Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Ben svegliato fiorellino. (dal film Sister Act)
Ci riferiscono che il consigliere comunale (da 9 anni) Paolo Menis avrebbe presentato una mozione-richiesta sulla Pineta di Cattinara, ovviamente respinta.Noi gli presentiamo invece solo una semplice domanda: durante i nove anni passati quasi tutti da Capogruppo in..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Ferriera. Tre tromboni e due pifferi.
Ci hanno messo 22 anni per varare una soluzione che dal 2000 il Circolo Miani e Servola Respira avevano indicato, utilizzando allora i Fondi Europei disponibili per la bisogna e senza spendere una lira (si allora quella era la..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 44

Immaginate che ….

» Inviato da valmaura il 1 October, 2019 alle 11:52 am

Immaginate se i ripetuti atti di vandalismo, di tentata effrazione e devastazione che la sede del Circolo Miani è costretta a patire avessero avuto invece come bersaglio sedi di partiti e forze politiche-sindacali.
Sai le urla, le grida pubbliche, gli articoli ed i servizi televisivi, i commenti e le dichiarazioni di condanna e solidarietà che avrebbero tempestato l'opinione pubblica, e le misure preventive attuate da magistratura e forze dell'ordine.
Siccome capita ai “paria” del Circolo Miani solo silenzi, magari compiaciuti, e censure.
Non una novità almeno per noi, e se pensano di intimidirci con questi atti sbagliano di grosso.
Ci piace pensare che una parte di cittadini, ed almeno per i 4555 che hanno messo il “Mi Piace” alle nostre pagine su Facebook, la pensi come noi.
Resta il fatto che sono dei vili, gli autori di tali atti ed i loro mandanti morali, ovvero tutti quelli che stanno zitti.
Maurizio Fogar



Nuova effrazione alla porta del Circolo Miani, ma “liberata” la Sacra Osteria”.

» Inviato da valmaura il 30 September, 2019 alle 11:21 am

Per 24 ore, speriamo, inibito l’accesso alla sede del Circolo Miani. La porta blindata è stato oggetto di un nuovo tentativo di effrazione a tre mesi e tre giorni esatti dall’ultima devastazione (26 giugno).
Ovviamente forze dell’ordine e vigili del fuoco intervenuti sul posto hanno rispettivamente spiegato che su una porta metallica liscia non si possono rilevare impronte utili (???) e si sono rifiutati di far intervenire la polizia scientifica, ed in quanto all’apertura della porta se volevamo potevamo chiamarci e pagarci un fabbro, hanno dichiarato i Vigili.
Mentre gli utenti di due dei tre ascensori del palazzone che contiene, oltre al Circolo nella cupola sul tetto, altre 52 famiglie, potevano affidarsi alla buona sorte ed al cuore forte casomai un impianto di risalita di guastasse con loro dentro, visto che le cabine di manovra degli impianti erano inaccessibili sul tetto oltre la porta bloccata.
Tra le centinaia di migliaia di euro spesi da Regione, Comune ed enti vari per piazzare telecamere ad ogni angolo di strada, dove anche infilarsi le dita nel naso diverrà un atto di pura temerarietà, dopo venti e passa episodi di scasso e vandalismo le richieste del Circolo, a Prefettura e Questura, di metterne una sul pianerottolo all’ingresso sono rimaste sempre inevase. Tanto paga Pantalone, ovvero l’Ater, ovvero noi cittadini, il lavoro di ripristino.
Questa, nella realtà, è la “sicurezza” che garantisce lo Stato.
In compenso possiamo dormire sonni tranquilli e sicuri. Ieri, dopo anni ed anni di abbandono e sporcizia locali e giardino della Sacra Osteria in Campo Marzio, di proprietà del Comune di Trieste, sempre lui, erano stati aperti da un collettivo di una trentina di giovani e non, per far rivivere quegli spazi in una città che non ne ha. Neanche il tempo di finire di pulire sommariamente gli ambienti ed annunciare per la serata una festa aperta alla città che, come scrive il piccolo giornale “Meno di due ore dopo è già tutto finito. Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia locale, coordinati dalla Digos, hanno fatto sgomberare.”
Ed il Comune denunciato i molestatori.
Mancavano solo Cia, Kgb, e Lagunari, che Superman e Superciuk erano impegnati altrove con il Commissario Basettoni.
Alla fine del tutto la “Profanata Osteria” è stata riconsegnata ai legittimi proprietari: alle pantegane.
Ma c’è nessuno alla Corte dei Conti FVG e in questa Procura che apra un procedimento contro gli amministratori comunali per omissione di atti d’ufficio e danni erariali per la responsabilità di aver lasciato marcire questi spazi da anni e annorum?
Scherzate: siamo a Trieste, ragazzi.



Greta e Trieste.

» Inviato da valmaura il 28 September, 2019 alle 12:25 pm

Bene, molto bene la partecipazione alla terza manifestazione promossa a Trieste per “salvare la Terra”.

Ora alcune modestissime riflessioni, che suggerimenti e sapienza distribuite a piene mani da certi babbioni che ronzavano come loro abitudine attorno a queste iniziative dopo essere stati, ed essere, protagonisti da prefisso telefonico della politica, non riteniamo di dover dare. Per questo vale il nostro “curriculum” sempre se qualcuno ha il piacere di informarsi.

Allora, visto che il nostro palcoscenico è molto più modestamente Trieste e la Regione FVG, e non Strasburgo o l’ONU, vediamo come queste iniziative possano pesare, incidere sulle scelte politiche ed amministrative della nostra terra. Altrimenti corrono il rischio di rimanere delle lodevoli gesta fini a se stesse.

Il nostro Comune ha una enormità di palazzi, stabili, appartamenti vuoti, sfitti ed il più delle volte abbandonati a se stessi da lustri e lustri.

Si calcola che queste case potrebbero ospitare una popolazione pari a quella residente nell’intera cittadina di Muggia (15.000 persone) pur a fronte di un costante calo demografico dei triestini (tra 1500 e le 2000 unità in meno all’anno). Una parte non insignificante è proprietà di enti pubblici ed un’altra di privati.

Ciò nonostante Trieste, pur con la sua piccola estensione territoriale, lo stesso discorso vale per lo striminzito territorio della ex Provincia, e la sua particolare, unica, conformazione morfologica (tra Carso e mare), ha la più alta percentuale in regione per nuove costruzioni edilizie a spese dell’ambiente.

Altro tema è la pessima manutenzione del verde, a partire dagli alberi, esistente da tempo sul nostro territorio, sottoposto ad una costante erosione a partire proprio da immotivati abbattimenti.

Poi ci sarebbe la questione della gestione dei litorali, oggi parcellizzati tra proprietà private che ne limitano l’accesso garantito dalla legge, e del sostanziale abbandono in quelle parti invece libere.

L’impatto industriale, quello del riscaldamento invernale e del condizionamento estivo, l’assenza pressochè totale di una politica biocompatibile nell’edilizia pubblica e privata, di un piano del traffico disincentivante l’uso dei veicoli privati e via discorrendo.

Ecco come Circolo Miani, assieme a diversi Comitati di Quartiere dal 1981 in poi, e più specificamente dal 1998 ad oggi, su molti di questi temi abbiamo operato sul nostro territorio. Ovviamente ignorati dalla vecchia e nuova politica (per arrogante difesa di interessi consolidati e per ignorante incompetenza) e da una stampa (scritta e televisiva) asservita e compiacente.

Su questo, se ne avete voglia, siamo pronti alla discussione, al confronto ed alla collaborazione. Sempre che riteniate opportuno far divenire patrimonio della realtà dove viviamo le parole d’ordine da voi ritmate in corteo.

Nella foto l'italica “gretona”. Maria Giovanna Maglie: “Greta Thunberg? La metterei sotto con l’auto”.

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/a.1497907753813521/2560451694225783/?type=3&theater




Villa Haggiconsta di viale Romolo Gessi non è che l’ultima.

» Inviato da valmaura il 27 September, 2019 alle 1:35 pm

La bellissima villa con il suo rigoglioso giardino che si affaccia su viale Romolo Gessi sta per essere messa in vendita dal Comune. L’ha ricevuta oltre dieci anni fa dalla Regione con la destinazione di mantenere in essere il suo ruolo di sede delle associazioni che si occupano di “disabilità gravi”, ma non fa niente.
Il Comune l’ha lasciata marcire per anni chiusa senza fare i basilari interventi di manutenzione ch
e ora costerebbero, è sempre la Giunta comunale a dirlo, “tre milioni che il Comune non ha”. E dunque venderla a privati, senza vincolo ovviamente, è l’unica soluzione.
Intanto cominciamo con il dire che in un paese serio i soldi per gli interventi di riatto dovrebbero essere tirati fuori da tutti gli amministratori pubblici passati in questi anni come responsabili in solido, ovvero con il proprio patrimonio personale, del danno, anche erariale, patito dalla costruzione e dal suo proprietario il Comune di Trieste, per aver permesso un simile degradarsi della Villa.
Ma come dicevamo all’inizio la politica del “pubblico” in questi anni, diciamo a partire dalla metà degli anni Novanta in poi, è stata quella di vendere ed alienare i beni (immobili ed aree) in proprio possesso con l’intento di “fare cassa”, poca per la verità viste le svendite a prezzo di saldo e l’ultimo caso, quello di palazzo Carciotti, ne è l’emblema. Scelta dovuta non solo e tanto alla mancanza di fondi ma soprattutto alla mancata volontà della politica di assumersi responsabilità dirette e dall’assenza di un progetto di città che sia anche lontanamente diverso dagli affari dei privati.
Ora viene alla luce anche il caso del Mercato Coperto di Barriera, prossimo ad essere affidato alla gestione privata dopo che il Comune ha appena speso un quarto di milione per rimetterne a posto gli ambienti interni.
Perché dunque non chiamare le cose con il loro nome: scandalosa incapacità (dalla caserma di Roiano, alla galleria di Montebello passando per il crollo della Piscina terapeutica ma l’elenco è infinito) oppure “il Sacco di Trieste” portato avanti da una politica, praticamente tutta, della quale non si distingue più alcun confine con il “partito degli affari”.



Questa è bella !

» Inviato da valmaura il 26 September, 2019 alle 2:56 pm

Ci mancava proprio un assessore regionale all’ambiente favorevole al nucleare.

Non finiscono mai di stupire, ma un po’ è anche colpa nostra che dopo quasi un anno e mezzo ci saremmo dovuti abituare alle uscite estemporanee di questa Giunta regionale. Dopo la propaganda del Referendum sul maggioritario secco, che già sanno, ma fa niente, verrà respinto dalla Suprema Corte, ci tocca ora assistere ad un assessore regionale all’ambiente (tutto in minuscolo, per carità!) che fa da apripista all’ultima ideona targata Fedriga. Quella cioè di far entrare la Regione FVG nella società di gestione della vetusta Centrale nucleare slovena di Krsko che qualche benpensante progetta pure di raddoppiare, a poco più di 100 chilometri da Trieste.
Le studiano proprio tutte visto che in Europa, dalla Germania alla Francia, si è deciso di chiudere tutte le centrali nucleari esistenti entro pochi anni.
Se proprio stanno male e decidono di optare per la scelta, ora legittima, della “buona morte” si prendano su e vadano a farla finita in Svizzera ma non costringano i cittadini del Friuli Venezia Giulia ad esporsi al rischio di una pessima morte non desiderata e non voluta. Che il ricordo di Chernobyl è ancora ben vivo da queste parti e Krsko è dannatamente più vicina.





« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 14 July, 2020 - 11:00 am - Visitatori Totali Nr.