Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Dipiazza e Mattarella.
Dipiazza critica l’intervento delle Forze dell’Ordine, probabilmente la stessa Polizia municipale, presso un noto bagno triestino per il mancato rispetto delle minime misure precauzionali (distanziamento ed assenza di mascherine) in occasione di un party danzante (per il quale..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

I Patrioti.
Il conto economico del Covid-19.Oggi i “giornaloni”, voce unica e perenne dell'opposizione a Conte, attaccano i titoli d'apertura a caratteri cubitali con la “stima preliminare” dell'Istat che annuncia che in Italia nei mesi di aprile, maggio e giugno..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 33

Alberi. A Trieste si chiama “posa a dimora”: ETERNA !

» Inviato da valmaura il 28 January, 2020 alle 12:46 pm

Ora non abbiamo elementi sufficienti per giudicare se in via Rossetti alta (civico 85) gli alberi esistenti DOVEVANO essere abbattuti.
Come ricordano sempre botanici ed agronomi i due terzi degli alberi “ammalati” sono curabilissimi, sempre che lo si voglia.
Certo che oramai tale e tanta è la sfiducia nella credibilità dei quattro funzionari del servizio Verde Pubblico comunale, e nell’assesora che lo dirige, che anche qu
ando dicessero il vero nessuno crederebbe loro, e gli esempi a riprova non mancano, purtroppo.
Fa sorridere macabro che però gli operatori interpellati dai cittadini in corso d’opera si rifiutino di dire il nome della ditta per cui lavorano (violando la legge: operando essi per un ente pubblico) e soprattutto gli avvisi, non firmati tra le altre cose, affissi dal Comune sui divieti di sosta temporanei in cui si parla di “posa a dimora”. Dove? Nell’inceneritore?
Post Scriptum. A scanso di equivoci o speciosità, si rimembra che piovviginava come ben si evince dai rivoli delle macchie sui ceppi.

Impressionanti le foto sulla Pagina Facebook Circolo Miani.




Tram di Opicina. Ma chi controlla i controllori?

» Inviato da valmaura il 25 January, 2020 alle 2:24 pm

Come la vicenda del cantiere nato morto, ma con cinque piani intanto sventrati, dell'Ospedale di Cattinara e con il Burlo nel Limbo; il mancato rispetto dei termini (due anni di ritardo) per i lavori indicati nella perizia sul tetto della Piscina Terapeutica, intanto crollato; il ricorso al TAR sulla Ferriera respinto con parole infamanti dai giudici amministrativi per la mancanza di cultura giuridica dell'atto comunale.
E come non citare la vendita della ex Fiera di Montebello fatta prima di modificare il Piano urbanistico del Comune, se ne sono accorti solo mesi dopo. O la ridicola vicenda delle inferriate da ripittare di viale Miramare di cui il Comune negava la proprietà.
Ma potremmo continuare con il caso della ciofeca gigante del Parco del Mare in cui i nostri baldi eroi ignoravano il vincolo posto sull'area della storica Lanterna.
E ci fermiamo qui perchè l'elenco ci porterebbe via mezza giornata.
Ora tocca alla “scoperta” di una precedente condanna, incompatibile con la partecipazione a lavori pubblici, del titolare della ditta a cui il Comune aveva assegnato il cantiere di rifacimento dei binari dello stradisgraziato Tram di Opicina, e che rinvia i lavori, e la ripresa del servizio, sine die. E questo dopo oltre un anno perso in cause al Tar e Consiglio di Stato per difendere la decisione comunale.
Ma in questa disgraziata e sfigata amministrazione comunale, e tra i 40 consiglieri spediti in Comune per controllare e non per passare il tempo a chattare sugli Smartphone, c'è qualcuno che verifica “prima” e non dopo, a “babbo morto”?
Abbiamo capito che i soldi sono nostri e non loro, ma anche alla decenza c'è un limite!



Addio, caro amico.

» Inviato da valmaura il 23 January, 2020 alle 12:40 pm

Lo hanno abbattuto. Era un cedro frondoso, rigoglioso e verdissimo, che ha accompagnato la mia giovinezza, adolescenza e maturità.

Stava lì da sempre, almeno nei miei ricordi dal 1960, era alto una ventina di metri ed ospitava tra i suoi rami centinaia di uccellini, che pure ci nidificavano.

Proteggeva dalla calura ed era un piacere ammirarlo.

Ci hanno provato una prima volta quattro mesi orsono, ma seppure mutilato ero riuscito a salvarlo. Ieri invece la fine, grazie al “permesso” del Comune. Inutile chiederne la motivazione, tanto la conosciamo benissimo: e visto che malato non era, come si evince anche dal ceppo, e tantomeno “deperito”, avranno scritto “a rischio caduta”.

Questi sono gli “esperti” a cui affidiamo, obbligati, la nostra esistenza.

Grazie caro indimenticabile amico. Ci hai dato tanto e ti hanno ripagato così.

Se può essere di consolazione il motto “mal comune e mezzo gaudio” anche in piazzale Rosmini non hanno scherzato. Come si vede dalla seconda foto.

La giustizia terrena non li colpirà mai e questi lo sanno, specie a Trieste.




E vai con la me.... pardon il guano !

» Inviato da valmaura il 22 January, 2020 alle 12:06 pm

Oggi un consiglio: a tutti quelli che transitano sulla Super(?)strada, nel tratto tra Chiarbola e Valmaura, epicentro Galleria di Servola, munirsi di maschera antigas e tappare bene finestrini e porte.

Bastano pochi secondi e la vettura si trasforma in una latrina corporale, tanto insopportabilmente forte è l'olezzo nauseante di merda concentrata che proviene dal vicino “nuovo” e “laudato” Depuratore fognario cittadino che dovrebbe appunto depurare i bisogni fisiologici di 205.000 triestini.

Non è francamente possibile che dopo aver speso una cinquantina e passa di milioni, aver inaugurato con tutte le autorità immaginabili, e superlodato la struttura periodicamente si verifichino uscite di questa puzza, per nulla “misteriosa”, per dirla come vilmente la appella il piccolo giornale.

E non vorremmo proprio essere nei panni delle migliaia di persone che ci abitano attorno.

Nè della povera statua del Sardòn barcolano, dal fetore ridotto immaginiamo ad una lisca.

Forse la cosa è un tanticchia più importante dello stucchevole dibattito su Sala Tripcovich si o no!

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/a.1497907753813521/2678999602370991/?type=3&theater





Far girare i piccioli !

» Inviato da valmaura il 21 January, 2020 alle 1:06 pm

O se preferite, come disse Giovanni Falcone, “seguite i soldi”.
La nuova tangentopoli si presenta così, diffusamente e non solo in politica dove oramai è quasi impossibile distinguere il confine con gli affari.
Si ordinano progetti, lavori, manutenzioni, anche minime a livello di amministratori condominiali, assolutamente inutili e superflui.
Lo scopo è uno solo far muovere denaro, pubblico o privato che sia.
Il meccanismo abbisogna poi di un cartello di imprese, aziende, ditte, sempre le stesse, anche a livello condominiale, che si aggiudicano i lavori, gli ordinativi.
Nessuno, o quasi, oramai paga più in “bustarelle”. E più denaro gira più alta è la probabilità che una parte rimanga attaccata alle mani.
I “ritorni” avvengono poi in vari modi.
Si va dalle riparazioni, ai restauri dei beni dei privati committenti, siano essi amministratori pubblici o politici, ai contributi per le campagne elettorali (pagamento di spot televisivi e pagine di giornale, affitti sedi e stampa materiale propagandistico), ai cadeaux natalizi, alle vacanze pagate, alle auto riparate. Per finire con le percentuali sui lavori agli amministratori di stabili.
Non molti lo sanno ma questi ultimi vengono pagati in due modi dichiarati: la parcella annuale con scorporate le spese burocratiche e postali da un lato, e la percentuale su ogni lavoro e contratto eseguito per conto del condominio: la percentuale oscilla tra il 5 ed il 10% del costo complessivo, dal più piccolo al maggiore. Poi quasi sempre, il quasi è quasi appunto sempre un eufemismo, con una percentuale in nero dalle ditte prescelte dall'amministratore stesso, anzi meglio “suggerite” ai condomini che poi formalmente approvano. Ovviamente l'interesse degli amministratori è proporre sempre la necessità di nuovi lavori, magari con la abusata motivazione delle “ragioni di sicurezza”.
Tipico il refrain quando si tratta, ad esempio, di abbattere alberi o piante.
Ecco se usate questa lente di lettura forse riuscirete a capire come gira la vita anche a Trieste. Basta guardarsi attorno e magari indietro per comprendere le ragioni di molte scelte, pubbliche o private.
Poi aggiungete una buona spruzzata di ignoranza, incapacità e delega ai funzionari, ed il quadro è completo.
Vizi privati, pubbliche virtù. Titolava un famoso film di Miklos Jancsò.




« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 8 August, 2020 - 4:46 am - Visitatori Totali Nr.