Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 138

Regione e ASS intervengono a “nonno morto”.

» Inviato da valmaura il 16 April, 2020 alle 1:17 pm

Un sindaco totalmente inadeguato, e pure nocivo.

Non ci interessa che sia sostenuto dalla destra, piuttosto che da altri schieramenti, ma la triste conferma che Trieste è messa peggio dal non avere un sindaco, è arrivata come un pugno in faccia alle duecentomila persone che da quasi un mese e mezzo stanno facendo sacrifici ed esperienze a cui avrebbero volentierissimo rinunciato, dalla ennesima improvvida uscita di Dipiazza.
Non ci interessa che sia stata una battuta ad effetto, anzi molto peggio per l’immagine che il “primo cittadino” nonché Ufficiale Sanitario del Comune DEVE dare SEMPRE e COMUNQUE.
Se non riesce a capire le responsabilità che porta e se il suo carattere estroverso risulta incontrollabile allora si ritiri a vita privata, e con lui parecchi esponenti di una politica, maggioranza ed opposizioni, che in questi serissimi frangenti hanno dato plastica prova della loro inutilità, quando non peggio (tipo la difesa d’ufficio del consigliere Francesco Russo delle laute prebende dei suoi colleghi consiglieri regionali).
Per rispetto agli oltre cento morti, di cui un terzo provenienti dalle case di riposo, anche e soprattutto da quelle di proprietà comunale, che Trieste finora conta, ai loro parenti ed amici, deve risparmiarsi rodomontate dal lussuoso domicilio coatto che stride con quello della maggioranza dei triestini costretti, e giustamente, alla “quarantena”.
Il problema è che lui non se ne rende conto, così ora come ai tempi di “quel cancro lo chiudo domani” (Ferriera 2001).
Ora similmente appaiono patetiche le giustificazioni di una Regione, a cui spetterebbe l’obbligo, ed il dovere, di controllare le residenze per anziani private e, tramite le Aziende Sanitarie (con Poggiana il simil Dipiazza al vertice) ed i Comuni, quelle pubbliche.
Sembra di rivivere paro paro lo scandalo del fallimento delle COOP, solo che questa volta ai soldi si sono sostituiti i lutti.
Dal clamoroso dato di tre residenze private (una a Trieste dove tutti gli ospiti, 36 anziani, sono risultati positivi, così come 8 dipendenti e l’amministratore delegato) e due in Friuli. Ai casi viepiù inaccettabili, proprio perché andavano prevenuti sfruttando le informazioni che non mancavano, anzi, di Itis, Casa Serena e Casa Bartoli.
All’Itis dal 1 gennaio al 6 aprile sono stati registrati 69 decessi, 18 in più rispetto allo stesso periodo del 2019 quando erano stati 51, e 29 in più rispetto al 2018 quando dall’1 gennaio al 6 aprile erano stati 40. Statistiche drammaticamente più indicative se si focalizza l’attenzione sul periodo che va dal 5 marzo al 6 aprile e si calcola il rapporto tra numero di decessi e la media degli anziani residenti nel periodo. Il tasso di mortalità dal 5 marzo al 6 aprile, in percentuale, è raddoppiato rispetto allo stesso periodo del 2019: se lo scorso anno era del 4,13 % (a fronte di 387 ospiti), quest’anno è salito all’8,75 % (400 ospiti). Come è costretta a riportare la stampa locale.
L’assessore regionale Riccardi, il “responsabile” della Sanità FVG ha diffuso numeri di cui forse non ha capito bene la gravità, proprio perché emergono da “strutture protette”, sulla carta!
Dice che: “ In 24 di queste sono stati registrati 270 casi di positività. I decessi tra gli ospiti sono 90, di cui 54 in ospedale e nel 95 % dei casi si è trattato di persone con pluripatologie e una media di 83,9 anni”. E non lo sfiora il dubbio che proprio per questo DOVEVANO essere maggiormente protette e non vedere usate età e condizioni cliniche come scusante pseudogiustificativa.
Prosegue: “Il numero di contagi tra il personale delle case di riposo è di 230. Di questi, 164 hanno dichiarato di AVER CONTRATTO L’INFEZIONE SUL LAVORO, 63 non lo sanno, 3 sono stati contagiati al di fuori del luogo di lavoro”.
In un quadro dove “Trieste appare la vera emergenza regionale: da sola la città torna a segnare un numero positivi maggiore di quello della provincia di Udine (che ha il doppio degli abitanti) e vede la situazione dei decessi aggravarsi di giorno in giorno. Trieste registra 857 positivi (+37) e 95 (oggi 100) morti, con un aumento di altri sei in un giorno”. E piccolo particolare un terzo di questi viene proprio dalle strutture “protette” per gli anziani.
La politica triestina tace tutta, dal sindaco all’ultimo dei consiglieri comunali, al contrario invece di quando si scannava per lottizzare i vertici dell’Itis.
Si, restatevene a casa, possibilmente per sempre.
I Triestini ve ne saranno grati, quelli vivi perlomeno.




CoronaVirus. La solidarietà “pelosa” dei politici.

» Inviato da valmaura il 15 April, 2020 alle 1:32 pm

Regione FVG e Comune di Trieste.

A parole si sprofondano in pianti greci, incitano alla solidarietà, alla fratellanza e quant'altro.
Tanto le parole non costano nulla ed anzi fanno guadagnare la consueta marchetta giornalistica anche in tempi di vacche magrissime.

Ma non esitano ad incassare tra i 3500 ed i 2500 euro NETTI al mese come indennità di “trasferta”, e per pranzi fuori casa in ristoranti, oltre a mantenere inalterati tutti i benefit d'esercizio. E questo oltre al lautissimo stipendio.
Ora il Consiglio regionale dal caso Gabrovec è chiuso da oltre un mese, i ristoranti e bar idem. Ed allora perchè i “regionali” non sono capaci di fare nemmeno questo piccolo ma grandissimamente giusto sacrificio, visto che incredibilmente la Regione, ovvero la Giunta Fedriga, non agisce d'imperio?
Un'offesa arrogantemente infamante verso i tanti che soffrono e fanno la fila per i buoni pasto. Una ulteriore mazzata, forse quella finale, all'immagine per questa classe politica agli occhi dei cittadini.
Ed ha voglia Francesco Russo a strillare che i politici regionali non si giudicano da questo. Forse in parte ha ragione, che si giudicano ANCHE da questo: assenza totale di umanità.
Che vergogna!
Idem dicasi per la “paghetta” di 1200 euro dei consiglieri comunali, che in questo momento sono di gran lunga meno necessari di quelli circoscrizionali che, rimborsati a gettone di presenza, da oltre un mese e mezzo non percepiscono nulla ma “vivono” il territorio.
Almeno si rendano utili e siano precettati per la diffusione porta a porta delle fantomatiche mascherine regionali, che di questo passo arriveranno a destinazione quando sperabilmente non serviranno più se non per il prossimo Carnevale.
Nella foto (i commenti non sono nostri): il comportamento dei sindaci di Udine, Gorizia e, ehm, Trieste.




Ci si mettono pure Papa Francesco e Harvard.

» Inviato da valmaura il 14 April, 2020 alle 2:14 pm

Coronavirus, lo studio dell’Università di Harvard: “Correlazione tra smog e aumento del tasso di mortalità per Covid 19”.
Il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro: “Nelle Rsa lombarde 1822 morti". E "Approfondire correlazione polveri sottili-mortalità”
Quasi un mese fa l’Università di Bologna pubblicò uno studio sull’ipotesi che smog e polveri sottili potessero aver accelerato la diffusione del coronavirus
Sars Cov 2. Il particolato atmosferico viene considerato un efficace carrier, ovvero vettore di trasporto e diffusione per molti contaminanti chimici e biologici, inclusi i virus. Nei giorni scorsi anche i ricercatori di Harvard hanno elaborato una ricerca che mette l’inquinamento sul banco degli imputati. “Un piccolo aumento dell’esposizione a lungo termine al particolato Pm2.5 porta a un grande aumento del tasso di mortalità da Covid-19″ dicono gli scienziati della prestigiosa università statunitense che indicano una possibile correlazione fra inquinamento atmosferico e aumento delle morti.
Lo studio non è ancora pubblicato e disponibile al momento in versione pre-print. “Abbiamo osservato – spiegano gli autori – che un aumento di un solo microgrammo/metro cubo nei livelli di Pm2.5 è associato a un aumento del 15% del tasso di mortalità da Covid-19, con un intervallo di confidenza del 95% (5-25%)”.
E non sarà un caso se il record di Polveri Sottili (PM) vede Lodi, Brescia e Monza in testa.
VATICANO. Il PAPA: “LA NATURA SI VENDICA”.
“Non abbiamo dato ascolto alle catastrofi. Non so se sia la vendetta della natura, ma di certo è la sua risposta”.
Così il Papa ha commentato l’emergenza Coronavirus in un’intervista al biografo Austen Ivereigh ripresa da Civiltà Cattolica.
“Chi è che oggi parla degli incendi in Australia? E del fatto che un anno e mezzo fa una nave ha attraversato il Polo Nord, divenuto navigabile perché il ghiaccio si era sciolto?
Chi parla delle inondazioni?” ha osservato Bergoglio che ha aggiunto che “questa crisi ci tocca tutti: ricchi e poveri. È un appello all’attenzione contro l’ipocrisia”.
Il Pontefice si è anche detto preoccupato “dell’ipocrisia di certi personaggi politici che dicono di voler affrontare la crisi, che parlano della fame nel mondo, e mentre ne parlano fabbricano armi. Questo è un tempo di coerenza. O siamo coerenti o perdiamo tutto”, ha concluso Francesco. Ansa



Circolo Miani. Noi lavoriamo così. La parola al legale.

» Inviato da valmaura il 11 April, 2020 alle 2:36 pm

Coloncovez e dintorni. Nuovi ripetitori ed antenne in tempi di CoronaVirus.

Se il Sindaco sta a casa a tagliare l’erbetta, Maurizio Fogar, che non scrive questo pezzo, se ne sta invece ogni giorno al Circolo Miani, salvo puntate sul territorio per controllare ad esempio le “potature” di mezzi alberi in piena fogliazione fatte ieri tra Sant’Andrea e Campo Marzio.
E visto che per ora non si possono fare assemblee e manifestazioni sui luoghi dei misfatti (presenti, passati e futuri) ci portiamo avanti con il lavoro legale e cartaceo.
Eccovi qui una seconda azione che il valente avvocato (la qualifica vale per ambo i generi) Alessandra Devetag ha predisposto. Serva di modello ai parolai un tanto al chilo che molto piacciono a stampa e televisioni locali in quanto utili idioti di questa inutile quanto dannosa politica.

V. ALESSANDRA DEVETAG
STUDIO VOLLI
Via S. Nicolò, 30 – 34121 Trieste
Tel.: 040.638105 - Fax: 040.360263
e-mail: alessandradevetag@gmail.com

COMUNE DI TRIESTE
Trieste, Passo Costanzi 2 – piano IV, int. 434
ISTANZA DI ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI
di MAURIZIO FOGAR, nato a Trieste il 26/10/1953 C.F. FGR MRZ 53R25 L424M , in qualità di legale rappresentante del CIRCOLO CENTRO STUDI ERCOLE MIANI, con sede in via Valmaura, 77 – C.F. 90012740321, , rappresentato e assistito per il presente atto dall'avv. Alessandra Devetag del Foro di Trieste, C.F. DVTLSN75M43E098G, giusta delega a margine del presente atto e con domicilio eletto presso il di lei studio sito in Trieste, via san Nicolò, 30, fax: 040/360263 – pec: alessandra.devetag@pectriesteavvocati.it
PREMESSO
1. che con pec dd. 02/04/2020 il Circolo Miani inviava al Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e all'Assessore Luisa Polli una richiesta urgente di moratoria nella installazione delle antenne di tecnologia 5G sul territorio di Trieste;
2. che tale richiesta era corredata da ampia documentazione scientifica a riprova dei rischi per la salute di questa nuova tecnologia;
3. che a tale richiesta non veniva ad oggi dato alcun riscontro;
4. che nelle more il Circolo Miani è venuto a conoscenza della installazione, in tempi recenti, di nuove antenne sul territorio di Trieste;
5. che è quindi interesse dell'Associazione Circolo Miani conoscere la situazione del territorio cittadino relativamente alle antenne già installate o da installare e se tale attività perduri anche in questo momento di emergenza sanitaria;
Tutto ciò premesso l'Associazione Circolo Miani, ut supra rappresentata ed assistita dimette con il presente atto
ISTANZA DI ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI
e chiede:
- di conoscere l'esatto numero di antenne di telefonia mobile o di altra tecnologia già installate ed installande sul territorio cittadino, con particolare riferimento a quelle deputate alla tecnologia 5G;
- di conoscere e prendere visione degli atti relativi alle suddette installazioni, ivi compresi i documenti inerenti il progetto e le autorizzazioni delle nuove antenne traliccio.
Si indicano i seguenti recapiti per le comunicazioni:
pec: alessandra.devetag@pectriesteavvocati.it
fax: 040/360263
Si precisa che la presente istanza ha carattere indifferibile ed urgente, posto che ha ad oggetto questioni di salute collettiva molto rilevanti e riferite proprio al presente periodo.
Un eventuale ritardo nella riposta vanificherebbe lo scopo della richiesta.
Con osservanza
Trieste, 9 aprile 202 avv. Alessandra Devetag




Coronavirus Trieste. Lo scandalo delle residenze per anziani.

» Inviato da valmaura il 10 April, 2020 alle 1:20 pm

Una tragedia annunciata !

Forse Riccardi e Dipiazza non lo sanno ma Trieste ha la percentuale più alta, perfino più della Lombardia, di infettati e deceduti in Italia nelle case di “eterno”riposo.
Prima domanda. Esiste una Procura della Repubblica?

Perchè uno deve spiegare come da Prato a Milano sono state aperte tempestive indagini dai magistrati ed a Trieste tutto tace. Abbiamo capito che qui va di moda il scoccimarriano lavoro “sotto traccia” ma c'è un limite a tutto.
Un terzo degli 86 deceduti triestini proviene dalle case di riposo e residenze per anziani, soprattutto comunali, ma il sindaco in piena emergenza CoronaVirus non trova di meglio che twittare “io resto a casa a tagliare l’erba” oppure dedicarsi alla “guerra”, parole sue, con il Ministero per l'abbattimento della Sala Tripcovich. Una “priorità” in questi tempi ! Occuparsi invece della “guerra” al Covid-19 no? Ed in subordine se non ritiene, da Ufficiale Sanitario del Comune, di aver meglio da fare, preoccuparsi non di abbattere ma di ricostruire, ad esempio il tetto della Piscina terapeutica?
Ora è lampante l'impreparazione del Comune a prevenire il diffondersi dell'epidemia nelle grandi residenze per anziani di sua proprietà, come altrettanto lampante è il ritardo con cui la Regione è intervenuta per dotare gli operatori, tra l'altro in buona parte “esternalizzati” che lavorano mezza giornata qui e mezza là, di camici, guanti, mascherine e quant'altro, e di farsi carico delle centinaia di strutture private che operano, a Trieste soprattutto, nel business della terza e quarta età.
Quando fin dal suo apparire si sapeva benissimo che il Virus era pericolosissimo per le persone anziane, soprattutto e quasi sempre portatrici di altre patologie.
Anche qui emerge sempre più che medici di base e distretti territoriali sono stati abbandonati alla loro sorte, come alta è la percentuale degli operatori sanitari contagiati in ospedale e non solo.
Ma una menzione particolare merita Unicredit Trieste, ai bei tempi di Profumo nomeata “Unidebit”, che fissa “appuntamenti” per pagare le pensioni di invalidità agli sportelli con 22 giorni di ritardo. Sono versate alla banca al primo di ogni mese, ma per “esigenze organizzative” (solo su appuntamento e solo la mattina con le agenzie che sono aperte a singhiozzo) le versano con tre settimane di ritardo. Intanto dicono al telefono di portare “pazienza”, fanno gli auguri, cioè ti sfanculano, e ti invitano a mangiare aria e pazienza. Se ci fosse una giustizia in questa pandemia …..





« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Pagina 246Pagina 247Pagina 248Pagina 249Pagina 250Pagina 251Pagina 252Pagina 253Pagina 254Pagina 255Pagina 256Pagina 257Pagina 258Pagina 259Pagina 260Pagina 261Pagina 262Pagina 263Pagina 264Pagina 265Pagina 266Pagina 267Pagina 268Pagina 269Pagina 270Pagina 271Pagina 272Pagina 273Pagina 274Pagina 275Pagina 276Pagina 277Pagina 278Pagina 279Pagina 280Pagina 281Pagina 282Pagina 283Pagina 284Pagina 285Pagina 286Pagina 287Pagina 288Pagina 289Pagina 290Pagina 291Pagina 292Pagina 293Pagina 294Pagina 295Pagina 296Pagina 297Pagina 298Pagina 299Pagina 300Pagina 301Pagina 302Pagina 303Pagina 304Pagina 305Pagina 306Pagina 307Pagina 308Pagina 309Pagina 310Pagina 311Pagina 312Pagina 313Pagina 314Pagina 315Pagina 316Pagina 317Pagina 318Pagina 319Pagina 320Pagina 321Pagina 322Pagina 323Pagina 324Pagina 325Pagina 326Pagina 327Pagina 328Pagina 329Pagina 330Pagina 331Pagina 332Pagina 333Pagina 334Pagina 335Pagina 336Pagina 337Pagina 338Pagina 339Pagina 340Pagina 341Pagina 342Pagina 343Pagina 344Pagina 345Pagina 346Pagina 347Pagina 348Pagina 349Pagina 350Pagina 351Pagina 352Pagina 353Pagina 354Pagina 355Pagina 356Pagina 357Pagina 358Pagina 359Pagina 360Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 30 November, 2021 - 7:46 pm - Visitatori Totali Nr.