Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

Registrati • Password Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 31

Quando il dito indica la Luna, l'imbecille guarda il dito.

» Inviato da valmaura il 21 June, 2022 alle 2:27 pm

Questo motto del '68 francese si adatta perfettamente a descrivere la mentalitเ media del Triestino.
Giเ a Monfalcone l'aria ่ diversa ma a Trieste invece la storia degli ultimi 50 anni ่ caratterizzata da una pigrizia, da una rassegnazione, dall'attesa che gli altri ti levino le castagne dal fuoco, perch่ tanto tutto ่ dovuto, dall'assenza di memoria e dignitเ che si traduce in puro autolesionismo quando le disgrazie tocca subirle personalmente, insomma dal mefitico slogan: “viva lเ e po' bon”.
Prendiamo l'ultimo esempio, quello del nostro articolo “la Ferriera si sente, eccome!”, per le attivitเ di carico e scarico rinfuse a cottimo che per l'inquinamento acustico prodotto sulle 24ore impedisce a migliaia di persone il sonno, e solleva nubi di polveri che pi๙ inquinate non si pu๒ che il vento distribuisce equanimamente sugli abitati circostanti. Il sagace commento, rigorosamente in dialetto: “E allora preferivi prima?” descrive perfettamente quanto detto sopra.
La risposta che fatichiamo a trattenere ่ di augurargli una urgente visita dall'oncologo della serie “poteva pensarci prima!”
Ma questo spiega bene perch่ dal tentativo di piazzare nel Vallone di Muggia decenni fa una Centrale a carbone, rintuzzata dalla caparbia battaglia sollevata dallo scomparso Primo Rovis, poi ai due Rigassificatori, a Zaule e nel Golfo, passando per Ferriere, Italcementi, Sertubi, Depuratori fognari alla merda, vecchio Inceneritore a diossine, fino ad arrivare all'abortito tentativo del mega Laminatoio a Caldo alle Noghere, un grazie per lo scampato pericolo se lo meritano i Muggesani ed anche, spiace a dirlo, Putin che ha distrutto l'ucraina Metinvest, Trieste viene giustamente considerata la “scovazzera” dell'Adriatico dove si possono piazzare tutte le schifezze rifiutate altrove.
Lo permettono diversi fattori: una politica, tutta, da Terzo Mondo con sindacati al traino, una “informazione” che per decenni ่ stata la voce del padrone e l'assenza di tutti gli organi di controllo, oltre naturalmente all'indole dei Triestini.
Forse al “viva lเ e po' bon” andrebbe aggiunto il “grazie Buana”, altro che “cittเ della scienza”.
Maurizio Fogar.
Non farti fregare. Fatti informare!
Metti il tuo “Mi Piace” alla Pagina Circolo Miani.
Riceverai puntualmente notizia dei nuovi articoli.
E destina il tuo 5 X 1000 al Circolo Miani scrivendo il Codice Fiscale 90012740321 nella apposita casella delle associazioni di volontariato sulla tua dichiarazione dei redditi, qualunque essa sia.



Una strada per nulla “Super”. Quello che la gente dimentica.

» Inviato da valmaura il 19 June, 2022 alle 12:27 pm

"Il Pirla”. Si, lo ammetto, sono io e non da oggi. Sono l'unico pirla (่ un benevolo eufemismo) che in questa strada che i bontemponi definiscono “super”, e certamente lo ่ per i costi lievitati a record mondiale grazie alle cospicue tangenti pagate per costruirla a politici e funzionari regionali tanto che i titolari delle imprese che hanno fatto i primi tre lotti, due sono finiti in galera ai Piombi di Venezia, ed il terzo era Salvatore Ligresti: un nome che dice tutto, ma scrivevo pirla perch่ rispetto pi๙ o meno, talvolta lo supero di 5/8 chilometri, il limite di velocitเ dei 50 all'ora.
Limite resosi necessario, agli albori erano 80, poi scesi a 70 ed infine a 50, grottesco per una “grande viabilitเ” priva perfino di una corsia d'emergenza, per la caterva di incidenti, molti gravissimi e diversi mortali che vi si sono susseguiti grazie anche al fondo sdrucciolevole in particolare con la pioggia ma anche l'umiditเ basta ed avanza.
Non vi tedio in particolari tecnici che ne abbiamo scritto pi๙ volte negli scorsi anni tanto che se ne avvalsero anche i periti del Tribunale.
Ultima perla sono le rampe di accesso ed uscita, quasi tutte contro sole e senza alcuna visuale sul traffico che vi arriva in schiena, e a doppio senso di marcia a Valmaura tanto che i frontali dei distratti hanno riempito la cronaca nera. E ci๒ nonostante nessun provvedimento (tipo installare degli indicatori verticali separatori di carreggiata) ่ stato finora preso.
Anche stamane con la pioggia percorrendola quattro volte nel tratto Sant'Andrea-Valmaura non c'่ stata vettura, furgone, camion, corriera e motociclo che non mi abbia superato talvolta generando l'effetto risucchio tanta alta era la loro velocitเ. Mancano i monopattini e ho fatto l'en plein.
E praticamente mai una pattuglia della polizia municipale che controlli sistematicamente il rispetto dei limiti di velocitเ. Invece di correre dietro ai pensionati con i bastardini senza guinzaglio, l์ potrebbero incassare giorno dopo giorno quanto basta, ed avanza, per rimpinguare le casse comunali. E farebbero una sacrosanta opera di prevenzione visto che con il fondo umido o bagnato se tocchi il freno hai buone probabilitเ di fare carambola, di capottare o nel migliore dei casi di sbattere contro il guardrail.
A proposito di questi ultimi, quando negli anni Ottanta organizzarono in tutta fretta l'apertura del primo tratto (Sant'Andrea-Valmaura) per farlo inaugurare all'allora Presidente del Consiglio dei Ministri Amintore Fanfani, in vista delle elezioni politiche corso a Trieste per il “taglio del nastro”, accadde una cosa grottesca ma non tanto visto il prezzo che i cittadini dovettero pagare.
Una premessa essenziale: Fanfani era di minuscola statura fisica, e quando si apprest๒ al “taglio” venne fuori che i guardrail nuovi erano fuori legge, ovvero erano troppo bassi: le macchine le fermavano per i camion e tir ci pensavano le case sottostanti. Allora appena ripartito da Trieste dopo poche ore richiusero la strada in attesa di sostituire le barriere con quelle regolamentari pi๙ alte di mezzo metro e doppie.
Voi giustamente ritenete che il costo per la sostituzione, solo 1 miliardo ed 800 milioni delle vecchie lire, venisse pagato da chi, Salvatore Ligresti con la sua Grassetto, in comodato con i funzionari regionali e comunali, con i politici al seguito, che non avevano controllato? Sbagliato !
Fu la Regione a sborsare i soldi che la Grassetto evidentemente gi๙ di peso incamer๒ in sovrappi๙.
E la chiamano “Superstrada”!"



Valmaura. Per il presidente Ater il problema ่ la “gattara”.

» Inviato da valmaura il 19 June, 2022 alle 12:24 pm

Disarmante al limite del surreale questo ่ l'unico giudizio che ci sentiamo di dare dopo l'intervista del “Presidente Ater” al quotidiano locale dopo il reportage sul degrado totale in cui vivono 1500 persone da decenni nel complesso Ater di Valmaura meglio conosciuto come “Serpentone”.
Un terzo delle risposte ruota attorno alla “gattara che non si riesce a contattare” e delle casette per i mici che lei accudisce e che sono fonte di sporcizia.
Per le cataste di inerti, tra cui Eternit, abbandonate nel complesso fintanto che non riceve “diffida” non interviene, il Mesotelioma pu๒ attendere una carta bollata.
Poi il pallino di ogni leghista odierno, la videosorveglianza per cui i soldi si trovano sempre.
Ma il picco nell'assurdo lo raggiunge quando afferma di conoscere la situazione, e parla delle cassette delle lettere in buona parte sfondate e delle plafoniere dei campanelli, e garantisce che “ci stanno pensando”.
Complimenti, questo ่ quello che si definisce “un pensiero lungo”, esattamente 30 anni.
Torna a gareggiare nei rally che ่ meglio.



La Ferriera si sente, eccome!

» Inviato da valmaura il 19 June, 2022 alle 12:22 pm

Altro che i controlli, le “rigorose prescrizioni” di Scoccimarro e Arpa.
Praticamente 24ore su 24 dalla Ferriera, ex area a caldo e banchina, escono rumori insopportabili soprattutto in piena notte e nubi di polveri inquinate.
In questo momento un centocinquantamila tonnellate di rottami ferrosi sono a cumulo sulla banchina scaricati dall'ennesima nave che mai come ora si alterna ad altre nello scarico rinfuse.
Il tutto su di un piazzale coperto da una coltre di polvere rugginosa che ad ogni spostamento si alza in aria e viene trasportata a seconda dei venti verso i quartieri limitrofi. Anche perch่ non c'่ traccia di irrorazione e pulizia.
Ma il ruolo maggiore ่ il forte rombo che ad ogni carica sui cassoni dei camion o dei vagoni avviene con lo scarico a caduta attraverso caterpillar del materiale ferroso. Un rumore fortissimo ripetuto ininterrottamente di giorno e soprattutto di notte e che impedisce ai residenti perfino il sonno. Oltre ovviamente a regalare ad ogni operazione una nuvola di polvere rugginosa.
Una domanda che si pongono in molti: da dove arrivano questi rottami ferrosi? E se vengono, come probabilmente vengono, dai paesi dell'ex blocco sovietico, quali controlli preventivi sono stati fatti sull'eventuale presenza di radioattivitเ?
Non moltissimi anni or sono, la Guardia di Finanza sequestr๒ a Brescia (patria di Lucchini e dei Riva) oltre 250mila tonnellate di rottami ferrosi provenienti da Trieste e Gorizia perch่ appunto radioattivi, mentre qui, guarda caso, non erano stati controllati.
Cosa paghiamo a fare l'Arpa? E' una domanda che oramai da tempo si fanno in molti.



C'่ albero e albero e c'่ rione e rione.

» Inviato da valmaura il 19 June, 2022 alle 12:16 pm

A tutti questi odierni defensor arbores dov'erano in questi anni?
Un esempio per tutti: 8 luglio 2020
Comune Trieste. E la chiamano “manutenzione verde”.
Stamane in piazzale Giarizzole, Monte San Pantaleone, ่ in corso l'abbattimento di 11 alberi, quasi tutte Acacie, con epicentro il “Giardino Ondina Peteani”. Il committente dovrebbe essere il Comune di Trieste, il condizionale ่ d'obbligo perch่ sugli avvisi appiccicati sui divieti di sosta provvisori piazzati in strada non c'่ stampato alcun nome.
Si va dunque per deduzione, ovvero solo il Comune pu๒ emettere avvisi di divieto di sosta, ergo ….
Delle rigogliose ultradecennali (dai 50 ai 60 anni d'etเ) alberature l'aspetto precedente al massacro e la visione dei ceppi postumi denotano la loro totale salubritเ, senza curvatura alcuna nello sviluppo.
Di queste, per onor di veritเ, una era spezzata e rinsecchita, accanto al alcuni reimpianti di nuove alberature, collocate all'incirca un anno fa, in stato agonizzante, praticamente senza foglie e quelle poche presenti accartocciate per evidente mancanza di irrorazione (chiamasi acqua).
A parte la considerazione che noi tutti, o quasi, saremo defunti quando questi “nuovi alberi”, posto che riescano a sopravvivere e ne purtroppo dubitiamo assai, raggiungeranno dimensioni e benefici effetti di quelli abbattuti.
Un'ultima notazione a margine.
Il parco giochi per i bimbi risulta sempre inaccessibile: delittuoso.




« Precedente • Pagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3 • Pagina 4 • Pagina 5 • Pagina 6 • Pagina 7 • Pagina 8 • Pagina 9 • Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12 • Pagina 13 • Pagina 14 • Pagina 15 • Pagina 16 • Pagina 17 • Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20 • Pagina 21 • Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24 • Pagina 25 • Pagina 26 • Pagina 27 • Pagina 28 • Pagina 29 • Pagina 30 • Pagina 31 • Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34 • Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37 • Pagina 38 • Pagina 39 • Pagina 40 • Pagina 41 • Pagina 42 • Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47 • Pagina 48 • Pagina 49 • Pagina 50 • Pagina 51 • Pagina 52 • Pagina 53 • Pagina 54 • Pagina 55 • Pagina 56 • Pagina 57 • Pagina 58 • Pagina 59 • Pagina 60 • Pagina 61 • Pagina 62 • Pagina 63 • Pagina 64 • Pagina 65 • Pagina 66 • Pagina 67 • Pagina 68 • Pagina 69 • Pagina 70 • Pagina 71 • Pagina 72 • Pagina 73 • Pagina 74 • Pagina 75 • Pagina 76 • Pagina 77 • Pagina 78 • Pagina 79 • Pagina 80 • Pagina 81 • Pagina 82 • Pagina 83 • Pagina 84 • Pagina 85 • Pagina 86 • Pagina 87 • Pagina 88 • Pagina 89 • Pagina 90 • Pagina 91 • Pagina 92 • Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95 • Pagina 96 • Pagina 97 • Pagina 98 • Pagina 99 • Pagina 100 • Pagina 101 • Pagina 102 • Pagina 103 • Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106 • Pagina 107 • Pagina 108 • Pagina 109 • Pagina 110 • Pagina 111 • Pagina 112 • Pagina 113 • Pagina 114 • Pagina 115 • Pagina 116 • Pagina 117 • Pagina 118 • Pagina 119 • Pagina 120 • Pagina 121 • Pagina 122 • Pagina 123 • Pagina 124 • Pagina 125 • Pagina 126 • Pagina 127 • Pagina 128 • Pagina 129 • Pagina 130 • Pagina 131 • Pagina 132 • Pagina 133 • Pagina 134 • Pagina 135 • Pagina 136 • Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140 • Pagina 141 • Pagina 142 • Pagina 143 • Pagina 144 • Pagina 145 • Pagina 146 • Pagina 147 • Pagina 148 • Pagina 149 • Pagina 150 • Pagina 151 • Pagina 152 • Pagina 153 • Pagina 154 • Pagina 155 • Pagina 156 • Pagina 157 • Pagina 158 • Pagina 159 • Pagina 160 • Pagina 161 • Pagina 162 • Pagina 163 • Pagina 164 • Pagina 165 • Pagina 166 • Pagina 167 • Pagina 168 • Pagina 169 • Pagina 170 • Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173 • Pagina 174 • Pagina 175 • Pagina 176 • Pagina 177 • Pagina 178 • Pagina 179 • Pagina 180 • Pagina 181 • Pagina 182 • Pagina 183 • Pagina 184 • Pagina 185 • Pagina 186 • Pagina 187 • Pagina 188 • Pagina 189 • Pagina 190 • Pagina 191 • Pagina 192 • Pagina 193 • Pagina 194 • Pagina 195 • Pagina 196 • Pagina 197 • Pagina 198 • Pagina 199 • Pagina 200 • Pagina 201 • Pagina 202 • Pagina 203 • Pagina 204 • Pagina 205 • Pagina 206 • Pagina 207 • Pagina 208 • Pagina 209 • Pagina 210 • Pagina 211 • Pagina 212 • Pagina 213 • Pagina 214 • Pagina 215 • Pagina 216 • Pagina 217 • Pagina 218 • Pagina 219 • Pagina 220 • Pagina 221 • Pagina 222 • Pagina 223 • Pagina 224 • Pagina 225 • Pagina 226 • Pagina 227 • Pagina 228 • Pagina 229 • Pagina 230 • Pagina 231 • Pagina 232 • Pagina 233 • Pagina 234 • Pagina 235 • Pagina 236 • Pagina 237 • Pagina 238 • Pagina 239 • Pagina 240 • Pagina 241 • Pagina 242 • Pagina 243 • Pagina 244 • Pagina 245 • Pagina 246 • Pagina 247 • Pagina 248 • Pagina 249 • Pagina 250 • Pagina 251 • Pagina 252 • Pagina 253 • Pagina 254 • Pagina 255 • Pagina 256 • Pagina 257 • Pagina 258 • Pagina 259 • Pagina 260 • Pagina 261 • Pagina 262 • Pagina 263 • Pagina 264 • Pagina 265 • Pagina 266 • Pagina 267 • Pagina 268 • Pagina 269 • Pagina 270 • Pagina 271 • Pagina 272 • Pagina 273 • Pagina 274 • Pagina 275 • Pagina 276 • Pagina 277 • Pagina 278 • Pagina 279 • Pagina 280 • Pagina 281 • Pagina 282 • Pagina 283 • Pagina 284 • Pagina 285 • Pagina 286 • Pagina 287 • Pagina 288 • Pagina 289 • Pagina 290 • Pagina 291 • Pagina 292 • Pagina 293 • Pagina 294 • Pagina 295 • Pagina 296 • Pagina 297 • Pagina 298 • Pagina 299 • Pagina 300 • Pagina 301 • Pagina 302 • Pagina 303 • Pagina 304 • Pagina 305 • Pagina 306 • Pagina 307 • Pagina 308 • Pagina 309 • Pagina 310 • Pagina 311 • Pagina 312 • Pagina 313 • Pagina 314 • Pagina 315 • Pagina 316 • Pagina 317 • Pagina 318 • Pagina 319 • Pagina 320 • Pagina 321 • Pagina 322 • Pagina 323 • Pagina 324 • Pagina 325 • Pagina 326 • Pagina 327 • Pagina 328 • Pagina 329 • Pagina 330 • Pagina 331 • Pagina 332 • Pagina 333 • Pagina 334 • Pagina 335 • Pagina 336 • Pagina 337 • Pagina 338 • Pagina 339 • Pagina 340 • Pagina 341 • Pagina 342 • Pagina 343 • Pagina 344 • Pagina 345 • Pagina 346 • Pagina 347 • Pagina 348 • Pagina 349 • Pagina 350 • Pagina 351 • Pagina 352 • Pagina 353 • Pagina 354 • Pagina 355 • Pagina 356 • Pagina 357 • Pagina 358 • Pagina 359 • Pagina 360 • Pagina 361 • Pagina 362 • Pagina 363 • Pagina 364 • Pagina 365 • Pagina 366 • Pagina 367 • Pagina 368 • Pagina 369 • Pagina 370 • Pagina 371 • Pagina 372 • Pagina 373 • Pagina 374 • Pagina 375 • Pagina 376 • Pagina 377 • Pagina 378 • Pagina 379 • Pagina 380 • Pagina 381 • Pagina 382 • Pagina 383 • Pagina 384 • Pagina 385 • Pagina 386 • Pagina 387 • Pagina 388 • Pagina 389 • Pagina 390 • Pagina 391 • Pagina 392 • Pagina 393 • Pagina 394 • Pagina 395 • Pagina 396 • Pagina 397 • Pagina 398 • Pagina 399 • Pagina 400 • Pagina 401 • Pagina 402 • Pagina 403 • Pagina 404 • Pagina 405 • Pagina 406 • Pagina 407 • Pagina 408 • Pagina 409 • Pagina 410 • Pagina 411 • Pagina 412 • Pagina 413 • Pagina 414 • Pagina 415 • Pagina 416 • Pagina 417 • Pagina 418 • Pagina 419 • Pagina 420 • Pagina 421 • Pagina 422 • Pagina 423 • Pagina 424 • Pagina 425 • Pagina 426 • Pagina 427 • Pagina 428 • Pagina 429 • Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright ฉ 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 26 February, 2024 - 2:06 am - Visitatori Totali Nr.