Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

Registrati • Password Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 148

Gli utili idioti di turno.

» Inviato da valmaura il 1 February, 2020 alle 1:05 pm

Neanche li pagassero. Sono i portavoti a vagonate dei vari Salvini (i Salvinistri), Meloni and company.

Negare che la mancata soluzione dei gravi problemi della societΰ italiana: dalla disoccupazione record, all'emergenza casa, ad un sanitΰ per censo, ad una povertΰ assoluta e relativa, pensioni da fame comprese, che coinvolge oltre un quarto della nostra popolazione, siano l'humus in cui fioriscono e crescono rigogliose le rabbie, le esasperazioni, le proteste che convogliano milionate di voti verso i movimenti xenofobi ed autoritari θ come negare l'evidenza.

Se prima non si risolve l'emergenza sociale degli italiani θ inevitabile che chi predica attraverso slogan semplicistici, mistificatori ma chiari, di chiudere confini, cacciare gli infedeli, e corsa alle armi, piω belinate consimili, avrΰ la strada spianata per ottenere i voti necessari a “governare con pieni poteri” il Paese.

Piaccia o non piaccia cosμ θ, come cosμ θ la constatazione che la cosiddetta sinistra non ha piω quasi alcun radicamento sul territorio, θ incapace di ascoltare i bisogni del paese reale ed ha fatto della guerra politica ai 5Stelle il suo fine ultimo, arrivando ad opporsi stolidamente a provvedimenti quali il Decreto Dignitΰ, il Reddito di Cittadinanza, il Salario minimo garantito (che ora θ la nuova Commissione Europea a chiedere), la lotta al partito degli affari e della cementificazione, i decreti spazzacorrotti e per tagliare drasticamente la prescrizione che manda impuniti fior fiore di criminali, che sono tutte parole d'ordine storiche di ogni forza progressista che si rispetti.

Per non citare poi la questione ambientale.

Nel suo piccolo le vicende politiche triestine e regionali sono esemplari di questo stato di cose.

E Dipiazza puς tranquillamente pregustarsi il quarto mandato se i competitor sono i nomi che girano nella logica esistente (da Russo alla trimurti grillina).

Che poi i 5Stelle ci abbiano messo del loro θ innegabile grazie alla impreparazione, alla supponenza di molti loro esponenti e ad un Movimento che ha pensionato da tempo “l'uno vale uno” trasformando la dialettica e la democrazia interna in affari da probiviri ed in epurazioni quotidiane.

Questa θ la realtΰ, puς piacere o meno, ma θ la realtΰ.

E prima se ne faranno una ragione e meglio sarΰ per tutti.




Ferriera. Di nuovo sciocchezze a ruota libera.

» Inviato da valmaura il 31 January, 2020 alle 12:27 pm

Farebbe ridere se non ci fossero ancora degli sfortunati, sempre e costantemente di meno per la veritΰ, che continuano a spendere soldi per comperare un giornale contenitore pubblicitario che al massimo puς servire per arrotolare pesce o ortaggi il giorno dopo.

Oggi sulla Ferriera il giovin articolista pubblica una serie di spiegazioni tecniche sullo spegnimento degli impianti che Toio Fior sulla panchina del Giardino Pubblico, intento a sfamare piccioni, ne scriverebbe di meglio.

Questi non sanno una mazza, e non θ un peccato mortale, ma non fanno nulla, neppure uno sforzino, per informarsi, e questo sμ che θ un peccato capitale per uno che presume di fare del giornalismo. Insomma non sa nulla e quello che sa θ pure sbagliato ma pretende di spiegarlo agli altri.

A degno completamento inserisce nella mezza paginata una polemica del tipo “il bue che da del cornuto all'asino” tra il leggermente dimagrito, buon per lui, Cosolini ed il Vescovo, mal per noi, Crepaldi.

Della serie chi salta prima sul carro del vincitore, e la fila si fa lunga.

Una cosa seria: sarebbe utile ricostruire il ventennale comportamento della Chiesa tergestina nei confronti della vicenda Ferriera e dintorni, e non θ escluso che prima o poi lo facciamo.

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/a.1497907753813521/2686712021599749/?type=3&theater




FERRIERA. Assessore Scoccimarro, basta sciocchezze !

» Inviato da valmaura il 29 January, 2020 alle 12:52 pm

Evidentemente lavorare troppo tempo “sotto traccia” oltre che ad indebolire la vista colpisce pure il cervello. Ma si consoli non θ l'unico a non capire cosa significa operare nelle istituzioni, in questo caso la Regione, dove tutto deve, eh sμ per legge, essere trasparente, visto il sistematico silenzio di quelle che dovrebbero essere le opposizioni, a partire dai 5Stelle e PD, che invece aprono bocca su mezzo mondo.

Oggi il piccolo giornale, che ne sa per altro meno di tutti in omaggio alla “professionalitΰ” del giornalismo, ospita una ennesima dichiarazione del “sottotraccista”, dall'incipit “Tengo a precisare” che contiene questa mendace dichiarazione “Siamo infatti di fronte a un caso piω unico che raro: basti pensare che la cokeria della Ferriera non veniva spenta del tutto da oltre vent’anni.”

Ecco ci faccia un favore, a noi ed ai cittadini del FVG che le pagano il lauto stipendio: non pensi ma si documenti. Ha un corposo e nutrito staff di collaboratori, tecnici, dirigenti di ogni ordine e grado sotto di lei: dall'Arpa all'Assessorato all'Ambiente, li consulti prima di dare aria ai denti e trarre in inganno l'opinione pubblica. Un problema che certamente non angoscia i “professionisti” dell'informazione nostrana che le fanno da acritica cassa di risonanza.

Eccone un esempio pratico. Cokeria, a memoria di chi ci lavora e ci ha lavorato da sessant'anni a questa parte non θ mai stata”spenta”, figurarsi dunque il “del tutto”. A beneficio dei nostri lettori, dunque non di Scoccimarro e del piccolo giornale o TelecamberQuattro e Rai regionale, ricordiamo che: la Cokeria di Servola θ composta da due parti, che qui chiameremo Batteria A e Batteria B.

Nel 1991 (proprietΰ Pittini) θ stata rifatta la Batteria B, mentre nel 2001 (proprietΰ Lucchini) i lavori di rifacimento hanno interessato la Batteria A. Ovviamente senza mai spegnere od interrompere la produzione della Cokeria nella metΰ non interessata ai lavori. Nel 2010 per oltre quaranta giorni l'impianto θ stato messo in esercizio provvisorio (come testimoniato dalle torce d'emergenza accese per tutto il periodo, viste e commentate da Muggia a Trieste) per una manutenzione straordinaria delle tubature con la Cokeria sempre in funzione, seppure a minimo regime.

Infatti spegnere “del tutto” l'impianto imporrebbe, prima del suo riavvio il rifacimento completo del refrattario interno.

Tutto questo, e tanto altro, abbiamo inutilmente cercato di spiegarlo in questi 22 anni a tutti gli amministratori comunali e regionali, ed ai politici, vecchi e nuovi, di ogni colore. Non hanno neppure risposto, da maleducati, alle nostre e-mail o telefonate, continuando a blaterare le solite bestialitΰ. Uniche eccezioni l'allora consigliere regionale di Rifondazione Comunista, Igor Kocjiancich, e la Presidente Debora Serracchiani. Punto.

https://www.facebook.com/circolomiani/photos/a.1497907753813521/2684994571771494/?type=3&theater





Alberi. A Trieste si chiama “posa a dimora”: ETERNA !

» Inviato da valmaura il 28 January, 2020 alle 12:46 pm

Ora non abbiamo elementi sufficienti per giudicare se in via Rossetti alta (civico 85) gli alberi esistenti DOVEVANO essere abbattuti.
Come ricordano sempre botanici ed agronomi i due terzi degli alberi “ammalati” sono curabilissimi, sempre che lo si voglia.
Certo che oramai tale e tanta θ la sfiducia nella credibilitΰ dei quattro funzionari del servizio Verde Pubblico comunale, e nell’assesora che lo dirige, che anche qu
ando dicessero il vero nessuno crederebbe loro, e gli esempi a riprova non mancano, purtroppo.
Fa sorridere macabro che perς gli operatori interpellati dai cittadini in corso d’opera si rifiutino di dire il nome della ditta per cui lavorano (violando la legge: operando essi per un ente pubblico) e soprattutto gli avvisi, non firmati tra le altre cose, affissi dal Comune sui divieti di sosta temporanei in cui si parla di “posa a dimora”. Dove? Nell’inceneritore?
Post Scriptum. A scanso di equivoci o speciositΰ, si rimembra che piovviginava come ben si evince dai rivoli delle macchie sui ceppi.

Impressionanti le foto sulla Pagina Facebook Circolo Miani.




Tram di Opicina. Ma chi controlla i controllori?

» Inviato da valmaura il 25 January, 2020 alle 2:24 pm

Come la vicenda del cantiere nato morto, ma con cinque piani intanto sventrati, dell'Ospedale di Cattinara e con il Burlo nel Limbo; il mancato rispetto dei termini (due anni di ritardo) per i lavori indicati nella perizia sul tetto della Piscina Terapeutica, intanto crollato; il ricorso al TAR sulla Ferriera respinto con parole infamanti dai giudici amministrativi per la mancanza di cultura giuridica dell'atto comunale.
E come non citare la vendita della ex Fiera di Montebello fatta prima di modificare il Piano urbanistico del Comune, se ne sono accorti solo mesi dopo. O la ridicola vicenda delle inferriate da ripittare di viale Miramare di cui il Comune negava la proprietΰ.
Ma potremmo continuare con il caso della ciofeca gigante del Parco del Mare in cui i nostri baldi eroi ignoravano il vincolo posto sull'area della storica Lanterna.
E ci fermiamo qui perchθ l'elenco ci porterebbe via mezza giornata.
Ora tocca alla “scoperta” di una precedente condanna, incompatibile con la partecipazione a lavori pubblici, del titolare della ditta a cui il Comune aveva assegnato il cantiere di rifacimento dei binari dello stradisgraziato Tram di Opicina, e che rinvia i lavori, e la ripresa del servizio, sine die. E questo dopo oltre un anno perso in cause al Tar e Consiglio di Stato per difendere la decisione comunale.
Ma in questa disgraziata e sfigata amministrazione comunale, e tra i 40 consiglieri spediti in Comune per controllare e non per passare il tempo a chattare sugli Smartphone, c'θ qualcuno che verifica “prima” e non dopo, a “babbo morto”?
Abbiamo capito che i soldi sono nostri e non loro, ma anche alla decenza c'θ un limite!




« Precedente • Pagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3 • Pagina 4 • Pagina 5 • Pagina 6 • Pagina 7 • Pagina 8 • Pagina 9 • Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12 • Pagina 13 • Pagina 14 • Pagina 15 • Pagina 16 • Pagina 17 • Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20 • Pagina 21 • Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24 • Pagina 25 • Pagina 26 • Pagina 27 • Pagina 28 • Pagina 29 • Pagina 30 • Pagina 31 • Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34 • Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37 • Pagina 38 • Pagina 39 • Pagina 40 • Pagina 41 • Pagina 42 • Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47 • Pagina 48 • Pagina 49 • Pagina 50 • Pagina 51 • Pagina 52 • Pagina 53 • Pagina 54 • Pagina 55 • Pagina 56 • Pagina 57 • Pagina 58 • Pagina 59 • Pagina 60 • Pagina 61 • Pagina 62 • Pagina 63 • Pagina 64 • Pagina 65 • Pagina 66 • Pagina 67 • Pagina 68 • Pagina 69 • Pagina 70 • Pagina 71 • Pagina 72 • Pagina 73 • Pagina 74 • Pagina 75 • Pagina 76 • Pagina 77 • Pagina 78 • Pagina 79 • Pagina 80 • Pagina 81 • Pagina 82 • Pagina 83 • Pagina 84 • Pagina 85 • Pagina 86 • Pagina 87 • Pagina 88 • Pagina 89 • Pagina 90 • Pagina 91 • Pagina 92 • Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95 • Pagina 96 • Pagina 97 • Pagina 98 • Pagina 99 • Pagina 100 • Pagina 101 • Pagina 102 • Pagina 103 • Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106 • Pagina 107 • Pagina 108 • Pagina 109 • Pagina 110 • Pagina 111 • Pagina 112 • Pagina 113 • Pagina 114 • Pagina 115 • Pagina 116 • Pagina 117 • Pagina 118 • Pagina 119 • Pagina 120 • Pagina 121 • Pagina 122 • Pagina 123 • Pagina 124 • Pagina 125 • Pagina 126 • Pagina 127 • Pagina 128 • Pagina 129 • Pagina 130 • Pagina 131 • Pagina 132 • Pagina 133 • Pagina 134 • Pagina 135 • Pagina 136 • Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140 • Pagina 141 • Pagina 142 • Pagina 143 • Pagina 144 • Pagina 145 • Pagina 146 • Pagina 147 • Pagina 148 • Pagina 149 • Pagina 150 • Pagina 151 • Pagina 152 • Pagina 153 • Pagina 154 • Pagina 155 • Pagina 156 • Pagina 157 • Pagina 158 • Pagina 159 • Pagina 160 • Pagina 161 • Pagina 162 • Pagina 163 • Pagina 164 • Pagina 165 • Pagina 166 • Pagina 167 • Pagina 168 • Pagina 169 • Pagina 170 • Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173 • Pagina 174 • Pagina 175 • Pagina 176 • Pagina 177 • Pagina 178 • Pagina 179 • Pagina 180 • Pagina 181 • Pagina 182 • Pagina 183 • Pagina 184 • Pagina 185 • Pagina 186 • Pagina 187 • Pagina 188 • Pagina 189 • Pagina 190 • Pagina 191 • Pagina 192 • Pagina 193 • Pagina 194 • Pagina 195 • Pagina 196 • Pagina 197 • Pagina 198 • Pagina 199 • Pagina 200 • Pagina 201 • Pagina 202 • Pagina 203 • Pagina 204 • Pagina 205 • Pagina 206 • Pagina 207 • Pagina 208 • Pagina 209 • Pagina 210 • Pagina 211 • Pagina 212 • Pagina 213 • Pagina 214 • Pagina 215 • Pagina 216 • Pagina 217 • Pagina 218 • Pagina 219 • Pagina 220 • Pagina 221 • Pagina 222 • Pagina 223 • Pagina 224 • Pagina 225 • Pagina 226 • Pagina 227 • Pagina 228 • Pagina 229 • Pagina 230 • Pagina 231 • Pagina 232 • Pagina 233 • Pagina 234 • Pagina 235 • Pagina 236 • Pagina 237 • Pagina 238 • Pagina 239 • Pagina 240 • Pagina 241 • Pagina 242 • Pagina 243 • Pagina 244 • Pagina 245 • Pagina 246 • Pagina 247 • Pagina 248 • Pagina 249 • Pagina 250 • Pagina 251 • Pagina 252 • Pagina 253 • Pagina 254 • Pagina 255 • Pagina 256 • Pagina 257 • Pagina 258 • Pagina 259 • Pagina 260 • Pagina 261 • Pagina 262 • Pagina 263 • Pagina 264 • Pagina 265 • Pagina 266 • Pagina 267 • Pagina 268 • Pagina 269 • Pagina 270 • Pagina 271 • Pagina 272 • Pagina 273 • Pagina 274 • Pagina 275 • Pagina 276 • Pagina 277 • Pagina 278 • Pagina 279 • Pagina 280 • Pagina 281 • Pagina 282 • Pagina 283 • Pagina 284 • Pagina 285 • Pagina 286 • Pagina 287 • Pagina 288 • Pagina 289 • Pagina 290 • Pagina 291 • Pagina 292 • Pagina 293 • Pagina 294 • Pagina 295 • Pagina 296 • Pagina 297 • Pagina 298 • Pagina 299 • Pagina 300 • Pagina 301 • Pagina 302 • Pagina 303 • Pagina 304 • Pagina 305 • Pagina 306 • Pagina 307 • Pagina 308 • Pagina 309 • Pagina 310 • Pagina 311 • Pagina 312 • Pagina 313 • Pagina 314 • Pagina 315 • Pagina 316 • Pagina 317 • Pagina 318 • Pagina 319 • Pagina 320 • Pagina 321 • Pagina 322 • Pagina 323 • Pagina 324 • Pagina 325 • Pagina 326 • Pagina 327 • Pagina 328 • Pagina 329 • Pagina 330 • Pagina 331 • Pagina 332 • Pagina 333 • Pagina 334 • Pagina 335 • Pagina 336 • Pagina 337 • Pagina 338 • Pagina 339 • Pagina 340 • Pagina 341 • Pagina 342 • Pagina 343 • Pagina 344 • Pagina 345 • Pagina 346 • Pagina 347 • Pagina 348 • Pagina 349 • Pagina 350 • Pagina 351 • Pagina 352 • Pagina 353 • Pagina 354 • Pagina 355 • Pagina 356 • Pagina 357 • Pagina 358 • Pagina 359 • Pagina 360 • Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 30 November, 2021 - 7:35 pm - Visitatori Totali Nr.