostri amici a fare altrettanto (mettere il loro “Mi Piace” alle nostre Pagine e avanti così). Un modo perfetto per aggirare il “blocco”. Terza ed ultima cosa: vincere la consueta pigrizia ed anche se non avete ricevuto la consueta notizia da parte di Facebook (il “blocco” sulle persone “raggiunte”) sulla vostra pagina, cliccare su di una delle nostre (principalmente Circolo Miani e NO Ferriera) per guardarvi le novità. Tenete presente che noi aggiorniamo quotidianamente con nuovi articoli e notizie, con foto ed anche video le nostre pagine. Ultimissima cosa: ogni giorno ricordatevi di sputacchiare e maledire le persone che voi sapete. https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521/2306401539630801/?type=3&theater



« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 17 November, 2019 - 3:43 am - Visitatori Totali Nr.