Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Il neocomunismo. Attenti l'America, non la Cina, è vicina.
Il Bolscevismo ha nuovo volto e nuovi protagonisti. E' il Partito Democratico, che fu di Kennedy, Clinton ed Obama, il nuovo rappresentante dei Soviet. Alexandria Ocasio-Cortez è tra le personalità politiche “che combattono ricchezze e privilegi facendo cadere uno dei tradizionali..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Caos di cittadinanza.
Questo reddito o pensione di cittadinanza viaggia nel caos più completo.Premesso che lo riteniamo una misura giusta ma fortemente condizionata dagli innumerevoli “paletti” attuativi, sempre che non vengano cambiati nella discussione parlamentare.Partiamo da quello che al momento è cosa..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 2

Noi NON siamo quella gente.

» Inviato da valmaura il 9 February, 2019 alle 1:49 pm

Ebbene chi ci segue lo avrà ben capito. Noi siamo totalmente alternativi o, se preferite, diametralmente opposti a quel mondo della “informazione” locale, scritta e televisiva, che abbiamo sfortuna e disgrazia di trovarci a Trieste e Regione. Noi cerchiamo, attraverso queste pagine e non solo, e attraverso le iniziative del Circolo Miani di offrire alla nostra comunità una informazione, seppur nel nostro piccolo, che sia reale, utile e che nulla nasconda senza guardare in faccia a nessuno. Non ci facciamo influenzare da simpatie verso questa o quella parte politica e i prezzi che per questa nostra autonomia e vera indipendenza abbiamo dovuto pagare in tutti questi anni non si contano e non trovano paragoni. Ma noi siamo fatti così, e fin dal 1981 anno della nascita del Circolo Miani. Ora pure su Facebook, un “social” più sensibile al business che a dar voce ai suoi utenti, viviamo mesi di censure, rallentamenti ed ostruzioni. Ma non possiamo farne a meno, ovvero cancellati dal piccolo giornale, da TeleCamberquattro e dalla deganizzata Rai regionale, non possiamo rinunciare a questa “finestra” comunicativa. Ecco perchè vi rinnoviamo l'invito a fare la vostra parte, noi la facciamo ogni giorno pubblicando i nostri servizi, ovvero superando la naturale pigrizia e la voracità compulsiva che ci assale davanti alla tastiera del computer, per aiutarci ad aiutarvi. Come? Molto semplicemente invitando i vostri amici ed i vostri contatti, condividendo sulle vostre e loro pagine un nostro articolo ed inviando loro un messaggio di supporto, a mettere il “Mi Piace” alla nostra PAGINA. Come vedete non è un grande sforzo quello che vi chiediamo ma sufficiente ad aumentare la diffusione della nostra informazione, insomma quella che nei giornali si chiama “tiratura” tirando un sonoro ceffone ai pennivendoli di regime. Seconda cosa che ci aiuta non poco è la destinazione del vostro (nel senso più ampio coinvolgendo parenti ed amici) 5 X 1000 a favore del Circolo Miani, associazione onlus di volontariato sociale e culturale. A voi costa la “fatica” della scrittura del nostro Codice Fiscale 90012740321 nella apposita casella delle associazioni di volontariato e lo sforzo eventuale di una firma. Lo potete fare su tutte le tipologie delle dichiarazioni dei redditi, prestampate e non, a partire dal CUD. Siccome dal 2007, per essere liberi e non condizionabili, abbiamo fatto la scelta di vivere in totale povertà confidando esclusivamente sull'autofinanziamento e sulle oblazioni, insomma carità, ecco che la destinazione da parte vostra e magari di altri, come diceva Renzo Arbore “più siamo e meglio stiamo”, del 5 X Mille è per noi fondamentale. Insomma di nuovo quel “AIUTACI ad AIUTARTI” che mai come in questo caso è azzeccato. Così forse potremo comperarci la nuova versione della lussuosa auto modello ragionier Ugo Fantozzi (tra l'altro Paolo Villaggio era un caro amico).

https://www.facebook.com/circolo.miani/photos/a.1497907753813521/2391980827739538/?type=3&theater




Servi e sudditi, non cittadini.

» Inviato da valmaura il 7 February, 2019 alle 2:01 pm

Esistono varie leggi dello Stato, la cui infrazione prevede l'obbligo in particolare per i pubblici ufficiali dell'incriminazione e finanche dell'arresto, che riguardano la trasparenza delle procedure delle pubbliche amministrazioni o di gestori e concessionari di servizio pubblico, ed il diritto di accesso agli atti, immediato, o entro 30-60 giorni, da parte dei cittadini “portatori di interesse”.
Si parte dai quattro Decreti Bassanini (allora Ministro per la Funzione Pubblica) che inseriscono l'obbligo per i funzionari di qualificarsi sempre, come di non richiedere inutilmente ai cittadini documenti già in possesso della pubblica amministrazione, qualunque essa sia, e si arriva alla Legge 241 del 1990.
Violare queste norme significa incorrere in un reato PENALE, dunque materia da Procura della Repubblica. Sembra chiaro e semplice ma invece così non è.
Perchè molto spesso le amministrazioni pubbliche o i gestori/concessionari (telefonia, televisioni, fornitori di energia, gas ed acqua: tanto per citarne alcuni) le violano o direttamente oppure attraverso marchingegni burocratici ed esasperati ritardi. O più semplicemente non rispondono.
Tutto questo trasforma il cittadino in un suddito ed anche impotente perchè quando anche ricorre alla magistratura con regolare denuncia non ottiene soddisfazione alcuna (ne siamo testimoni diretti qui a Trieste). E questo è risaputo dagli interessati che ne traggono giovamento nel perpetrare questa sostanziale illegalità. Contano anche molto sull'ignoranza, stanchezza e rassegnazione delle persone.
Un ultimo caso su tutti.
In ottobre telefonammo agli uffici del Capo di Gabinetto del Ministero del Lavoro e Previdenza Sociale (retto da Luigi Di Maio) per segnalare un comportamento illegale, a nostro avviso, dell'INPS che cassava tutte le domande di REI (sostegno al reddito statale) degli ex beneficiari della MIA (sostegno al reddito regionale) FVG, disattendendo leggi e norme dello Stato.
Ovviamente ci chiesero di inviare una memoria documentale (la famosa “istanza” di borbonica memoria, utilissima in prima battuta per scoraggiare, guadagnare tempo e nulla fare).
Tosto fatto da allora, ottobre 2018, non abbiamo ricevuto, nonostante ripetuti solleciti telefonici, risposta alcuna.
Non male per una vicenda dove il tempo rappresenta una variabile devastante per chi vive in povertà assoluta, e non male per chi della predicazione dell'onestà, della legalità e della trasparenza ha fatto la propria bandiera.
Altro che “uno vale uno”, anche qui vale la regola del Marchese del Grillo, che tutto il resto sono solo “chiacchiere e distintivo” (Al Capone-Robert De Niro).
https://www.youtube.com/watch?v=7MDY-8DVqjs




FATTO !

» Inviato da valmaura il 6 February, 2019 alle 3:03 pm

«Maddalena, è fatta. Altrimenti dò le dimissioni. Entro sei mesi partono i lavori». "Il sindaco Roberto Dipiazza lo annuncia a Telequattro il giorno del suo genetliaco. Piccolo 6 febbraio 2019."
Della serie:
Aprile 2001. “Magazzino vini. Se eletto (sindaco) quel rudere lo faccio sparire in 40 giorni”.
“Quel cancro lo chiudo domani!” (giugno 2001) Sindaco Roberto Dipiazza.
La sfida di Dipiazza: “Se non faccio sparire questo cancro (sempre Ferriera) dalla città me ne vado”. Il Piccolo 11 dicembre 2016.
https://www.youtube.com/watch?v=uwZn6ISRqJc
Quando si dice la parola ...



L'incolpevole “topo” di Casa Pound. Il “fascismo” di regime.

» Inviato da valmaura il 5 February, 2019 alle 2:02 pm

Dal piccolo giornale “Gesto condannato apertamente da Roberto Dipiazza, che l’ha definito «intimidatorio e vile». Il Paese - ha aggiunto il sindaco - ha lottato e sofferto per poter oggi vivere in democrazia.” Ha “lottato e sofferto” contro fascismo e nazismo: qualcuno glielo spieghi al Sindaco e soprattutto a chi gli scrive i discorsi. E poi “ Intimidazioni come quella avvenuta in via San Zaccaria rappresentano un attentato alla nostra democrazia, alla libertà di ognuno di noi». Più che altro alla vita di un incolpevole topo ma a Dipiazza piacciono le iperboli. Peccato che tale secca e perentoria condanna il Sindaco non l'abbia esternata sul recente caso, l'ennesimo, Polidori che gli fa da vice. Transeat. “Di che giornali siete? No, con voi non parlo, perché i vostri giornali mi stanno sul c...”. Così ha risposto Gianluca Iannone, leader di Casa Pound, a due colleghi del Piccolo e del Primorski Dnevnik che sabato gli chiedevano una dichiarazione in occasione dell’inaugurazione della sede triestina del movimento politico di estrema destra.” E subito “Assostampa Fvg e Ordine regionale dei giornalisti condannano questo episodio che denota una preoccupante concezione dei rapporti con i media. In democrazia non dovrebbe infatti essere consentito a un rappresentante politico di scegliersi gli interlocutori a suo piacimento. Giornali e giornalisti hanno il dovere non di essere amici o nemici di questo o quello, ma di parlare di tutto e con tutti, nella ricerca della verità che si svolge nell’interesse del pubblico. Alle critiche il buon senso e l’educazione suggeriscono che si risponda con gli argomenti e comunque sempre con il rispetto delle rispettive funzioni.” E qui contrariamente a chi ha subito “condiviso” e si è “unito al coro di solidarietà”, sono parole loro, noi, fuori dal coro, ci uniamo, con dispiacere, alla scelta attuata dai vertici di Casa Pound, almeno nei confronti del piccolo giornale. Non c'è peggior fascismo e violenza squadristica di chi usa la propria posizione di monopolista dell'informazione come una clava per colpire i cittadini che non la pensano come gli editori di riferimento di certa stampa, ed i loro amici degli amici. Il piccolo giornale a Trieste, e non solo lui che basta scorrere i servizi televisivi di Telecamberquattro e Rai regionale, hanno fatto del diritto-dovere di informare, da anni, l'esatto contrario di quanto descritto nel comunicato di Assostampa ed Ordine Giornalisti, ma proprio l'opposto riga per riga. E senza che “Assostampa e Ordine” emettessero vagito o flatulenza alcuna. Eia, Eia ...


Pronti (?) Soccorsi. SIOT. Ovvero porto petroli.

» Inviato da valmaura il 1 February, 2019 alle 1:46 pm

Sentite questa di oggi. Dopo gli incidenti e le proteste. “Il Commissario straordinario di AsuiTs, Antonio Poggiana, conferma di aver richiesto un report dettagliato.” «Ho dato mandato alle direzione mediche di presidio di registrate ogni caso in modo da poter fare una valutazione attente (a) e precisa del problema». La sua soluzione? Più telecamere! Poi l’articolista scrive che “Regione. Potrebbero arrivare sei nuovi medici per compensare la grave carenza di personale nel Pronto soccorso dell’ospedale di Cattinara di Trieste. Peccato che Andrea Pierini dimentichi di citare l’intervista fatta dal piccolo giornale per cui lavora allo stesso Commissario Asuits proprio un mese fa, non un decennio, dove lo stesso dichiarava “che il Pronto Soccorso di Cattinara sta bene così com’è”. Immaginiamo anche allora dopo aver fatto una ponderata “valutazione attenta e precisa del problema”. Caro Riccardi, oltre al bando per l’assunzione di sei medici ne va fatto uno per nominare un nuovo “Commissario”. SIOT. Ovvero porto petroli. E non basta. Quando il sindaco di San Dorligo Klun “ha portato all'attenzione dell'azienda ospitata nel suo Comune «le istanze della popolazione che ha quotidianamente a che fare con i miasmi prodotti dagli impianti», Lilli (SIOT) ha risposto ricordando che «nel 2018 sono stati investiti 300 mila euro per il monitoraggio degli odori. Sappiamo di dovere migliorare il disagio olfattivo, ma ci vorrà tempo». Avete capito? “Tempo”, che 50 anni non sono stati sufficienti. Ma dove trovano certi personaggi?



« PrecedentePagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 19 February, 2019 - 2:21 am - Visitatori Totali Nr.