Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 44

La vita e la salute contano più di una campagna elettorale.

» Inviato da valmaura il 29 May, 2021 alle 11:13 am

Nuova Acciaieria alle Noghere.
Immensamente di più della strumentalizzazione e della propaganda di chi vive solo di e per le elezioni.
La questione della annunciata acciaieria alle Noghere ne è la dimostrazione concreta, come lo furono le analoghe vicende ventennali di Ferriera, Sertubi, Italcementi, Depuratore fognario cittadino, i miasmi della Siot, l'amianto, gli Inceneritori e via elencando.
La politica, questa politica, sta riproponendo sul nuovo mega Laminatoio di Aquilinia-Noghere gli stessi comportamenti sbagliati, la stessa ignorante arroganza, lo stesso disprezzo per le sacrosante preoccupazioni dei residenti, lo stesso tentativo goffo di strumentalizzare la vicenda in versione elettorale condannandola così a sconfitta certa.
Non conoscono nulla sul poco annunciato dal gruppo proponente nelle questioni tecniche se non quanto occhieggiato sui nostri articoli, si comportano in modo parassitario come quando il Circolo Miani e Servola Respira, assieme ai Comitati di Quartiere, dal 1998 organizzavano assemblee pubbliche, manifestazioni e cortei con migliaia e migliaia di persone, occupavano il Consiglio comunale di Trieste per 24ore ed affrontavano processi che li vedevano immancabilmente assolti, assediavano il Consiglio e la Giunta Regionale circondando con una catena umana per mezza giornata il palazzo di piazza Oberdan.
Noi organizzavamo tutto, ci beccavano anche le denunce, strappavamo a furor di popolo le audizioni in Regione, Prefettura e Comune e questa politica chi invitava? Loro, gli inesistenti e gli invisibili: sigle monocellulari cosiddette “ambientaliste” sconosciute ai più ma legate a doppio filo, funzionali a questa brutta politica, vecchia e pure nuova.
Davano cenno di esistenza in vita solo attraverso la sporadica presenza sulla stampa che gli obolava di effimera visibilità in quanto erano strumentali ad indebolire la protesta popolare.
Dunque qualità della vita e tutela della salute, ma anche perchè no la giusta preoccupazione per la drastica svalutazione dei propri immobili nelle aree limitrofe all'annunciata costruzione della nuova Acciaieria, sono cose serie, molto più di una campagna elettorale.
E a partire da domani, domenica 30 maggio quando alle ore 10.30 i residenti si ritroveranno in una assemblea informativa (raduno fuori della galleria di Aquilinia di fronte all'officina meccanica Walter) sperabilmente si costituiranno in una realtà che pretenderà, eccome, di essere il principale interlocutore diretto in questa strombazzata questione. Con l'augurio che la partecipazione dei cittadini di Muggia, San Dorligo e Trieste non venga a mancare, domani ed in futuro.
Trieste Verde.



Piscina Terapeutica Acquamarina, la storia in sintesi.

» Inviato da valmaura il 29 May, 2021 alle 11:09 am

La Fondazione CRT, dopo che il Comune di Trieste ha ottenuto dall'Autorità Portuale una concessione demaniale trentennale, progetta (ing. Fausto Benussi), costruisce (direttore lavori ing. Fausto Benussi), e regala al Comune la nuova (inaugurata nel 2000) Piscina Terapeutica Acquamarina. Poi il Comune nel 2001 affida la gestione della stessa ad una società esterna.
Nel 2016 il Comune, a guida Cosolini, sente il bisogno di far svolgere una perizia sulla sicurezza statica del manufatto, e un po' insolitamente la affida sempre all'ing. Fausto Benussi.
In questa perizia si scrive che “C’era un grado di corrosione non trascurabile sui bulloni e su altre parti per cui avevo prescritto un intervento entro un anno”, come conferma l'estensore ing. Fausto Benussi. “Entro un anno”, ovvero entro il 2017.
Il crollo per collasso statico della struttura è avvenuto il 29 luglio 2019.
Ovvero tre anni dopo la perizia e due anni e mezzo dopo il limite del 2017 fissato dal perito per gli interventi manutentivi. Punto.
Da allora l'intero edificio, e non se ne coglie la ragione visto che l'area oggetto delle indagini è delimitata al perimetro della vasca per il crollo della copertura che fortunatamente non ha fatto vittime e non ha intaccato la rimanente struttura, è sotto sequestro giudiziario per un “incidente peritale probatorio” che oramai si trascina da due anni, avvicinando inesorabilmente i tempi di prescrizione per gli indagati per una ipotesi di reato antecedente all'entrata in vigore della benemerita legge Bonafede-Conte sul bloccaprescrizioni.
Nel frattempo il Comune nulla ha fatto per chiedere alla magistratura almeno il parziale dissequestro delle parti dell'immobile non interessate dalle indagini, provvedere alle ordinarie manutenzioni obbligatorie anche in caso di perfetto funzionamento della struttura (vedi misure anticorrosione tubature), ed avviare un progetto normale, senza fronzoli, pinnacoli e cupole, di copertura lineare della vasca una volta tolti i sigilli della Procura, onde riaprire al più presto la Piscina.
Il Comune si è invece lanciato, con la solita fortuna e diligenza che ha caratterizzato i suoi cantieri pubblici (dal Tram di Opicina, alla caserma di Roiano, per finire con i lavori in Canale Ponterosso e ci fermiamo qui perchè infierire non è nel nostro stile) nella nuova impresa di una Playa Beach in Porto Vecchio, che di “terapeutico” ha assai poco: impresa che si sta dimostrando una tela di Penelope ingigantita oppure come la casella del Gioco dell'Oca che inesorabilmente ti rispedisce indietro al punto di partenza.
Ci si è messo di mezzo pure il comitato di associazioni che ha promosso la raccolta di 8000 firme, una più una meno, non esitando temerariamente a chiedere e prontamente ottenere anche quella del massimo rappresentante del Comune, che come sopra descritto porta non poche responsabilità sull'intera vicenda, e sarà poi la magistratura a decidere se esistano e quali siano, per la riapertura immediata di una struttura così importante dal punto di vista sociosanitario per la nostra comunità.
Infatti il comitato invece di rivendicare e basta la riapertura al più presto della Piscina Terapeutica si è impelagato nell'indicare una diversa collocazione della stessa e ha malauguratamente scelto l'ultima su cui avrebbe dovuto puntare: ovvero quella oggi occupata dal Mercato Ortofrutticolo che, teoricamente da quasi venti anni, è al centro di promesse politiche di trasferimento come quello Ittico. Una storia da “Sior Intento” che durerà per anni ed annorum.
Un tanto per rinfrescare la memoria dei Triestini.
Trieste Verde.



Da una Ferriera all'altra, tra un dragaggio e l'altro.

» Inviato da valmaura il 28 May, 2021 alle 11:16 am

Questo Sabato 29 maggio l'incontro pubblico promosso da Trieste Verde che si terrà alle ore 11 presso la sede (g.c.) del Circolo Miani, a Trieste in via Valmaura 77, affronterà il problema dei tre dragaggi annunciati nel Vallone di Muggia (fronte Ferriera-Scalo Legnami, fronte ex raffineria Aquila, e a fianco Rio Ospo) e dei lavori rimanenti di abbattimento degli impianti e degli edifici nell'ex Area a caldo della Ferriera e di costruzione del grande snodo ferroviario con annessa nuova rampa d'accesso alla “grande” viabilità, similmente a quelli per la futuribile Acciaieria alle Noghere all'interno del SIN (sito inquinato).
Fin d'ora annunciamo che depositeremo la prossima settimana una denuncia-esposto alla Procura della Repubblica per verificare se la sottoscrizione e firma di quattro enti pubblici, due elettivi: Regione FVG e Comune di Muggia, due di nomina: Autorità Portuale e Consorzio regionale ex Ezit, in calce ad un protocollo che al punto Otto prevede espressamente “Obblighi di riservatezza” (ove “Le parti si impegnano a mantenere la riservatezza in merito alla documentazione e agli “atri” (immaginiamo: altri) contenuti derivanti dall'attuazione del presente Protocollo d'Intesa, adottando le cautele e le misure di sicurezza necessarie al fine di mantenere riservate le informazioni, ….”), sia compatibile con quanto prevedono le leggi della Repubblica sull'obbligo invece della trasparenza e dell'accesso agli atti a cui sono tenuti istituzioni ed enti pubblici in Italia.
Si ricorda altresì che domenica 30 maggio, con ritrovo alle ore 10.30, in via Flavia di Stramare all'uscita della Galleria di Aquilinia dinanzi all'Officina meccanica Walter, nei pressi di un Autolavaggio, luogo da cui raggiungeremo lo spazio adiacente in cui si terrà l'incontro, verificheremo la volontà e la partecipazione dei cittadini, dei residenti in zona, a Muggia e San Dorligo, come nella vicinissima Trieste, di costituirsi come principale interlocutore legittimato al confronto con ideatori e per ora solo proponenti di un'acciaieria “Green ma non troppo” che andrebbe ad occupare un'area vasta quanto importante del nostro territorio per altro annunciando una ricaduta occupazionale risibile (un lavoratore per 1200 metri quadri) ma appetibile per l'utilizzo delle agevolazioni del Porto Franco trasferito in parte dall'Autorità Portuale proprio alle Noghere.
Stiano a casa i politici di tutti i colori, nuovi o riciclati che siano.



Ai Triestini distratti, ed ai Muggesani pure.

» Inviato da valmaura il 28 May, 2021 alle 11:13 am

A tutti quelli che negli anni scorsi pensavano che “la Ferriera riguarda Servola” e si trastullavano nelle loro fallaci illusioni, puntualmente smentite dalle statistiche e dai numeri del Ministero della Sanità che dimostravano come i record poco invidiabili di tumore e malattie “normali” all'apparato respiratorio investivano tutta, TUTTA, la provincia e non solo il rione di Servola.
E dunque a tutti quelli che oggi giulivi e fancazzisti pensano lo stesso per il rischio che i dragaggi annunciati nel Vallone di Muggia (fronte Ferriera-Scalo Legnami, fronte ex raffineria Aquila, e a fianco Rio Ospo) non li riguardino e che al massimo i lavori di rifacimento della fu Area a Caldo della Ferriera e l'impatto ambientale della annunciata nuova Acciaieria alle Noghere investano di problemi “solo” chi ci abita attorno.
Beeepp! Risposta sbagliata, anzi sbagliatissima. Complimenti per l'altruismo a parte. Che magari lede il menefreghismo di parte rilevante dei nostri concittadini, e che tra qualche anno verranno, purtroppo per loro e noi, e questo ci fa moderatamente inc … pardon arrabbiare, smentiti dall'elenco dei caduti sanitari.
Mettetevi bene in testa, basta anche per i più pigri di voi guardare le foto satellitari di Google Maps, che i fanghi altamente tossici sollevati nei dragaggi, per l'effetto delle correnti marine, investono ampiamente tutta la linea di costa del Golfo di Trieste, da Capodistria da un lato e fino a Sistiana e oltre dall'altro.
Per cui quando voi, i vostri pargoli, farete il bagno estivo, dove di acqua in bocca ne entra sempre un po', e la vostra pelle a meno di non corazzarsi in una tuta isolante, il contenuto cancerogeno disperso nel mare lo incontrerete comunque.
Per non parlare poi della catena alimentare, ovvero di chi gradisce pesci e frutti di mare pescati nel Golfo, auguri vivissimi che ne avrete, avremo assai bisogno.
E le polveri sollevate dai lavori di rifacimento di aree dove non c'è centimetro in superficie e per metri in profondità, pregne dei peggiori inquinanti cancerogeni, che sforano di due/tremila volte, non è un nostro refuso ma la realtà che esce dalle analisi dei tecnici del Ministero dell'Ambiente e per fortuna nostra non da quell'orpo che Arpa, i già generosi limiti di legge. Le polveri, come dimostrato da tutti i seri studi fatti, investono, per l'effetto dei venti, soprattutto la Bora, tutto il territorio della nostra provincia ed oltre (fino a Monfalcone e Grado e Capodistria).
Ma voi potete continuare a menefregarvene, a dire “mi no me intrigo, mi fazo Din Don”, fino ovviamente a sventura contraria, che non auguriamo a noi e dunque a nessuno.
Era giusto scrivervelo, anche se molti di voi in verità non lo meritano.
La “Cassandra” di Trieste Verde.



Comune di Muggia. Poche idee ma ben confuse.

» Inviato da valmaura il 27 May, 2021 alle 12:08 pm

Il sindaco afferma che il Comune con delibera di Giunta ha deciso di partecipare al “Tavolo” per la realizzazione del progetto della nuova Acciaieria alle Noghere, poi a richiesta di chiarimenti sull'esistenza di questo “Tavolo”, precisa che no, esso ancora non esiste, ma che il Comune ha firmato il via libera all'Accordo di Programma per la realizzazione del progetto in questione, poi emerge, grazie alla attenta ricerca dei residenti della zona interessata, che in realtà il Comune di Muggia ha firmato un “Protocollo d'Intesa (di iniziativa della Giunta Regionale ed allegato alla delibera della stessa n. 731 di data 14 maggio 2021) fra Regione, Consorzio ex Ezit, Autorità Portuale, Gruppo Metinvest-Danieli, avente come oggetto: “la manifestazione di interesse finalizzata alla realizzazione di un progetto di sviluppo industriale integrato nell'area Noghere della zona industriale di Trieste”.
In queste nove paginette non figura mai, ripetiamo MAI, un accenno alla valutazione dell'impatto ambientale che il futuro stabilimento determinerà nell'area confinante con centri abitati e sulle misure-prescrizioni da assumere, mentre è infarcito di tutte le altre metodologie operative future, in cui brilla un capitolato dedicato (numero 8 ) agli “Obblighi di riservatezza”. Ben originale se parametrato al fatto che quattro dei cinque sottoscrittori sono enti pubblici e dunque vincolati per legge alla piena trasparenza e pubblicità di ogni loro atto.
Ma leggiamo l'incipit di questo capitolato: “Le parti si impegnano a mantenere la riservatezza in merito alla documentazione e agli “atri” (immaginiamo: altri) contenuti derivanti dall'attuazione del presente Protocollo d'Intesa, adottando le cautele e le misure di sicurezza necessarie al fine di mantenere riservate le informazioni, ….”
Dunque non possiamo esimerci dal trasmettere questo Protocollo alla Procura della Repubblica per verificare se quanto sottoscritto in questo “impegno” non violi tutta la normativa di legge che dispone il corretto trasparente funzionamento di un Ente pubblico, elettivo nel caso di Regione e Comune di Muggia, e di nomina pubblica per i restanti due: Consorzio Zona Industriale e Autorità Portuale.
Anche perchè rischi di “spionaggio industriale” per la semplice costruzione di un Laminatoio a Caldo e delle tecnologie legate alla sua produzione appaiono difficili da immaginarsi.
Ma la chicca, tra le non poche in verità di questo originale Protocollo, sta ne comma i ) del Settimo Capitolato dove si scrive papale papale che tra gli obblighi delle parti sottoscriventi c'è quello di: “Agire in buona fede”.
Sembra uno scherzo, ma è invece l'indicatore della cristallina “fiducia” che regna tra i contraenti.
Non male come inizio.
Ma ne parleremo domenica 30 maggio, con ritrovo alle ore 10.30, in via Flavia di Stramare all'uscita della Galleria di Aquilinia dinanzi all'Officina meccanica Walter, nei pressi di un Autolavaggio, luogo da cui raggiungeremo lo spazio adiacente in cui si terrà l'incontro, e verificheremo la volontà e la partecipazione dei cittadini, dei residenti in zona, a Muggia e San Dorligo, come nella vicinissima Trieste, di costituirsi come principale interlocutore legittimato al confronto con ideatori e per ora solo proponenti di un'acciaieria “Green ma non troppo” che andrebbe ad occupare un'area vasta quanto importante del nostro territorio per altro annunciando una ricaduta occupazionale risibile (un lavoratore per 1200 metri quadri) ma appetibile per l'utilizzo delle agevolazioni del Porto Franco trasferito in parte dall'Autorità Portuale proprio alle Noghere.
Trieste Verde. 




« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Pagina 246Pagina 247Pagina 248Pagina 249Pagina 250Pagina 251Pagina 252Pagina 253Pagina 254Pagina 255Pagina 256Pagina 257Pagina 258Pagina 259Pagina 260Pagina 261Pagina 262Pagina 263Pagina 264Pagina 265Pagina 266Pagina 267Pagina 268Pagina 269Pagina 270Pagina 271Pagina 272Pagina 273Pagina 274Pagina 275Pagina 276Pagina 277Pagina 278Pagina 279Pagina 280Pagina 281Pagina 282Pagina 283Pagina 284Pagina 285Pagina 286Pagina 287Pagina 288Pagina 289Pagina 290Pagina 291Pagina 292Pagina 293Pagina 294Pagina 295Pagina 296Pagina 297Pagina 298Pagina 299Pagina 300Pagina 301Pagina 302Pagina 303Pagina 304Pagina 305Pagina 306Pagina 307Pagina 308Pagina 309Pagina 310Pagina 311Pagina 312Pagina 313Pagina 314Pagina 315Pagina 316Pagina 317Pagina 318Pagina 319Pagina 320Pagina 321Pagina 322Pagina 323Pagina 324Pagina 325Pagina 326Pagina 327Pagina 328Pagina 329Pagina 330Pagina 331Pagina 332Pagina 333Pagina 334Pagina 335Pagina 336Pagina 337Pagina 338Pagina 339Pagina 340Pagina 341Pagina 342Pagina 343Pagina 344Pagina 345Pagina 346Pagina 347Pagina 348Pagina 349Pagina 350Pagina 351Pagina 352Pagina 353Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 18 October, 2021 - 3:20 pm - Visitatori Totali Nr.