Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Il senso di DiPi per le statue.
Il Vate con vista sui cassonetti delle scovazze.Alice al Depuratore fognario cittadino.E quella di Ressel prossima ventura all'Inceneritore di via Errera?..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Società politica e Società civile. Dedicato a Trieste.
Se incontri uno convinto di sapere tutto e sicuro di sapere fare tutto, non ti puoi sbagliare: è un imbecille. (politica e dintorni)Si chiama pregiudizio di conferma, ovvero ciò a cui si vuole ardentemente credere e non importa..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 172

Il manganello partecipato.

» Inviato da valmaura il 28 June, 2011 alle 3:15 pm

Ovvero la nuova versione della “democrazia partecipata” in salsa triestina.

Ieri sera, lunedì, in occasione della seconda seduta del Consiglio Comunale di Trieste, una delegazione di una trentina di cittadini, anzi più cittadine che cittadini, si è recata in piazza Unità davanti al Municipio chiedendo di incontrare i Capigruppo consiliari, il presidente (qui la minuscola è sacrosanta) del Consiglio Comunale ed eventualmente gli assessori competenti.

Stiamo parlando di territorio, ambiente, inquinamento e tutela della salute. Dunque Ferriera ma non solo.

La risposta della nuova amministrazione civica, si fa per dire, è stata questa: i cittadini che stazionavano nella piazza, godendosi finalmente una leggera frescura, hanno visto arrivare un pulmino di poliziotti municipali con i manganelli di dotazione bene in vista; hanno atteso quasi due ore per vedere comparire solo il Capogruppo dell’Italia dei Valori, Paolo Bassi, e più tardi l’onorevole Roberto Antonione candidato Sindaco sconfitto al ballottaggio.

In cambio hanno apprezzato la vista due piani più in alto di una decina e passa di consiglieri, tra cui alcuni capigruppo, che a turno uscivano sui balconi a fumarsi una sigaretta e distrattamente buttavano uno sguardo sulle persone che stazionavano di sotto, alle quali nel frattempo si era aggiunto il Presidente della Settima Circoscrizione accompagnato da alcuni consiglieri.

Ad un certo punto, e sempre grazie alla disponibilità di Paolo Bassi, è uscito un nervoso Assessore all’Ambiente, che si è limitato a dire che a giorni “le associazioni ambientaliste” saranno invitate da lui medesimo ad una riunione per “ascoltare” la posizione della nuova amministrazione in materia (ovviamente lui intendeva riferirsi esclusivamente alla Ferriera).

Se le è presa con il sigaro toscano di Fogar e lo ha invitato a “mangiarselo” lamentando che i Comitati di Quartiere non avessero partecipato ad un suo comizio elettorale, sempre sul tema Ferriera, organizzato in campagna elettorale dal suo partito (SEL). Forse dimenticando che si rivolgeva a chi aveva preso parte a quelle stesse elezioni con una Lista civica concorrente: quella appunto dei Comitati di Quartiere che aveva raccolto una media di duemila voti.

Per carità patria nessuno gli ha chiesto dove fosse mai stato lui in occasione di tredici anni di manifestazioni, assemblee, cortei con migliaia e migliaia di partecipanti.

All’unica domanda rivoltagli, ovvero se condivideva quanto dichiarato sul piccolo giornale di Trieste quella stessa mattina dal suo collega di Giunta, il PD Fabio Omero, di cui riportiamo uno stralcio dell’intervista qui sotto, non ha risposto, anzi meglio ha detto “se avevamo finito il comizio”.

Piccolo ulteriore dettaglio. In questi giorni, sono passate tre settimane dall’elezione del nuovo Sindaco, chiunque cerchi di rintracciare un Assessore in Comune si sente rispondere dal centralino uno sconsolato “non abbiamo ancora i numeri di telefono interni per rintracciarli”. Invece il nuovo presidente del consiglio comunale (sempre con la “p” rigorosamente minuscola) cercato più volte per fissare un incontro, non si è fatto mai trovare disponibile al telefono.

Complimenti vivissimi alla “democrazia partecipata”, quella vera, in strada con la gente non quella virtuale da onanisni via web.

Il Piccolo, lunedì 27 giugno 2011, pagina 13, Cronaca di Trieste.

Intervista all’Assessore comunale di Trieste, Fabio Omero, con deleghe allo Sviluppo Economico.

Domanda: “La Ferriera: che fare per non rimanere incagliati in tavoli e dibattiti?”

Risposta:Innanzitutto vorrei sapere tempi e costi (nostro commento: già quantificati tre anni fa dal Ministero dell’Ambiente in circa 60 milioni di euro) della dismissione e della bonifica dell’area: a qualsiasi imprenditore vanno date certezze. Poi va capito quanto il pubblico è disposto a investire sulla bonifica dell’area, che peraltro mi dicono (Chi scusi?) non essere così gravemente inquinata.

Il Comune potrebbe poi diventare una sorta di agenzia di marketing giocando un ruolo importante nella ricerca di imprenditori.”

Non male per uno che è stato capogruppo e consigliere per quindici anni e che ignora tutto, ma proprio tutto in materia. Dalle disposizioni sulle bonifiche, all’insediamento nell’area della mitica Piattaforma logistica. Per non tediare oltre gli “diciamo”, anzi offriamo noi solo tre, tra i tanti disponibili, punti di informazione sulla “non gravità” dell’inquinamento nell’area.

Il Comune di Trieste li ha ricevuti negli anni puntualmente ma forse i consiglieri, come gli assessori, non erano “rintracciabili”.

A proposito è lo stesso ex capogruppo che il 9 dicembre 2009 aveva preso solenne impegno con i Comitati di Quartiere di convocare una audizione sul tema nella Commissione comunale competente “entro lo stesso mese di dicembre”. Peccato non avesse specificato l’anno, visto che siamo all’estate 2011.

In sequenza:

1) Verbali delle Conferenze dei Servizi decisorie del Ministero dell’Ambiente, a firma del Direttore Generale Gianfranco Mascazzini, dove vengono elencati i devastanti sforamenti degli inquinanti più cancerogeni e pericolosi individuati nelle caratterizzazioni del suolo e delle falde acquifere dei terreni occupati dalla Ferriera, con allegati tabelle e dati rilevati. E dove viene dato mandato all’Avvocatura dello Stato di rivalersi sulla proprietà per la messa in sicurezza urgente dell’area da bonificare (costo totale previsto 50-60 milioni di euro).

A partire dagli anni 2002, 2003, 2005, 2006, 2007, 2008: caratterizzazioni sito inquinato della Ferriera. Ministero Ambiente.

2) Relazione territoriale sul Friuli Venezia Giulia approvata dalla Camera dei Deputati nella seduta dell’8 marzo 2005, contenente stralci dell’audizione del Procuratore Capo di Trieste, Nicola Maria Pace, Procuratore Distrettuale Antimafia Regione FVG, sulla situazione Ferriera di Trieste.

3) Conclusione indagini Procure di Perugia e Grosseto gennaio 2010, con sequestro discarica abusiva Ferriera lato Scalo Legnami per la presenza nei terreni di 370.000 tonnellate di rifiuti tossici, con cui per altro è stato interrato sempre abusivamente il mare del Vallone di Muggia per una estensione pari ad otto campi di calcio. L’inchiesta, che ha portato ad una quarantina di mandati di carcerazione in tutta Italia per lo smaltimento illecito di rifiuti tossici, tra gli altri reati contestati, ha costretto agli arresti i vertici dello stabilimento triestino e della Lucchini Italia per una quarantina di giorni.

Ma d’altronde è lo stesso neoassessore che una settimana prima aveva detto che la Ferriera è nodale per l’industria triestina, e fa bene in effetti copia con un sempre neoassessore all’Ambiente che la domenica scorsa si lamentava, sempre dalle colonne del piccolo giornale, che non ci fosse “un dato certo” sulle emissioni inquinanti. Ma va! Davvero? Gli abitanti di Servola, Chiarbola, Valmaura, Monte San Pantaleone, Campi Elisi e Muggia, che ieri mattina non si vedevano quasi perché immersi in una nube di gas tossici che ha devastato la salute di decine di migliaia di persone, lavoratori compresi, per ore e ore, dopo tredici anni hai voglia se aspettano i “dati” certi. Loro li vivono ogni giorno che Dio manda in terra sulla  propria pelle.




Lunedì 27 giugno, alle ore 20, in piazza Unità davanti al Municipio.

» Inviato da valmaura il 24 June, 2011 alle 6:54 pm

Lunedì 27 giugno, alle ore 20, in piazza Unità davanti al Municipio.

Questo lunedì torna a riunirsi il nuovo Consiglio comunale ed allora i Comitati di Quartiere ed il Circolo Miani andranno, come deciso nell’ultima affollata assemblea dello scorso otto giugno, ad incontrare i Capi Gruppo consiliari e chi della nuova Amministrazione vorrà partecipare, si ritiene l’Assessore all’Ambiente.

I temi sono quelli sulla bocca di tutti ed assolutamente irrisolti da almeno 13 anni e che riguardano la qualità della vita e la tutela della salute di decine di migliaia di Triestini e Muggesani, a partire dalle emissioni della Ferriera, il cui inquinamento è oramai assodatamene fuori controllo, all’Italcementi, alla Sertubi, alle vasche a cielo aperto del Depuratore fognario cittadino, dove ristagnano le feci di 200.000 e passa concittadini all’inizio di via Baiamonti.

Sarà una delegazione di cittadini molto nutrita e aperta a chiunque voglia partecipare.




COSA CAMBIA? Mercoledì 8 giugno, alle ore 20.30, incontro pubblico al Circolo Miani, a Trieste in via Valmaura 77.

» Inviato da valmaura il 6 June, 2011 alle 1:46 pm

Mercoledì 8 giugno, alle ore 20.30, il Coordinamento dei Comitati di Quartiere organizza un incontro pubblico al Circolo Miani, a Trieste in via Valmaura 77.

Passate elezioni e campagne elettorali, la vita continua come prima e peggio di prima, almeno a vedere quanto fuoriuscito di inquinante in questi giorni dalla Ferriera.

Come organizzare una protesta e rinnovare una proposta per uscire da subito dalle emergenze del nostro territorio per tutelare la qualità della vita, la salute e per garantire un lavoro dignitoso e sicuro.

E' stato invitato l'ing. Umberto Laureni.




Buona Notte, Trieste.

» Inviato da valmaura il 31 May, 2011 alle 11:22 am

Comune: elettori 184.952; votanti (senza schede nulle: 1774, o bianche: 1330) 92.247 pari al 49%.

Sindaco: eletto con il voto del 28% dei cittadini aventi diritto al voto. Lo sconfitto ha raccolto il rimanente 21%. Per la Provincia il dato è sostanzialmente identico.

L’affluenza alle urne, e senza lo stratempo che secondo i piccoli giornali in italiano e sloveno aveva causato il record italiano del non voto al primo turno, è ulteriormente scesa del 5%, probabilmente stavolta è colpa del bel tempo.

Ogni altro commento appare superfluo.

Buona Notte Trieste.




"Viva là e pò bon"

» Inviato da valmaura il 30 May, 2011 alle 6:02 pm

Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita.

Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. E’ la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l’intelligenza.

Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciareAntonio Gramsci. 1917.

Sembra scritta ora: la descrizione ed il disprezzo della passività. Che suona a condanna non solo di chi la pratica ma anche purtroppo per coloro, i pochi, che si battono per sopravvivere. Se la ambientiamo a Trieste, quasi un secolo dopo, e la leghiamo per esempio al problema Ferriera, ma può benissimo valere per tutte le altre emergenze che violentano la salute e la vita della nostra gente, la fotografia appare nitidissima. E non riguarda il comportamento della politica dei partiti: non qui non c’è alibi che tenga, riguarda invece il comportamento passivo delle persone. La loro viltà e pigrizia, la loro ignoranza e sudditanza, il loro giustificazionismo particolaristico che alla fine le spinge ad offrirsi al potente di turno se solo questi le degni di uno sguardo. Una volontaria servitù, un servaggio gratuito che non chiede nemmeno nulla in cambio, se non una pacca sulla spalla e la garanzia di non dover scegliere, delegando sempre tutto agli altri.

La cosa sconvolgente che queste ultime elezioni amministrative ci hanno rappresentato è che ancora una volta la “gente”, anche in rioni cittadini che da quindici anni assistono allo sfacelo provocato da questa politica e che vivono sulla propria pelle i suoi disastri ogni giorno che Dio manda in terra, e qui destra o sinistra uguali sono, e che è stata letteralmente sbeffeggiata da sfrontate e ripetute promesse mai mantenute, ha continuato a votare per questi partiti  e questi personaggi. Perché, appunto, “tanto non si può fare niente”.

Fare questa campagna elettorale, che non volevo e che preferivo vedere trasformata in una protesta espressa con il non voto, mi è costata moltissimo, specialmente sul piano personale.

Sono stato oggetto di una continua censura, isolamento, quando non di una campagna di pura denigrazione orchestrata soprattutto ma non solo dalla stampa locale in modi e tempi che non hanno precedenti e non solo a Trieste. La Lista civica che rappresentavo al Comune è stata letteralmente cancellata da questo “giornalismo” nostrano nel silenzio complice di tutta la società triestina, politica e cosiddetta “civile”.

Cosa fare? E’ una bella domanda alla quale cercherò, cercheremo di dare una risposta nei giorni a venire. Assieme a quelle decine e decine di belle persone che in questi quaranta giorni, ed alcuni in questi tredici anni, si sono spesi giorno dopo giorno contro questo abbruttimento dei passivi.





« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 15 December, 2019 - 9:33 am - Visitatori Totali Nr.