Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Trieste. Elezioni semestrali !
Si voti ogni sei mesi in città! Visto che questo pare essere l’unico modo per spingere l’amministrazione comunale a..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Dalla città al Carso. Continua la mattanza degli alberi.
Ieri una lettrice ci ha inviato queste foto scattate durante una passeggiata sul “monte..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 36

Trieste Azienda Sanitaria. Sprofondo Rosso.

» Inviato da valmaura il 21 April, 2020 alle 11:43 am

Appare incredibile che a quasi tre mesi (quattro se ci mettiamo la Cina) dell’affacciarsi devastante del Covid-19 in Italia, oltre al “Massacro nelle RSA” come lo ha definito il direttore dell’OMS, a Trieste venga in fretta e furia, a “buoi scappati”, chiuso un reparto chiave degli ospedali cittadini: la Medicina d’Urgenza.
Oggi, ma solo oggi, scoprono che 5 medici, 9 infermieri e 5 degenti sono stati vittime del contagio, e i brill
antissimi vertici dell’ASS derubricano il fatto ad un deprecabile incidente.
Nel frattempo sono stati spesi 11 milioni di euro per ricostruire due dei cinque piani sventrati oltre un anno orsono in una delle Torri per “portarsi avanti” con il lavoro di un cantiere fallito prima di nascere.
Con un bilancio così in qualunque paese del Mondo i responsabili sarebbero stati cacciati su due piedi dopo essere stati condannati a risarcire il danno, a cose e persone.
Anche su questo la politica tace o balbetta, nel silenzio pneumatico di un “giardiniere” intento a tagliare erba e arbusti nella sua villa sopra Grignano. Ora è vero che formalmente la sanità è (s)governata dalla Regione, e smantellata quella pubblica a partire dalla seconda metà degli anni Ottanta da tutte le maggioranze politiche, ma un Sindaco, incidentalmente pure Ufficiale Sanitario del Comune, che rappresenta la comunità che con le sue tasse si paga ospedali e sanità, qualcosa dovrebbe pur ricordarsi di dire a difesa di un interesse primario dei Triestini. Altrimenti a che serve?
Post Scriptum, senza riesumare concetti veteromarxisti, non è di molta consolazione ai tantissimi triestini costretti a farsi una quarantena di due mesi in appartamenti molto ma molto più ristretti, vedersi un giorno si e l’altro pure il primo cittadino invitare a “io resto a casa” dalla balconata della sontuosa dimora.
Forse se lo dicesse dal suo ufficio in Municipio sarebbe più credibile e meno fastidioso.
Dalla TiVù degli Agricoltori.

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/pcb.2754966028107681/2754965954774355/?type=3&theater

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/pcb.2754966028107681/2754968811440736/?type=3&theater




Verde Comunale. Alberi: si legge un balbettio.

» Inviato da valmaura il 20 April, 2020 alle 12:49 pm

Come risposta, generosamente ospitata dal piccolo giornale che oscura la notizia di partenza (ovvero il nostro articolo “io accuso”): ma si chiama “informazione”, oggi l'infausta assessora al verde pubblico si premura di dichiarare che ora ripartono le potature degli alberi e le “messe in sicurezza” (leggasi abbattimenti) su indicazione di un “esperto” esterno (che al Comune evidentemente in tutto il “Servizio” Verde Pubblico non ne hanno risparmiato uno).
Scrive pure la signora che anche in questo periodo di divieto (un mese abbondante) il Comune ha comunque “autorizzato”, comunicandolo alla “prefettura” ma non al Vescovo, il prosieguo dei lavori più urgenti per la “pubblica incolumità” eseguito dalle ditte esterne.
Ora facciamo noi, ed agratis, il mestiere di giornalisti visto che chi ospita tali dichiarazioni se lo è scordato da lungo tempo.
Potare a partire da oggi, ma anche un mese fa era lo stesso, alberi in piena foliazione ed a gemmatura avvenuta, non è potare ma ferire e compromettere l'alberatura (vista anche l'entità degli interventi). Ma per sapere questo non occorre pagare un “esperto” esterno. Basta avere occhi aperti e neuroni, anche pochi, funzionanti.
Decine di dichiarazioni e foto, personalmente siamo stati testimoni a due di questi casi in Viale Romolo Gessi e passeggio Sant'Andrea, eseguiti per giustificati, dalla Lodi, motivi “urgenti” in pieno divieto regionale sono stati semplici quanto radicali tagli di rami pieni di foglie nuove che hanno spesso trasformato i tronchi in moncherini.
Morale della favola. Prima questi se ne vanno a casa, restandoci, e meglio sarà per tutti. E se sempre meno gente acquisterà questo simulacro di piccolo giornale, idem.



TriesteVirus. Pillole di ordinaria follia.

» Inviato da valmaura il 19 April, 2020 alle 2:14 pm

Il sindaco di Gorizia Ziberna rivendica “più poteri per i Sindaci” come dopo il terremoto del 1976.
Il problema a Trieste non si pone, non riguarda i “giardinieri”.

La Trimurti Fedriga-Riccardi-Roberti autoelogia la preveggenza della Regione.
Peccato non abbiano previsto, pur avendone informazioni e tempo, i 270 contagiati con 90 decessi (media letalità del 33%) delle case di riposo pubbliche e private per anziani.
Servizi sociali. Meglio cambiar nome in Ragioneria.
Tempi insopportabilmente e burocraticamente lunghi per i “buoni spesa” eppoi la novità: le banche, Unicredit soprattutto, pur avendo in cassa i quattrini di Comune ed Inps rimandano di tre settimane, se va bene, il pagamento ai beneficiari (contributi antipovertà e pensioni di invalidità). Nel frattempo i soldi che si trovano in cassa li impiegano ovviamente nelle attività finanziarie bancarie, mentre gli utenti si sentono rispondere da Unicredit di “portare pazienza” e dalle assistenti sociali del Comune che lo sanno ma non possono fare nulla. Non è di loro competenza (!?!?). E visto che il Sindaco invece di tutelare i tanti triestini in difficoltà, taglia l'erba in villa …
Vigili inurbani. In questo periodo di emergenza e stress alla millesima potenza non trovano di meglio da fare (consegnare le agognate mascherine, no?) che fare raid nei giardini deserti per multare il cagnetto senza guinzaglio. Si capisce perchè a Trieste hanno aperto la Risiera.
Nelle foto. La TiVù degli agricoltori ed una storica prima pagina del settimanale di "resistenza umana" Cuore.

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/pcb.2753107141626903/2753107061626911/?type=3&theater

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/pcb.2753107141626903/2753111298293154/?type=3&theater




Io accuso.

» Inviato da valmaura il 18 April, 2020 alle 1:22 pm

L’ordinanza firmata ieri dal presidente della Regione in uno dei punti recita che dal 14 aprile sono di nuovo permesse le manutenzioni del verde pubblico e privato, con le dovute prescrizioni protettive per il personale impiegato, si intende.
Ergo ciò sta a significare che in quest’ultimo mese e passa questi “lavori” all’aperto erano vietati.
Mi attendo di conoscere le contravvenzioni elevate dalla balda polizia municipale, e le segnalazioni alla magistratura, nei
confronti delle ditte e del personale, interno od esterno al Comune di Trieste, per i numerosi lavori di “potatura” ed abbattimento di alberi effettuati in questo periodo “vietato”.
Mi attendo inoltre di conoscere se l’assessora Lodi, disgraziatamente competente per il Verde triestino, ha provveduto a segnalare alla Procura della Repubblica i nominativi dei funzionari della sua Direzione che hanno omesso di vigilare e/o hanno autorizzato il prosieguo dei lavori suddetti in questo periodo di mora, e se ha avviato i procedimenti disciplinari interni.
Altrimenti questo Comune non merita alcun rispetto e scredita l’esistenza stessa delle istituzioni e della legge. Buoni tuttalpiù a multare un cagnolino senza guinzaglio nel deserto.
Come sempre deboli con i forti e forti con i deboli.
Maurizio Fogar.



No, Fedriga così proprio non va.

» Inviato da valmaura il 17 April, 2020 alle 2:11 pm

Dipiazza meglio dei fratelli De Rege.

Sono passate più di cinque settimane dall'improvvida uscita della Regione, cioè il duo Fedriga-Riccardi, che “entro questa settimana” tutti i residenti in Friuli Venezia Giulia (oltre 1 milione e duecentomila) riceveranno al proprio domicilio una confezione di 2 (due) mascherine protettive riutilizzabili. Poi, ma solo poi, i banditori si sono accorti che più di trentamila pezzi a settimana le ditte che avevano interpellato non riuscivano a consegnare. Allora hanno ridotto i beneficiati ai nuclei familiari (insomma se in famiglia sono in quattro si turnano le due protezioni ! ).
Allo stato attuale, ovvero alla quinta/sesta settimana, meno di un quarto delle famiglie, qualunque sia il numero di componenti, riceverà le agognate mascherine, ma. Ma nel contempo, contro ogni logica e scienza medica, da oggi tutti i residenti del Friuli Venezia Giulia al loro affacciarsi all'uscio domestico devono indossare protezioni per naso e bocca, anche sciarpe aggiunge la Regione con un tocco di malsana comicità, quando la temperatura esterna ha superato in questi giorni i 20 e passa gradi all'ombra.
Non importa che si cammini da soli lontani metri, ben più della distanza sociale di un metro indicata dall'OMS, tutti con la mascherina. Presidio medico che nella maggior parte dei tipi in giro è “monouso”, ovvero garantisce un minimo di protezione per poche ore e poi non serve a nulla se non a facilitare il veicolare di germi, batteri e virus.
Infatti il nostro estroversamente domestico sindaco ha subito seguito il pessimo suggerimento e, per strafare come sua abitudine, si è fatto immortalare dalla televisione di casa Camber sul balcone del suo eremo con tanto di mascherina addosso, dove appunto non serve a nulla. Ma tentava di rimediare alla figuraccia istituzionale che il sito Web di famiglia gli aveva causato il giorno prima. Della serie “pezo el tacon chel buso”.
Ma il Comune di Trieste, sotto la sua indefessa ed instancabile guida, altro che quel pirlone di Sindaco di Bari che pure nel giorno di Pasqua porta la spesa a domicilio ai suoi concittadini, è impegnato alla spasimo nella battaglia contro l'emergenza CoronaVirus, con tutta l'umanità ed il buon senso che la situazione richiede.
Stamane blitz della polizia locale in borghese nel vuoto pneumatico di viale Romolo Gessi. Colpito e sanzionato un vecchio mite ed affettuoso segugio, una “adozione del cuore”, che malato in fase terminale era lasciato libero dal proprietario a pochi metri, nei deserti interni vialetti dell'area verde, il tempo necessario per espletare i propri bisogni fisiologici (e sì anche i cani hanno una loro pudica riservatezza, sicuramente di gran lunga superiore ai tanti umani che urinano e defecano abitualmente in zona) sempre ovviamente raccolti anche se “prodotti” nelle aree più incolte ed abbandonate.
Fatto il verbale, se ne sono subito ritornati in ufficio, della serie “mordi e fuggi” e per giustificare quell'assurdo gesto reso tanto più astruso in questi frangenti e nelle sue modalità, hanno detto che si limitano solo ad eseguire gli ordini. Insomma più o meno come i gerarchi nazisti ai vari processi di Norimberga, con la sola differenza che allora questa scusa non ha evitato loro la forca.
Nel frattempo mentre i nostri tutori della “sicurezza locale” compivano l'impresa a pochi metri di distanza tutti i veicoli sfrecciavano tra gli ottanta e cento chilometri all'ora, con il limite di 50 ovviamente.
E Trieste da sola raggiungeva ieri il triste primato di 106 morti da Covid-19, più della metà dell'intera Regione che conta un milione in più di abitanti.
E che la sanità regionale vuole arruolare Colf e Badanti per assistere i ricoverati negli “ospizi” falcidiati dall'epidemia.
Non ci resta che ridere, che le lacrime le abbiamo finite.

https://www.ilfattoquotidiano.it/…/coronavirus-la…/5766141/…





« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Pagina 246Pagina 247Pagina 248Pagina 249Pagina 250Pagina 251Pagina 252Pagina 253Pagina 254Pagina 255Pagina 256Pagina 257Pagina 258Pagina 259Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 24 October, 2020 - 11:26 pm - Visitatori Totali Nr.