Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Il “Lacan” triestino: Roberto Dipiazza.
C’è da sperare che stasera l’Alma Trieste riesca a vincere per portarsi sul 2 a 2 e giocarsi a Cremona la “bella”.Ovvero che il fine psicoterapeuta, con la sua puerile giustificazione da asilo, di..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Noblesse oblige. Vero Dipiazza?
L' Alma Trieste costretta a scusarsi pubblicamente, anche a nome dello sport cittadino, per il gestaccio del podestà Dipiazza nei confronti di un giocatore di colore del Cremona al Palasport di basket, ieri. E non..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 23

Questa politica non serve a nulla. Salvo ad autoriprodursi e finanziarsi.

» Inviato da valmaura il 24 November, 2018 alle 2:12 pm

Tre casi per tutti. Ferriera, Sanità, emergenza Povertà. Ma potremmo aggiungerci tranquillamente l’emergenza Casa, l’abbandono al degrado di tutti i quartieri semi e periferici di Trieste, il dissesto dei servizi sociosanitari territoriali e via elencando. Di fronte a tali gravi urgenze le forze politiche si trastullano sul niente. A sinistra e centrosinistra nella lunga agonia e nella spartizione correntizia dei loro partiti: insomma tutti fermi a guardarsi l’ombelico. I Cinque Stelle praticamente mai pervenuti. Il Centrodestra impegnato nella gara tra Lega e tutti gli altri nella spartizione dei posti di sottopotere, con un Sindaco oramai fuori dalla realtà. Questa è, piaccia o no, la situazione attuale e senza sintomi di mutamento e rinsavimento a breve termine. Tocca allora ai cittadini, alle “vittime” di questo nulla, assumersi, e nel loro stesso interesse a difesa personale, l’onere dell’iniziativa. Se non lo faranno si consegneranno mani e piedi quali ostaggi di questa incapace politica e ne continueranno a soffrire sulla propria pelle. Negli ultimi articoli su questa pagina abbiamo ben descritto i fatti ed abbiamo concluso che rimanere inerti spettatori non conviene per nulla. D’altronde come sempre fatto da anni abbiamo sempre indicato le soluzioni e le vie e i metodi idonei per raggiungerle. Ad esempio è dal 2004 che scriviamo in sintesi che “Il Porto chiuderà la Ferriera”, e ben prima dell’affacciarsi di Arvedi a Trieste. Una strada segnata che sta per realizzarsi a medio termine grazie pure alla serietà della nuova proprietà, anche nell’abile tutela dei suoi interessi. Ed è per questo che da quasi otto mesi Servola Respira e Circolo Miani hanno intrapreso la strada del confronto con la direzione della Ferriera per la riduzione e l’eliminazione dei danni ambientali ben al di sotto dei limiti fissati dalla legge. E’ il caso della forte riduzione dell’inquinamento acustico che ulteriori lavori in corso d’opera dovrebbero abbattere ai minimi termini. Così come dicasi del riordino, cura e manutenzione dei cumuli a parco al fine di evitare ogni episodio di spolveramento, causato, è bene ribadirlo, dalla mancata pulizia di strade, piazzali e nastri trasportatori dello stabilimento. Fa decisamente sorridere che solo a “babbo morto” e senza alcuna informazione, da loro sempre rifiutata, della realtà, oggi i Cinque Stelle si agitino a raccogliere firme (ben “ottanta”) contro le oltre diecimila raccolte in strada dal Circolo Miani in meno di tre mesi nel 2015. Ma si sa ognuno si sveglia quando vuole e quando soprattutto pensa di giovarsene elettoralmente, anche se a Trieste a loro non è mai servito. Ma ordunque torniamo a ricordarvi l’incontro pubblico di Venerdì 30 novembre, alle ore 11 e nella sede del Circolo Miani, a Trieste in via Valmaura 77, aperto a tutti e non solo agli interessati (diverse migliaia solo a Trieste e quasi 25.000 famiglie in Regione). Trieste. I Miserabili. Siamo noi, i poveri di Trieste, i “Miserabili”, gli invisibili. Orbene stavolta diventiamo visibili, eccome se lo diventiamo, per pretendere il rispetto della Costituzione che impegna la nostra Repubblica a tutelare e sostenere i cittadini più deboli e bisognosi. Per imporre alle istituzioni (Comune, Regione) ed agli enti preposti (INPS) il rispetto delle leggi che loro stessi si sono dati. Per rivendicare la nostra dignità ed i nostri diritti. Primo incontro per organizzare la manifestazione all’INPS ed in Comune e Regione. VENERDI 30 novembre alle ORE 11, nella sede del Circolo Miani, a Trieste in via Valmaura 77 (ascensore di destra nel portone e nono piano per la Cupola sul tetto con una vista da mozzare il fiato). Il numero 77 è alla fine di via Valmaura, penultima casa verso la Ferriera di quell’orrido complesso in cemento di case Ater, sotto la rampa Superstrada e di fronte al Brico center. Se venite con l’autobus 10, ultima fermata di via Valmaura prima di ritornare verso il capolinea. E se vi perdete chiamate il 334.2169438 e verremo a recuperarvi. Vediamo se possiamo riuscire a risolvere la situazione. Gli assenti poi non si lamentino.


Farneticazioni a ruota libera.

» Inviato da valmaura il 23 November, 2018 alle 2:49 pm

Ci sono migliaia di triestini ridotti a fame e disperazione per la cessazione dei sostegni al reddito e la politica, il Comune non trovano di meglio che parlare di “circenses” e “Movida”, di superflue futilità. Sentite qua il Sindaco Dipiazza sui 28.000 euro comunali, dunque pubblici, dunque nostri che la Giunta ha deciso di spendere per acquistare una nuova Pala d’Altare per la Curia, che nel frattempo, con un gesto che le fa onore, ha declinato l’offerta. «Non me ne frega di quello che dicono. Ho tutta l’intenzione di dare il finanziamento. E lo darò». Ebbene può farlo di tasca sua ma quell’io quando si parla dei soldi di tutti proprio non ci sta! “Io sono per fare le cose. Voglio bene alla mia città.”. Ma certamente meno bene ai suoi tanti concittadini che stanno sopravvivendo in condizioni drammatiche. Ed in quanto al “fare” meglio, per lui, stendere un pietoso velo di silenzio “Spendo 26 mila euro per le Frecce Tricolori alla Barcolana. Se la mettono così non faccio più neanche gli alberelli di Natale. A che servono gli alberelli di Natale?» Se Roberto Dipiazza ha ancora qualche amico vero, allora è questo il momento di aiutarlo. Non sta evidentemente bene, preda com’è del suo totale egocentrismo. Ed eccone subito palesarsene uno. Tale Marco Gabrielli presidente consiglio comunale: “L’importo non mi pare eccessivo. Basta pensare che per degli spettacoli che durano una serata il Comune spende ripetutamente più di 50 mila euro. Non capisco questo pauperismo che ha colpito diversi consiglieri». Forse perché non conosce il “pauperismo”, si insomma la miseria e la povertà, che hanno colpito migliaia di triestini, ma non i “consiglieri” però. Se ce ne fosse bisogno una ragione in più per partecipare all’assemblea “I Miserabili” che si terrà venerdì 30 novembre, alle ore 11, al Circolo Miani in via Valmaura 77 in Trieste. https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521/2337053299898958/?type=3&theater


Trieste. I Miserabili.

» Inviato da valmaura il 21 November, 2018 alle 1:07 pm

Siamo noi, i poveri di Trieste, i “Miserabili”, gli invisibili. Orbene stavolta diventiamo visibili, eccome se lo diventiamo, per pretendere il rispetto della Costituzione che impegna la nostra Repubblica a tutelare e sostenere i cittadini più deboli e bisognosi. Per imporre alle istituzioni (Comune, Regione) ed agli enti preposti (INPS) il rispetto delle leggi che loro stessi si sono dati. Per rivendicare la nostra dignità ed i nostri diritti. Primo incontro per organizzare la manifestazione all’INPS ed in Comune e Regione. VENERDI 30 novembre alle ORE 11, nella sede del Circolo Miani, a Trieste in via Valmaura 77 (ascensore di destra nel portone e nono piano per la Cupola sul tetto con una vista da mozzare il fiato). Il numero 77 è alla fine di via Valmaura, penultima casa verso la Ferriera di quell’orrido complesso in cemento di case Ater, sotto la rampa Superstrada e di fronte al Brico center. Se venite con l’autobus 10, ultima fermata di via Valmaura prima di ritornare verso il capolinea. E se vi perdete chiamate il 334.2169438 e verremo a recuperarvi. Vediamo se possiamo riuscire a risolvere la situazione. Gli assenti poi non si lamentino.


Emergenza povertà. Regione: tutto chiacchiere e distintivo.

» Inviato da valmaura il 18 November, 2018 alle 2:06 pm

Esce oggi sulla stampa una confusa e farfugliata smentita sui fondi cancellati del MIA (reddito di sostegno regionale destinato a 25.000 famiglie del Friuli Venezia Giulia) da parte del duo Riccardi e Zilli. Dopo averla letta ci siamo chiesti se questi lo sono o lo fanno. Sono passati sette, diconsi sette, mesi dall’insediamento della Giunta regionale “Prima gli Italiani-Fedriga”. Di fronte ad una emergenza che più emergenza non si può e che colpisce decine e decine di migliaia di residenti della Regione in tutto questo tempo l’Amministrazione regionale non ha fatto NULLA. Ora ci raccontano che nella legge finanziaria che si apprestano a varare hanno “spostato” i finanziamenti per il MIA sotto altre voci, spezzettandoli; e che sommando i vari importi si arriverà sostanzialmente alle cifre stanziate dalla Giunta Serracchiani, anzi ad un po’ di più. Insomma come da Aiazzone o alla Fiera di San Nicolò: “venghino, venghino siore e siori, non per tre, non per due …” Ma questi si rendono conto di cosa parlano? Capiamo che l’efficienza, eufemisticamente parlando, degli uffici che dipendono dall’assessore Riccardi e che si occupano del defonto Mia, lascia molto ma mooolto a desiderare. Peccato che chi fa l’assessore di questo anche dovrebbe occuparsi ed assumersene la responsabilità. Ma questi, al di là della loro appartenenza partitica, hanno un briciolo di umanità, di pietas? Ci sono migliaia e migliaia di persone che da sei-sette o più mesi non percepiscono nulla. Avete capito: NULLA, nessun aiuto economico! E da mesi ci rompete i timpani con i soldi stanziati in tutta velocità – ma guarda! – per l’acquisto di telecamere e per potenziare le polizie locali. E di fronte ad una simile tragedia che non dovrebbe farvi dormire la notte cincischiate di “assestamenti di bilancio” a venire, di “leggi di stabilità” da approvare (a fine dicembre) di “riforme” del MIA e via sfanculando. Un serio, mediocre amministratore di fronte ai vergognosi ritardi dell’INPS, a cui Regione e Comune di Trieste hanno sciaguratamente delegato, pur sapendo da mesi prima che l’Istituto previdenziale non era in grado di farlo, i pagamenti agli utenti. Verificato che i reduci MIA vengono esclusi anche dal beneficio simbolico del REI, attuale sostegno (?) al reddito nazionale. Ed in attesa dei tempi lunghi in cui, se tutto fila liscio, entreranno in vigore reddito e pensione di cittadinanza. Insomma un amministratore comunale e regionale degno di questo nome avrebbe immediatamente ripristinato l’erogazione della vecchia MIA tornando al sistema di pagamento in vigore per due anni (ovvero allo sportello bancario). Abbiamo scritto IMMEDIATAMENTE perché ogni giorno perso vuol dire miseria nera, tagli per morosità di luce e gas, sfratti per affitti non pagati, bambini e persone senza vestiti e scarpe, senza cure mediche e medicine, alla fame e disperazione. Avete capito? Mentre voi, i politici tutti, in Regione cincischiate con le vostre indennità da diecimila e più euro al mese. Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur: che tradotta letteralmente, significa mentre a Roma si discute, Sagunto viene espugnata (Tito Livio, Storie, XXI, 7, 1). Ma per voi forse potrebbe bastare il richiamo alle Iene Ridens. https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521/2333572133580408/?type=3&theater


Imperitura infamia regionale.“Prima gli italiani, ma solo quelli benestanti”

» Inviato da valmaura il 17 November, 2018 alle 2:07 pm

In Italia 18 milioni di cittadini sono sulla soglia di povertà. In tutto sono 3,6 milioni i minori ai margini delle 14 principali aree urbane. Un milione di bambini in povertà nelle periferie senza occasioni ed opportunità. Circa 1,2 milioni di bambini poi vivono in Italia in povertà assoluta. Molti di loro abitano appunto nelle periferie delle nostre città. Pesante la differenza tra generazioni: i 17enni rischiano l’indigenza 5 volte in più dei loro nonni. Questi ultimi dati sui minori sono tratti dal recente rapporto “L’Atlante dell’infanzia in Italia” pubblicato da Save the Children. In Regione Friuli Venezia Giulia ci sono 25.000 famiglie sotto la soglia di povertà e complessivamente tra un terzo ed un quarto della popolazione del FVG è in povertà relativa ed assoluta (dati ISTAT). Nella sua prima legge finanziaria la Giunta Fedriga cosa fa? Sospende l’attuazione della vecchia MIA (sostegno al reddito regionale) e la annulla, spostando i fondi destinati a rifinanziarla, per il futuro. Nel frattempo gli ultimi usufruitori della MIA ricevono gli importi pregressi con ritardi semestrali. Da mesi l’INPS, a cui la Regione ed il Comune di Trieste avevano sciaguratamente delegato la liquidazione dei sostegni al reddito, sta respingendo le domande di accesso al REI, un sostegno simbolico (chi percepiva 400 euro mensili con la precedente MIA ora andrebbe a prendere 187 euro) dei reduci MIA, nonostante il Comune di Trieste inoltri regolarmente le domande all’INPS con l’indicatore ISEE pari a ZERO. Perché l’INPS su di un nuovo indicatore, ISRE, non applica quanto stabilito dalla legge 89/2016 e dalle norme del regolamento applicativo della REI varato dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, dal quale l’INPS dipende. In questo caos che si protrae da mesi lasciando decine di migliaia di italianissime persone a fare la fame, a non poter pagare gli affitti, le bollette di luce, acqua e gas e così via, la nuova amministrazione regionale “Prima gli italiani-Fedriga” invece di intervenire prontamente ripristinando subito il sostegno al reddito e tornando al precedente sistema di erogazione, ovvero diretto presso gli sportelli bancari, non trova di meglio che cancellarlo. In attesa di “tempi migliori” ovvero se e quando, tra un semestre o peggio, entrerà in funzione quel reddito o pensione di cittadinanza, che i compagni di Lega di Fedriga, Zilli e Roberti a livello nazionale ostacolano sottobanco. Del dramma di centinaia di migliaia di persone ridotte alla miseria più nera e alla disperazione più cupa a questi politici non gliene può fregar di meno. Non si rendono conto che ogni giorno che passa la situazione si esaspera e peggiora ed allora non saranno quattro telecamere in più o le pistole ai vigili a risolvere la situazione. Vergogna anche a quelle forze politiche di opposizione, in primis i Cinque Stelle ed il PD, che non trovano di meglio che limitarsi a qualche comunicatino stampa o interrogazione di rito.



« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 16 June, 2019 - 12:44 pm - Visitatori Totali Nr.