Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

Registrati • Password Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 31

Circoscrizioni, o si riformano radicalmente o meglio sopprimerle.

» Inviato da valmaura il 27 March, 2022 alle 12:44 pm

Nate come Consulte Rionali nel 1972 per stimolare la partecipazione.
 
Cos์ come sono infatti sono enti perfettamente inutili e che per di pi๙ costano alle casse comunali: gettoni di presenza dai 30 ai 100 euro a seduta per i componenti.
Una ventina di anni orsono avevamo dedicato come Circolo Miani una intera giornata di seminari e dibattiti sulle Sette Circoscrizioni del Comune di Trieste (cinque cittadine e due sul Carso).
Ne era uscito un quadro, dopo aver pure approfondito tutti i regolamenti comunali, devastante.
E non a caso i cittadini hanno smesso da lungo tempo di frequentarle perch่ hanno capito benissimo che non servono praticamente a nulla (pi๙ efficace eventualmente segnalare un problema rionale alla stampa).
Gli stessi innaturali accorpamenti fatti a suo tempo dalla Giunta Illy tra quartieri distanti e che nulla avevano in comune erano stati grotteschi: cosa abbia ad esempio in comune il rione di San Giovanni con Chiadino-Rozzol ่ un mistero. Oltre al numero elefantiaco dei residenti cos์ concentrati: la Settima ha pi๙ abitanti di Gorizia e le altre 4 oscillano tra i trentamila ed i cinquantamila residenti.
Questi enti hanno la sola possibilitเ di esprimere pareri consultivi e non vincolanti, dei quali tutte le amministrazioni comunali hanno fatto come si fa con la schiuma sulla birra.
In sintesi noi proponemmo: dimezzare i componenti delle stesse, ridisegnare i territori riportandoli ai quartieri con unicitเ di tradizioni e frequentazioni, insomma alle dimensioni storiche di espressione amministrativa dei rioni, individuare in questi ambiti alcuni tra le centinaia di immobili sfitti di proprietเ comunale con aree verdi annesse e trasformarli in centri civici e sociali, che oltre alla sede della Circoscrizione ospitino pure i servizi sociali e sanitari, il centro civico, e luoghi di aggregazione e ritrovo per i residenti, divenendo in simil modo il cuore pulsante del rione.
Delegare alle Circoscrizioni il potere deliberante e gestionale su tutte le materie che coinvolgono il territorio di loro competenza, con il trasferimento dei fondi e del personale necessario, oggi in capo agli assessorati comunali. Incentivare la partecipazione dei residenti alle scelte magari con consultazioni referendarie locali e conservando ed ampliando il loro diritto di parola alle riunioni dei Consigli.
Tutte cose che al Comune non costerebbero un centesimo in pi๙ di quanto attualmente spende: insomma una riforma a costo zero.
Questa in stretta sintesi fu la nostra proposta, a cui va aggiunta la necessitเ di portare le iniziative culturali sul territorio dove la gente vive e non concentrarle nei soliti santuari tradizionali frequentati dallo stesso bel mondo minoritario ed elitario.
L'alternativa a tutto questo? Banale quanto semplice: chiudere questi enti inutili ma costosi.
Oggi con oltre venti anni di ritardo sulle nostre proposte e sul nostro costante impegno si assiste ad un inutile e strumentale balletto delle forze politiche, si badi bene votate da quelli stessi cittadini che al bar si lamentano dell'inutilitเ di questa politica, sull'ennesima riforma delle attuali Circoscrizioni.
Questa volta almeno li invitiamo a copiare bene quanto a noi rubacchiato in questa recente campagna elettorale senza neppure offrirci un caff่ per l'infelice plagio.



Surrealismo “ambientalista”.

» Inviato da valmaura il 26 March, 2022 alle 2:52 pm

Sulla stampa: “I ragazzi di Trieste in corteo: ซNon staremo pi๙ a guardare gli sbagli dei grandi della Terraป.
Mentre gli “sbagli” dei piccoli, come il Sindaco di Trieste, non li vedono e non contano.
In effetti c'่ qualcosa di surreale e perfino comico in chi a Trieste, una o due volte all'anno per caritเ, scende in piazza per protestare contro la deforestazione globale dei “grandi della terra” e non muove ciglio, non si impegna nemmeno un minuto, contro la mattanza del verde domacio, la strage degli alberi sistematicamente in atto sotto due amministrazioni comunali (Cosolini e Dipiazza).
Difficile ipotizzare che le quattro centinaia di persone in corteo a Trieste possano influire sulle scellerate scelte dei “grandi”, molto pi๙ probabile che invece possano pesare sulle sventate decisioni degli amministratori locali, peccato per๒ che in questi anni i seguaci di Greta, le sigle ambientaliste sono fuori quota che non hanno rappresentato mai pi๙ dei parenti stretti, non hanno mosso dito contro la deforestazione cittadina e carsolina.
Interessante poi rilevare, sempre dalla stampa, che alla manifestazione di ieri “Ha poi preso la parola il delegato regionale per il Wwf, Alessandro Giadrossi. ซLa nostra generazione pu๒ ben dire di vergognarsi - questo il suo commento - perch้ negli ultimi anni abbiamo sbagliato tutto.”
Ed ha perfettamente ragione visto che come avvocato, e da presidente del WWF triestino, non esit๒ ad assumere la difesa della Lucchini nel processo intentato alla Ferriera da 25 famiglie triestine che vedevano la loro vita devastata dai fumi, gas e polveri in uscita massiva dallo stabilimento.
E non gli procur๒ neppure un filino di imbarazzo, oltre a sedere nel CdA della Cartiera Burgo dove decine di dipendenti allora si ammalavano, e morivano quasi tutti per il tumore al Pancreas, per i fumi inalati sul lavoro.
Questi temiamo non conoscano nemmeno il significato delle parole pudore e decenza.



Fuksas, l'incontenibile.

» Inviato da valmaura il 25 March, 2022 alle 1:08 pm

“Trieste,se potessi metterci le mani sopra...”
Fosse per lui, Massimiliano Fuksas a Trieste si occuperebbe di tutto: ซIo per Trieste sono pronto a impegnarmi fino in fondoป.
Ed ecco la geniale idea per il Parco camerale del Mare.



Esclusivo !!!

» Inviato da valmaura il 25 March, 2022 alle 1:06 pm

In anteprima il progetto dell'archistar Fuksas per Dipiazza.
Le due stazioni della Cabinovia in Porto Vecchio.



Caro Polidori,

» Inviato da valmaura il 24 March, 2022 alle 12:37 pm

merita solo un sommesso commento la tua dichiarazione odierna sulla stampa.
“La “democrazia rappresentativa” a cui Polidori si riferisce, non ่ uno “sportello informazioni” per i rappresentanti, eletti, dei cittadini ma momento di confronto, discussione e proposta tra gli stessi.
Peccato che a Muggia manchi proprio il luogo istituzionale preposto ad esercitare la “democrazia rappresentativa”, ovvero il Consiglio comunale, e delle Commissioni poi ่ meglio non parlare.
Ci๒ detto, eccovi la partecipazione e la trasparenza tanto citate dal Sindaco nei suoi indirizzi di governo e purtroppo smentite dal suo operato. E poich้ questo Comune ha respinto perfino quanto stabilito nel suo Regolamento questa la nostra risposta.”
“L'ufficio mobile” a Muggia di Maurizio Fogar.
Era da tempo che desideravo mettere in chiaro alcune cose.
Parto da un dato incontestabile: in dieci anni a Muggia il 15% del corpo elettorale, che brutta parola per indicare i cittadini residenti, si ่ aggiunto a quella parte significativa di voi che ha scelto di non andare a votare e cos์ alle ultime elezioni amministrative dell'ottobre scorso la metเ esatta non si ่ recata ai seggi. Sempre pi๙, direte voi, del quasi 60% dei Triestini che nella stessa occasione ha disertato le urne.
I partiti, vecchi e nuovi, se ne preoccupano per “l'espace d'un matin” come direbbe Hercule Poirot, insomma per 24ore, e poi tornano a fare esattamente come prima. Io invece ne traggo occasione di profonda riflessione, e per due motivi: il primo ่ che i cittadini hanno tutte le ragioni di protestare anche in questo modo ed io ne condivido sostanzialmente i giudizi, il secondo ่ che la crisi di questo distacco si ripercuote sulla credibilitเ delle Istituzioni, in questo caso il Comune. Della credibilitเ di questo sistema partitico, comunque declinato, infatti mi interessa assai poco.
Questo per arrivare a dire che io non mi considero “opposizione” e schierato per partito preso: sfido chiunque di voi a citarmi un caso in questi primi sei mesi dove tutti i miei atti presentati in Consiglio o le mie dichiarazioni non siano stati ispirati al tentativo di offrire un contributo costruttivo alla soluzione dei tanti problemi che investono la vita quotidiana, ed il futuro prossimo venturo, dei Muggesani, che per altro ่ uguale a quello di chi abita a Trieste o San Dorligo-Dolina, tanto per restare vicini.
Ritengo, e non da oggi ma in oltre 40 anni di esperienze maturate sul territorio con il Circolo Miani, che i partiti, le divisioni ideologiche, gli schieramenti di parte non dovrebbero esistere in chi si candida a gestire i problemi di una comunitเ, che sono identici (dalla salute, al lavoro, dall'emergenza povertเ, al benessere individuale e collettivo ed alla tutela del territorio e dell'ambiente) per tutti, mentre non ่ purtroppo identica la capacitเ economica e sociale nel farvi fronte.
Ecco perch่ mi rattrista profondamente che l'attuale sindaco si rimangi nei fatti quanto tanto decantato nelle sue promesse di governo comunale, e non perch่ ่ di destra o leghista, ma proprio perch่ perpetua il vecchio sistema di sgoverno partitocratico a tutto nocumento degli interessi dei Muggesani, a partire da quella metเ che non ha votato, e di chi ha votato per “altri” ma anche per lui.
Pertanto siccome ritengo che le chiacchiere servano a poco, dopo aver visto respinte tutte le mie proposte, e all'unanimitเ negativa degli altri 19 consiglieri, di creare un percorso che permetta di portare di nuovo i cittadini al centro della vita e del governo del Comune, di far scegliere a loro le cose importanti che riguardano la loro vita di ogni giorno, di trasformare l'ascolto e la partecipazione in qualcosa di pi๙ di vuoti slogan, ho deciso di iniziare un percorso settimanale nei borghi, nelle frazioni di Muggia per incontrarmi semplicemente con i residenti e raccogliere i loro consigli, ascoltare tutto quello che manca e che rende la loro qualitเ della vita ancora pi๙ difficile.
Lo far๒ ogni settimana a partire dalla fine di aprile, dedicando una giornata, penso a tutti i sabati, a questo fine, con un “ufficio mobile”, insomma il Defender verde che molti di voi oramai conoscono.
Non mi aspetto all'inizio di trovare folle oceaniche ansiose di parlare, ma la pazienza in queste cose ่ fondamentale anche per superare l'iniziale diffidenza, in questo aiutato dal fatto che per almeno quattro anni e mezzo a Muggia non si rivoterเ per il Comune.
Ecco perch่ io non mi considero “opposizione”, io non ho segreterie di partito a cui rispondere ma solo i cittadini, che usando un termine giornalistico, sono i miei esclusivi “editori” di riferimento.
Maurizio Fogar, consigliere “errante” Lista civica Muggia.




« Precedente • Pagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3 • Pagina 4 • Pagina 5 • Pagina 6 • Pagina 7 • Pagina 8 • Pagina 9 • Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12 • Pagina 13 • Pagina 14 • Pagina 15 • Pagina 16 • Pagina 17 • Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20 • Pagina 21 • Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24 • Pagina 25 • Pagina 26 • Pagina 27 • Pagina 28 • Pagina 29 • Pagina 30 • Pagina 31 • Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34 • Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37 • Pagina 38 • Pagina 39 • Pagina 40 • Pagina 41 • Pagina 42 • Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47 • Pagina 48 • Pagina 49 • Pagina 50 • Pagina 51 • Pagina 52 • Pagina 53 • Pagina 54 • Pagina 55 • Pagina 56 • Pagina 57 • Pagina 58 • Pagina 59 • Pagina 60 • Pagina 61 • Pagina 62 • Pagina 63 • Pagina 64 • Pagina 65 • Pagina 66 • Pagina 67 • Pagina 68 • Pagina 69 • Pagina 70 • Pagina 71 • Pagina 72 • Pagina 73 • Pagina 74 • Pagina 75 • Pagina 76 • Pagina 77 • Pagina 78 • Pagina 79 • Pagina 80 • Pagina 81 • Pagina 82 • Pagina 83 • Pagina 84 • Pagina 85 • Pagina 86 • Pagina 87 • Pagina 88 • Pagina 89 • Pagina 90 • Pagina 91 • Pagina 92 • Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95 • Pagina 96 • Pagina 97 • Pagina 98 • Pagina 99 • Pagina 100 • Pagina 101 • Pagina 102 • Pagina 103 • Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106 • Pagina 107 • Pagina 108 • Pagina 109 • Pagina 110 • Pagina 111 • Pagina 112 • Pagina 113 • Pagina 114 • Pagina 115 • Pagina 116 • Pagina 117 • Pagina 118 • Pagina 119 • Pagina 120 • Pagina 121 • Pagina 122 • Pagina 123 • Pagina 124 • Pagina 125 • Pagina 126 • Pagina 127 • Pagina 128 • Pagina 129 • Pagina 130 • Pagina 131 • Pagina 132 • Pagina 133 • Pagina 134 • Pagina 135 • Pagina 136 • Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140 • Pagina 141 • Pagina 142 • Pagina 143 • Pagina 144 • Pagina 145 • Pagina 146 • Pagina 147 • Pagina 148 • Pagina 149 • Pagina 150 • Pagina 151 • Pagina 152 • Pagina 153 • Pagina 154 • Pagina 155 • Pagina 156 • Pagina 157 • Pagina 158 • Pagina 159 • Pagina 160 • Pagina 161 • Pagina 162 • Pagina 163 • Pagina 164 • Pagina 165 • Pagina 166 • Pagina 167 • Pagina 168 • Pagina 169 • Pagina 170 • Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173 • Pagina 174 • Pagina 175 • Pagina 176 • Pagina 177 • Pagina 178 • Pagina 179 • Pagina 180 • Pagina 181 • Pagina 182 • Pagina 183 • Pagina 184 • Pagina 185 • Pagina 186 • Pagina 187 • Pagina 188 • Pagina 189 • Pagina 190 • Pagina 191 • Pagina 192 • Pagina 193 • Pagina 194 • Pagina 195 • Pagina 196 • Pagina 197 • Pagina 198 • Pagina 199 • Pagina 200 • Pagina 201 • Pagina 202 • Pagina 203 • Pagina 204 • Pagina 205 • Pagina 206 • Pagina 207 • Pagina 208 • Pagina 209 • Pagina 210 • Pagina 211 • Pagina 212 • Pagina 213 • Pagina 214 • Pagina 215 • Pagina 216 • Pagina 217 • Pagina 218 • Pagina 219 • Pagina 220 • Pagina 221 • Pagina 222 • Pagina 223 • Pagina 224 • Pagina 225 • Pagina 226 • Pagina 227 • Pagina 228 • Pagina 229 • Pagina 230 • Pagina 231 • Pagina 232 • Pagina 233 • Pagina 234 • Pagina 235 • Pagina 236 • Pagina 237 • Pagina 238 • Pagina 239 • Pagina 240 • Pagina 241 • Pagina 242 • Pagina 243 • Pagina 244 • Pagina 245 • Pagina 246 • Pagina 247 • Pagina 248 • Pagina 249 • Pagina 250 • Pagina 251 • Pagina 252 • Pagina 253 • Pagina 254 • Pagina 255 • Pagina 256 • Pagina 257 • Pagina 258 • Pagina 259 • Pagina 260 • Pagina 261 • Pagina 262 • Pagina 263 • Pagina 264 • Pagina 265 • Pagina 266 • Pagina 267 • Pagina 268 • Pagina 269 • Pagina 270 • Pagina 271 • Pagina 272 • Pagina 273 • Pagina 274 • Pagina 275 • Pagina 276 • Pagina 277 • Pagina 278 • Pagina 279 • Pagina 280 • Pagina 281 • Pagina 282 • Pagina 283 • Pagina 284 • Pagina 285 • Pagina 286 • Pagina 287 • Pagina 288 • Pagina 289 • Pagina 290 • Pagina 291 • Pagina 292 • Pagina 293 • Pagina 294 • Pagina 295 • Pagina 296 • Pagina 297 • Pagina 298 • Pagina 299 • Pagina 300 • Pagina 301 • Pagina 302 • Pagina 303 • Pagina 304 • Pagina 305 • Pagina 306 • Pagina 307 • Pagina 308 • Pagina 309 • Pagina 310 • Pagina 311 • Pagina 312 • Pagina 313 • Pagina 314 • Pagina 315 • Pagina 316 • Pagina 317 • Pagina 318 • Pagina 319 • Pagina 320 • Pagina 321 • Pagina 322 • Pagina 323 • Pagina 324 • Pagina 325 • Pagina 326 • Pagina 327 • Pagina 328 • Pagina 329 • Pagina 330 • Pagina 331 • Pagina 332 • Pagina 333 • Pagina 334 • Pagina 335 • Pagina 336 • Pagina 337 • Pagina 338 • Pagina 339 • Pagina 340 • Pagina 341 • Pagina 342 • Pagina 343 • Pagina 344 • Pagina 345 • Pagina 346 • Pagina 347 • Pagina 348 • Pagina 349 • Pagina 350 • Pagina 351 • Pagina 352 • Pagina 353 • Pagina 354 • Pagina 355 • Pagina 356 • Pagina 357 • Pagina 358 • Pagina 359 • Pagina 360 • Pagina 361 • Pagina 362 • Pagina 363 • Pagina 364 • Pagina 365 • Pagina 366 • Pagina 367 • Pagina 368 • Pagina 369 • Pagina 370 • Pagina 371 • Pagina 372 • Pagina 373 • Pagina 374 • Pagina 375 • Pagina 376 • Pagina 377 • Pagina 378 • Pagina 379 • Pagina 380 • Pagina 381 • Pagina 382 • Pagina 383 • Pagina 384 • Pagina 385 • Pagina 386 • Pagina 387 • Pagina 388 • Pagina 389 • Pagina 390 • Pagina 391 • Pagina 392 • Pagina 393 • Pagina 394 • Pagina 395 • Pagina 396 • Pagina 397 • Pagina 398 • Pagina 399 • Pagina 400 • Pagina 401 • Pagina 402 • Pagina 403 • Pagina 404 • Pagina 405 • Pagina 406 • Pagina 407 • Pagina 408 • Pagina 409 • Pagina 410 • Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright ฉ 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 8 August, 2022 - 9:33 pm - Visitatori Totali Nr.