Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

I Fratelli De Rege del Friuli Venezia Giulia.
Discoteche."Secondo il presidente del Friuli Venezia Giulia, «le regole ci sono già e bastava farle rispettare, chiudendo i locali che non rispettano le distanze». Pensiero simile a quello del vice Riccardo Riccardi, che in un tweet dice di «condividere..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Comune. Qualcosa proprio non va.
Lascia basiti l’apprendere che il rifacimento del Campo Sportivo di Cologna, costato una barcata di soldi (500.000 euro), e non ancora ultimato è praticamente da rifare.Senza entrare nei dettagli (illuminazione insufficiente, recinzioni mancanti o sfondate, ecc), basti dire..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 19

MORATORIA 5G Comune Trieste.

» Inviato da valmaura il 14 June, 2020 alle 1:42 pm

Attendere ora per non piangere poi !

MENO ANTENNE PIU’ ALBERI

Piano regolatore comunale per ripetitori ed antenne
(lontano da ospedali, scuole e zone densamente abitate)

BONIFICA E RECUPERO GIARDINI ED AREE VERDI

A tutela della nostra salute e qualità della vita.

SABATO 27 GIUGNO
Dalle ore 10.30 alle ore 12.30
PIAZZA UNITA’ (lato Municipio)

ASSEMBLEA CITTADINA

facebook Circolo Miani

Questo il testo della locandina (un nome a caso) da stampare in casa per pubblicizzare l’appuntamento deciso sabato scorso nella partecipata riunione al Circolo Miani.
Siccome diamo per scontato che questa stampa e televisioni che abbiamo la sventura di avere a Trieste e Regione non daranno una riga di annuncio, salvo poi mandare qualcuno a “contare” i presenti per “gufare” sull’iniziativa, tutto sta nelle mani e nella buona volontà delle singole persone (nel condividere e diffondere la notizia ed invitare amici e conoscenti a partecipare).
Abbiamo scelto la formula dell’assemblea aperta a tutti proprio per dare la possibilità a tutti di prendere la parola, ma senza passerelle propagandistiche di sigle o partiti (che su questi argomenti da mesi e mesi non hanno aperto bocca).
Lo ripetiamo per l’ennesima volta: a noi non interessa fare un corso accelerato e laurearci in fisica o ingegneria. Oggi gli studi e le ricerche fin qui prodotti/e sulla eventuale pericolosità per la salute e per l’ambiente non danno, anzi, alcuna certezza sull’innocuità di questa nuova tecnologia 5G, come ha dovuto prendere atto perfino la Comunità Europea invitando gli stati membri ad adottare il principio della “massima precauzione”.
Ci basti questo senza bisogno di citare la scelta già assunta in questo senso da alcune nazioni (ultima in ordine di tempo la vicina Repubblica Slovena) e da migliaia di Comuni e Regioni in Europa ed Italia (sono recentissime le delibere di moratoria alla sperimentazione del 5G nei rispettivi territori votate dai Comuni di Udine e Bolzano).
Il Comune di Trieste invece continua a non decidere nonostante due richieste formali inviate in questi mesi dal legale del Circolo Miani. E sabato 27 giugno può essere l’occasione giusta per svegliarlo dal letargo, oltre a sollecitarlo sugli altri importanti punti all’ordine del giorno dell’Assemblea.
Maurizio Fogar




Trieste. Il ritorno dei morti viventi.

» Inviato da valmaura il 13 June, 2020 alle 2:35 pm

Ed il piano Colao in Vodafone: avanti tutta sul 5G.

Ci voleva la questione D’Agostino sul Porto per offrire all’opinione pubblica una carrellata di Amarcord.
Ovvero di note e comunicati pubblicati su stampa e tivù da specie in via d’estinzione da lustri, o accuratamente protette perché appunto sulla strada della irreversibile scomparsa.

Il linguaggio usato da questi Zombie è sempre quello vecchio e stantio del politichese classico.
Ma la nostra attenzione è stata attirata da una nota a firma dei “Verdi del Friuli Venezia Giulia” che in questi anni non hanno aperto bocca, e soprattutto mosso dito, su alcune questioncelle che a Trieste erano centrali, a partire dall’inquinamento di Ferriera e consimili per arrivare in tempi recenti alla vicenda 5G, alla deforestazione urbana ed al massacro di giardini ed aree verdi.
Scopriamo ora invece che ancora esistono e danno cenno, con un comunicato stampa ed una comparsata che agli “amici” seppure minuscola non si nega mai, di esistenza in vita sulla questione presidenza del Porto. Ecco per esempio invece sull’inquinamento prodotto dal traffico navale e su quello acustico da questo proveniente non hanno invece mai aperto bocca.
Per favore offrite loro un calice di plasma e riaccompagnateli in cripta, perché l’alba è sull’orizzonte.
Mentre bene fa il Presidente del Consiglio a prendere con le pinzette il “piano Colao” sulla ripresa dell’Italia.
Se tutto quello che ha partorito la “task force”, che chiamarla “gruppo di lavoro” fa ribrezzo, sono quelle considerazioni che l’amministratore delegato di Vodafone prestato a Palazzo Chigi ha depositato, allora consigliamo vivamente la politica a rivolgersi a Toio Fior e colleghi che ne sanno di più mentre pascolano colombi alle panchine del Giardino Pubblico.
Non puzza nemmeno lontanamente di conflitto d’interessi insistere, come fa la relazione del supertecnico (Colao non Toio Fior), sulla digitalizzazione spinta: insomma all’immediata implementazione della rete 5G in Italia, varando per di più norme che impediscano agli enti locali di opporvisi. Il tutto ovviamente in nome della democrazia, e degli affari di Vodafone ed associati.
Caro Presidente del Consiglio, lo ringrazi e lo rimandi agli interessi suoi, e chiami d’urgenza Toio Fior, usi il Patuanelli per recuperarlo, alla Presidenza del Consiglio.




Assemblea cittadina. Sabato 27 giugno in piazza Unità.

» Inviato da valmaura il 12 June, 2020 alle 10:47 am

Moratoria 5G, più alberi e meno antenne, risanare giardini ed aree verdi.

Si terrà, salvo imprevisti, sabato 27 giugno dalle ore 10.30 alle ore 12.30 in piazza Unità di fronte al Municipio, una Assemblea cittadina per sollecitare il Comune di Trieste ad emettere l’ordinanza-delibera di moratoria sospensiva del 5G nell’intero territorio comunale come formalmente chiesto dal legale del Circolo Miani, con l’invito contestuale alle altre cinque amministrazioni della provincia a fare altrettanto, sul modello di quanto attuato da centinaia di Comuni in Italia, tra gli ultimi quelli di Udine e Bolzano, migliaia in Europa, e da alcune Regioni e Stati (a partire dalla vicina Slovenia).
Riteniamo infatti che in assenza di una risposta certa ed inequivocabile da parte della scienza sugli eventuali rischi a salute ed ambiente causati dalla nuova tecnologia, ed in accoglienza dell’invito della Comunità Europea di esercitare il criterio della massima precauzione, sia meglio attendere ora che piangere poi.
Fermare le scriteriate campagne di abbattimento di alberi in corso da anni nel nostro Comune, che assieme all’aggravarsi di una emergenza climatica che ha reso Trieste simile a Saigon, rappresenta l’esatto contrario di quanto invece andrebbe fatto.
Predisporre da subito un “piano antenne e ripetitori” che individui apposite zone del territorio adatte ad ospitare questi impianti: lontano da ospedali, scuole e centri densamente abitati. Nella consapevolezza, come dichiarato più volte dalla stessa Arpa FVG, che le future apparecchiature 5G si avvarranno nella prima fase degli impianti già esistenti per il 3/4G.
Predisporre un immediato piano di interventi da parte del Comune per la rinascita e la cura di tutti i giardini e le aree verdi presenti sul territorio, creandone delle nuove e soprattutto bonificando gli spazi lasciati colpevolmente inquinati da quattro estati, rubando soprattutto ai bambini il loro benessere.
L’ Assemblea sarà aperta a tutti e tutti potranno prendere la parola a tutela della nostra salute e qualità della vita.
Si invitano stampa e televisioni ad astenersi dal presenziare vista la sostanziale censura esercitata fino ad ora nei confronti dell’iniziativa. Vadano ad intervistare i loro padroni di riferimento.




Movida selvaggia e cervelli piatti.

» Inviato da valmaura il 11 June, 2020 alle 1:10 pm

Insopportabile, e qui l’emergenza Covid-19 è semplicemente un’aggravante, quello che succede nei posti da “sballo” ogni fine settimana. Certo il problema è “sociale” e le responsabilità vanno ricercate nel modello cresciuto in una società come la nostra, certo famiglia e scuola non sono innocenti, anzi, ma anche certi esercenti hanno le loro belle colpe: chiamiamole con il loro nome e facciamola finita.
Ma ciò non è sufficiente. Prevenire è
importante e ci vogliono necessariamente tempi lunghi ed allora in questa fase va usato il deterrente della punizione, soprattutto economica che una fetta importante della comunità il cuore lo tiene ad altezza della natica destra dove sta il portafoglio, ma anche afflittiva.
Va garantita anzitutto la certezza della pena, dopo un giudizio rapido, insomma per direttissima, dove le condanne, siano esse anche di soli sei giorni vanno fatte scontare senza alcuna applicazione di condizionali o benefici di legge.
Ma la pena non deve essere marchiante, pertanto niente iscrizione al casellario giudiziario salvo in caso di recidive, e tanto meno infamante, proprio perché e mai come in questo caso deve essere “rieducativa".
E non deve produrre conseguenze lesive dei ruoli sociali: scuola o lavoro.
Dunque il rissante, il bulletto, lo sballato va condannato a scontare la pena nei giorni festivi e nei fine settimana, svolgendo lavori socialmente utili ma di un certo tipo: raccogliere le immondizie, lavare e pulire i luoghi pubblici, nettare i cessi negli ospedali e carceri, ma senza recare pregiudizio alla sua vita sociale.
Direte che è fantasia? Assolutamente no, questo avviene da tempo, e con ottimi risultati in molti paesi d’Europa.
Sapere che anche una condanna lieve va scontata per intero lavorando duramente e pagando salate ammende, esigibili fino al terzo grado di parentela, è il migliore dissuasore ed esercita una funzione altamente educativa. Ovviamente senza cellulari, iphone e strumenti consimili al seguito.
Per gli esercenti? La normativa esiste e va applicata senza sconti, Fipe o non Fipe.



Panchine e milioni.

» Inviato da valmaura il 10 June, 2020 alle 12:53 pm

I “bonzi” della politica e del “giornalismo”, che a Trieste spesso coincidono, si sono ritrovati per la dedica di una panchina alla “libertà di stampa”.
Un gesto che a Trieste assume aspetti di funerea ironia, vista la pluridecennale assenza sostanziale di questa “libertà”, ed hanno apposto una targhetta con l’articolo 21 della nostra Costituzione, che finisce con “La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.” Prescrizione totalmente supe
rflua per Trieste dove i mestieranti del ramo si sottopongono volentieri al rito della “autocensura” preventiva in ossequio dei desiderata del potere.
Il Comune “scopre” un avanzo di 12 milioni in bilancio, e la prima preoccupazione, tra le altre cose, è di destinare parte importante della somma agli “eventi” culturali ed a potenziare le luminarie natalizie “che piacciono tanto al sindaco”.
Destinarli invece ad aiutare i concittadini che sopravvivono in povertà, ed il cui numero purtroppo è destinato ad aumentare, non è passato nemmeno per la capa ai nostri politici. I poveri a Trieste sono tradizionalmente “invisibili” gli alberetti di Natale invece no.




« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Pagina 246Pagina 247Pagina 248Pagina 249Pagina 250Pagina 251Pagina 252Pagina 253Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 19 September, 2020 - 1:35 am - Visitatori Totali Nr.