Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Parco del Mare? Ma BASTA!
Sono 14, quattordici, anni che il presidente a vita della Camera di Commercio ed altre cose, ci frantuma i santissimi con questa telenovela di un Parco, quello del Mare, che ha già cambiato cinque destinazioni, insomma un progetto..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Per esempio.
Giorni orsono alcune migliaia di persone sono sfilate in corteo per Trieste sul tema “Aprite i porti e siamo tutti umani”. Lodevolissima iniziativa. In questi mesi, ma potremmo dire anni, nessuna forza politica è mai..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 139

“Presunto” giornalismo.

» Inviato da valmaura il 11 August, 2012 alle 2:03 pm

Quando negli anni ottanta tra i tantissimi testimoni della società italiana il Circolo Miani ospitò a Trieste anche Leoluca Orlando, alla sua prima sindacatura di Palermo, il piccolo giornale, allora di proprietà di un editore di destra (gruppo Monti-Riffeser) riuscì a pubblicare, sotto forma di intervista, il resoconto della manifestazione, con oltre 500 presenti, senza mai menzionare il Circolo Miani. Insomma come se il “giornalista” lo avesse riconosciuto mentre aspettava l’autobus alla fermata sulle rive e già che c’era, per ingannare l’attesa della linea 10, lo aveva intervistato.

Stessa cosa il piccolo giornale, da una dozzina di anni proprietà del principale editore di sinistra (si fa per dire) con i sette milioni di azioni della fondazione CRT della famiglia Paniccia-Camber (Giulio), ha fatto oggi a riguardo della manifestazione promossa dal Circolo Miani contro l’insostenibile inquinamento della Ferriera-Sertubi, in procinto di ottenere il via libera a proseguire anche dopo il 2015.

E lasciate perdere per favore le chiacchiere a vuoto, di chi non conosce neppure lontanamente l’argomento su cui sproloquia. Ovvero “il rendere compatibile (dal punto di vista della tutela della salute e dell’ambiente) il prosieguo di una attività siderurgica in quel sito”. Dire ciò significa in concreto trovare un industriale talmente autolesionista che si piglia l’area della Ferriera, la bonifica (valutazione del Ministero Ambiente circa sessanta milioncini di euro), abbatte tutti ma proprio tutti gli impianti esistenti (a partire dagli altoforni e dalla cokeria) oramai morti e fuori corsa, eppoi infine ne costruisce da zero di nuovi. Decisamente un’operazione in perdita colossale, economicamente parlando, che solo un deficiente potrebbe realizzare visto che fare la stessa cosa in qualunque altro sito, specie nell’ex terzo mondo, costa infinitamente di meno.

Ma torniamo all’articolo di oggi a firma Silvio Maranzana, dopo averci messo sopra una foto della manifestazione appunto promossa dal Circolo Miani, riesce in mezza pagina di articolo a non parlarci mai, ed in mezza riga richiama “ i presunti danni alla salute causati dalla Ferriera”. Senza ovviamente mai citare nulla della manifestazione-corteo. Che tutto il resto è l’ennesimo repete delle vuote chiacchiere dei vari Cosolini-Poropat e famigli.

Ecco bravo, perché non va a trovare i bambini colpiti dalla “presunta” leucemia, oppure i malati di tumore, sempre rigorosamente “presunti”, oppure i parenti delle ottocento persone in più morte l’altr’anno a Trieste per normali malattie all’apparato respiratorio: una “Ecatombe”, l’ha definita proprio sulle pagine del giornale per cui lavora Maranzana, il prof. Marco Confalonieri, primario pneumologo di Cattinara. Tutto “presunto” Silvio?

Va torna a scioperare per “l’etica e la professionalità” dei giornalisti del piccolo giornale, violentate dall’editore che ha modificato il vostro piano ferie senza consultarvi, che è meglio. Che di “presunto” giornalismo ne abbiamo proprio le scatole piene.

PS: un sentito grazie alle quasi trecento persone che hanno partecipato, alle 18 di ieri sera, venerdì 10 agosto, alla manifestazione in piazza Unità, quella appunto promossa dal Circolo Miani. Ma si sa che la dignità non ha prezzo né ferie.




Venerdì 10 agosto, alle ore 18, piazza Unità partenza del Corteo. “Per non morire di Ferriera e Sertubi”.

» Inviato da valmaura il 1 August, 2012 alle 1:59 pm

Venerdì 10 agosto, alle ore 18, piazza Unità partenza del Corteo.

Questa la decisione presa ieri dalla gente che ha gremito dentro e fuori la pur ampia sede del Circolo Miani a partire dalle 20 del 31 luglio!

La prima notizia infatti è questa. Ovvero che praticamente a ridosso di ferragosto 160 persone si siano riunite al Circolo Miani per decidere assieme una risposta che poi è stata quella che tutti si aspettavano: “Per non morire di Ferriera-Serubi. Venerdì 10 agosto alle ore 18. Piazza Unità davanti al Municipio partenza CORTEO. 14 anni che i politici giocano con la nostra vita  e con il futuro di Trieste, fermiamoli ora prima che sia troppo tardi.” Questo il testo della locandina-volantino che in duemila copie ieri sera è andato a ruba tra i presenti. E da domani al Circolo Miani chiunque vorrà, magari prima dando un colpo di telefono allo 040.383323, potrà venire a ritirare altre copie fresche di stampa tra le 11 di mattina e le 16 di pomeriggio (orario continuato) in via Valmaura 77.

E fermiamoci su questa notizia per alcune ottime ragioni.

La prima è quasi banale: che sfidiamo qualunque forza politica o sindacale a fare riunioni con queste affluenze di persone e, vogliamo essere generosi, non solo in piena estate, e che estate climaticamente parlando.

La seconda che discende ovviamente da questa altissima partecipazione, è che questa è avvenuta nonostante la censura ed il muro di silenzio che attorno a questo fatto, questa notizia, tutta la stampa triestina, dal piccolo giornale all’omologo in lingua slovena, alle Tivù locali, con l’unica eccezione ancora una volta della Rai e di una lodevole testata online Triesteallnews, hanno steso.

Un maldestro tentativo, in corso per altro da anni nei confronti di tutte le iniziative del Circolo Miani, di censura e disinformazione. Pensate sono riusciti a “cancellare” perfino la presenza di Gherardo Colombo e Corrado Stajano nostri ospiti ad un dibattito al Savoia sulla legalità e tangentopoli.

La terza è che se qualcuno si cullava nelle sue illusioni o speculazioni, è da qui che deve passare se vuole fare un confronto serio con la gente ed il territorio. O può continuare a far finta di ignorare questa realtà, magari utilizzando sigle di comodo, di amici degli amici, che messe insieme a dozzine non rappresentano neppure se stesse.

La quarta è che nella stessa giornata si è tenuta l’assemblea dei dipendenti Ferriera, tra sindacalisti ed altri, le presenze non arrivavano alle 50 persone, ma ovviamente sulla stampa locale hanno avuto stamane l’usuale quarto di pagina con foto.

La quinta è che, nonostante avessimo comunicato a tutti i capigruppo comunali il contenuto della riunione, l’unico a presentarsi è stato Paolo Menis del Movimento 5 Stelle, dagli altri nemmeno un accenno di ricevuta. Ma oggi il Consiglio comunale, la “politica” ufficiale, di casta con tanto di bollino doc, discuterà del futuro della Ferriera-Sertubi in una situazione surreale. Al di fuori del comune sentire della nostra gente e del territorio.

Dunque la responsabilità ora passa a tutti noi, cittadini di Trieste e Muggia, a far crescere la pubblicità e la partecipazione a questa manifestazione, a questo Corteo di venerdì 10 agosto. Sappiamo di poter contare solo sulle nostre forze, sulle nostre energie, sulle nostre idee, in una parola sulla nostra dignità per fermare le scelte sciagurate di una politica che ha deciso ancora una volta di passare sopra la vita delle persone e di sacrificare il futuro di queste nostre terre all’altare dei poteri forti, degli interessi di pochi, per ignavia, complicità o incapacità poco importa.

Ma quella firma sulla dichiarazione di revoca della data del 2015 quale fine corsa per la Ferriera dobbiamo impedirlo che Regione, Comune e Provincia la appongano entro Ferragosto.

Se non basta a capirlo quello che è successo con la morte e le malattie seminate per anni dall’Ilva di Taranto, con una mortalità tra i bambini aumentata del 18%: una storia esattamente in fotocopia con Trieste, meno che per la presenza di una magistratura che a Taranto fa il proprio mestiere.

Dipende da tutti noi e se non siamo capaci di pensare alla nostra salute, alla vita nostra e dei nostri cari, se riusciremo a trovare l’ennesima scusa per non venire allora è giusto che questa città muoia e scompaia in un rapido quanto inesorabile declino senza futuro.




Per non morire di Ferriera-Sertubi. Assemblea Martedì 31 luglio ore 20 al Circolo Miani.

» Inviato da valmaura il 24 July, 2012 alle 2:16 pm

Ieri, lunedì si è tenuta a Roma la riunione del tavolo governativo per il salvataggio della ex Lucchini/Severstal oggi guidata dalle banche creditrici, la conclusione è stata ben sintetizzata da un titolo di giornale: «Siderurgia a Servola anche dopo il 2015» purchè ci sia da parte di Comune di Trieste, Provincia e Regione il via libera con la firma di una dichiarazione di intenti che cancelli la data della chiusura fissata entro il 2015 e seppellisca il protocollo d’intesa siglato tra la vecchia proprietà e lo Stato e la Regione. Ovviamente la fabbrica rimarrebbe così com’è Cokeria inclusa.

Questo è stato chiesto al Governo dalla Jindal, la multinazionale indiana leader mondiale nella siderurgia e nella produzione di tubi in ghisa (a Trieste: Sertubi), che ha espresso interesse per l’acquisto della Ferriera e pare anche di Piombino. E questo ha chiesto il Governo a Regione, Comune e Provincia.

Tutto il resto sono chiacchiere, l’ennesimo fumo negli occhi con il quale la politica, da Tondo a Illy-Cosolini per arrivare alle dichiarazioni dell’assessore Omero, passando per l’incredibile Laureni, ha solo favorito nei fatti le varie proprietà succedutesi in questi anni (dal 1995 ad oggi) in Ferriera.

Le “revisioni” dell’AIA (giugno 2008), le centraline di monitoraggio ed il mancato PAC, il “se sarò eletto la settimana dopo verrò qui a chiedere come chiudere la Ferriera” (Renzo Tondo, aprile 2008), “quel cancro se sfora ancora una volta lo chiudo domani” (Dipiazza 2001-2008), “sulla Ferriera tra la salute ed il lavoro scelgo il lavoro” (Cosolini, ottobre 2008).

Avevano quattordici anni di tempo e non hanno fatto nulla. Anzi peggio.

Sono parole al vento le compatibilità ambientali da parte di impianti che hanno oltre cinquanta anni di vita e che sono refrattari a qualsiasi tecnologia moderna, e loro lo sanno bene. Sono parole al vento il futuro di Trieste e del suo porto, a partire dalla piattaforma logistica (una farsa trentennale), incompatibili con il permanere di Ferriera e Sertubi.

Oggi è arrivato l’ultimo treno, l’ultima occasione che i cittadini di Trieste tutta e Muggia hanno per tutelate la loro salute, la loro vita ed un futuro degno di essere vissuto, lavoro compreso.

Chi troverà l’ennesima scusa, la solita rassegnazione per non esserci e partecipare sappia che poi avrà tutto quello che gli resta da vivere per lamentarsi e scusarsi.

Martedì 31 luglio alle ore 20, in via Valmaura 77 a Trieste, al Circolo Miani si terrà una assemblea cittadina per organizzare la risposta della nostra città.




Genertel? Un telefono non proprio amico.

» Inviato da valmaura il 2 July, 2012 alle 4:53 pm

Ore 8,02 ricevo stamane, 2 luglio, un messaggino sul mio portatile. Genertel mi comunica che è pronto il preventivo per il rinnovo della polizza RC auto che scade il 13 agosto e mi chiede di contattare il servizio clienti allo 800 20 20 20.

Per quattro volte nell'arco della mattinata provo inutilmente a fare quel numero incagliandomi su di un dischetto preregistrato che ogni volta appunto, dopo quattro minuti d'attesa, mi comunica che debbo ahimè richiamare causa intenso traffico.

Al quinto tentativo, dopo “solo” tre minuti d'attesa, mi risponde una operatrice.

Esaminati assieme i dati, polizza con Bonus-Malus per autocarro (un normale Defender Land Rover) che scende quest'anno a classe 3, mi informa che il premio da pagare è aumentato di tredici euro rispetto all'anno passato: ovvero da 480 a 493 euro, e parliamo di semplice polizza RC, cioè senza furto ed incendio.

Alla mia ovvia obiezione su come, scendendo di classe e non avendo mai fatto incidenti per responsabilità, trovavo incredibile un aumento di premio, scatta la solita tiritera sugli incrementi dei costi e dei prezzi.

Poi, improvvisa ma non inattesa, ogni anno accade lo stesso, la frase di rito: attenda un attimo che sento il mio responsabile e vedo se può fare uno sconto. Nemmeno il tempo si spostare la cornetta da un orecchio all'altro e mi sento nuovamente rispondere "scusi per l'attesa (quale? tre secondi?) ma il responsabile mi ha detto che già il nostro preventivo contiene un'offerta promozionale (quale?) e che di meno proprio non possiamo fare".

Le stesse identiche parole ripetute da almeno tre anni a questa parte. Complimenti vivissimi poi al "responsabile" che in tre, e sottolineo, tre secondi esatti ha valutato la mia posizione assicurativa e fornito il responso di cui sopra. Per chi ci crede .....

Bene, anzi no, a questo punto cerco di parlare con un "responsabile" Genertel. Impresa ovviamente impossibile, i numeri verdi pubblici, cioè che Genertel mette sulla guida del telefono, funzionano come i famosi Call Center di Tirana, Budapest o Dublino, dove tutti gli operatori ti dicono che non conoscono il numero di telefono normale della compagnia e che non possono passarti alcun responsabile o caporeparto. Provi all'unico numero in apparenza normale che compare sull'elenco e, sorpresa, scatta subito il dischetto pari pari agli 800 e varie amenità.

Non paghi cerchiamo il centralino delle Generali, del cui gruppo fa parte Genertel, ed una gentilissima operatrice ci spiega che nemmeno lei conosce un numero normale della mia, e sua, compagnia, insomma rimanda agli 800 ... e aggiunge che non saprebbe proprio chi passare perchè lì della Genertel non c'è nessuno (infatti ha sede a Largo Stock e loro sono in via Machiavelli, a quasi un chilometro di distanza, oggi dunque incomunicabili, domani forse con l’avvento dei piccioni viaggiatori, chissà).

Mi faccio passare l'ufficio stampa delle Generali dove una gentile interlocutrice mi chiede di mandare a questo indirizzo di posta elettronica un resoconto della modesta ma istruttiva vicenda, insomma mi chiede una versione elettronica delle bizantine "istanze" di burocratica memoria, in modo che "tutti possiamo vederla".

Perbacco e poi?

Non so cosa faranno "loro" ma una cosa giusta in finale l'ha detta: quel "tutti possiamo vederla". Ecco noi allarghiamo questi tutti agli attuali 35.219 utenti unici registrati al nostro sito giornale online, molti più delle copie vendute dal piccolo giornale in tutte le sue edizioni, perchè magari alcuni, forse tanti, dei nostri "tutti" stanno vivendo situazioni analoghe e magari proprio con la Genertel. E già che ci siamo domani la mandiamo pure all' Antitrust ed a qualche collega che da anni in TiVù si occupa di cartelli assicurativi e bancari e di diritti dei cittadini consumatori. Perchè questo "muro di gomma" costruito su strategie di cui quella sopra è un modesto esempio e che mette i cittadini-clienti nelle condizioni di non avere un interfaccia reale, non è fatto incidentale nè episodico ma l'assoluta normalità del male di un mercato che di libero ha solo il nome.

 




Senza dignità nè pudore.

» Inviato da valmaura il 23 June, 2012 alle 1:07 pm

Lunedì sera in Settima Circoscrizione verrà uno dei peggiori assessori all’Ambiente che il Comune ricordi per “spiegare e rispondere” sulla questione Ferriera ai consiglieri.

Buona serata a loro ma noi riteniamo di aver esaurito il tempo a nostra disposizione per partecipare all’ennesima puntata di una tragicommedia che dura dal 1998, dunque da quattordici annetti.

Non ci interessa minimamente riascoltare le stesse cose dette dai politici, di tutti i partiti vecchi e nuovi, con la sola e dunque meritevole di citazione eccezione di Igor Kocijancic, in tutti questi anni.

Chi ha tempo da perdere e scarsa considerazione della propria dignità di persona oltre che di cittadino si accomodi.

Chi ancora non ha capito o finge di non capire che l’unica strategia di questi signori è far guadagnare tempo alle tre proprietà che si sono avvicendate in questi anni alla guida della Ferriera, allora avanti che lunedì sera c’è posto.

Noi con questa gente non riteniamo di dividere più nemmeno lo spazio fisico di una stanza, netto e preciso deve essere agli occhi dei tanti cittadini che ci seguono e dell’opinione pubblica il distacco da questa politica al servizio dei potenti. Come netto e preciso deve apparire il ruolo dei loro lacchè un tanto al chilo.

Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Chiarbola-Ponziana, Campi Elisi-San Vito, Servola Respira, Valmaura, Monte San pantaleone-San Sabba, La Tua Muggia, La Tua Trieste.





« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 20 April, 2019 - 4:34 pm - Visitatori Totali Nr.