Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

Registrati • Password Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 124

Giardino piazza Carlo Alberto. Parole, parole, parole …..

» Inviato da valmaura il 15 May, 2021 alle 1:56 pm

Mesi e mesi orsono Lodi e Polli annunciavano all'unisono centinaia di migliaia di euro comunali per l'urgente lavoro di manutenzione del giardino di Piazza Carlo Alberto, abbandonato al degrado totale da anni, probabilmente perchθ pressate dalle migliaia e migliaia di lettori che avevano visto i nostri servizi, anche fotografici.
Abbiamo voluto tornarci a poche ore di distanza dall'incontro pubblico di domani, sabato, alle ore 11 con ritrovo alla “Baita” in legno di viale Romolo Gessi, dinanzi alla gelateria Viti ed al bar Ariston, promosso da Trieste Verde, muniti di ombrelli che non si sa mai, e non θ stato grande sforzo visto che abitiamo in zona, per verificarne lo “status”.
La risposta alle balle ed alle insultanti promesse elettorali di questa politica, che nessuno ha mosso dito e fatto concretamente qualcosa, la trovate nelle foto di oggi qui sotto.
Esse descrivono una situazione vergognosa, transenne sfasciate e buttate nel verde, reti di recinzione degli impianti sportivi sbrecciate ed a pezzi, la promenade dei Glicini parla da sola. Insomma una vergogna a cielo aperto.
Ma mandiamoli a casa, cosμ forse cureranno almeno le piante del loro balcone, sempre che ne abbiano e soprattutto sopravvivano a questi “pollici neri”.



Giardini e verde. La veritΰ fa male.

» Inviato da valmaura il 13 May, 2021 alle 12:40 pm

Questo sabato 15 maggio, sempre alle ore 11, l'incontro promosso da Trieste Verde sarΰ errante, ovvero si svolgerΰ nel quartiere di San Vito, e piω precisamente nella piω vasta area verde e parco giochi del rione, in viale Romolo Gessi. Ritrovo difronte alla “baita” in legno tra la gelateria Viti ed il bar Ariston, muniti di ombrello che non si sa mai.
Offriremo una plastica dimostrazione e testimonianza di come in questi cinque anni θ stata esercitata la decantata manutenzione da campagna elettorale in una zona centrale e molto frequentata e non solo dai residenti. Villa Haggiconsta a parte, si intende.
Anticipiamo subito che quello che vedrete θ frutto dell'incuria e dell'abbandono, al pari dei giardini di Piazza Carlo Alberto e piazzale Rosmini, come del bel edificio della ex scuola elementare De Amicis in via Combi, almeno quinquennale, e nonostante le tante denunce pubbliche e le segnalazioni dei residenti.
Tutte rimaste inevase e senza risposta pratica alcuna. Ma allora non si era in campagna elettorale.
Ci auguriamo una adeguata copertura di stampa e televisioni, sia pure in assenza di podestΰ ed assessori. Che il colpo d'occhio non manca.
Ne anticipiamo alcuni “squarci”.
La galleria fotografica sulla Pagina Circolo Miani di Facebook.



Insopportabili quanto inquietanti silenzi.

» Inviato da valmaura il 12 May, 2021 alle 2:16 pm

A Trieste sono annunciate due imponenti operazioni finanziare per due investimenti privati che perς, com'θ strana abitudine in questo nostro Belpaese, contemplano altrettanto consistenti investimenti di denaro pubblico, cioθ nostro.
Ci riferiamo a quello in avanzato stato di elaborazione nella zona una volta occupata dalla Ferriera, ed a quello finora oggetto solo di mirabolanti annunci della nuova acciaieria alle Noghere.
Su ambodue grava una cappa di sostanziale inquietante silenzio che oltre alle dichiarazioni di facciata non permette all'opinione pubblica, ed alla nostra comunitΰ che ci abita e vive attorno, di avere quei chiarimenti indispensabili, quelle rassicurazioni non generiche ma reali, sui rischi insiti a queste imprese.
Parlare per le Noghere di “basso impatto ambientale” non significa nulla e soprattutto se a dirlo θ questa politica che per oltre venti anni ci ha raccontato che “l'aria di Servola θ pulita” e la Ferriera non nuoce alla salute.
Sulla questione dei dragaggi a mare nel Vallone di Muggia, i cui fondali specie nell'area prospiciente la Ferriera sono fatti da decine di metri di fanghi tossici stratificati, e sui terreni dove non c'θ centimetro in superficie ed in profonditΰ che non sia pregno dei peggiori inquinanti cancerogeni che esistano al mondo, silenzio, pressapochismo e faciloneria sono gli atteggiamenti finora emersi da parte di chi dovrebbe metterci mano (dalla societΰ proprietaria anche della Piattaforma Logistica Scalo Legnami all'Autoritΰ Portuale).
E se pensano di cavarsela con il solito ritornello dell'Arpa, che cosμ “buona” prova ha dato anche sulla “vigilanza” a babbo morto negli abbattimenti in corso nell'ex area a caldo, si sbagliano di grosso, e se ne accorgeranno.
Sulla ventilata acciaieria alle Noghere, per ora poco piω di una ipotesi, mettano subito sul tavolo le carte, sempre che esistano e che le abbiano.
Il “basso impatto ambientale” a cosa si riferisce e come lo hanno quantificato?
Il supposto “Laminatoio a caldo” che forni avrΰ in uso? E l'eventuale inquinamento acustico che misure di contenimento troverΰ?
Altrimenti tacciano finchθ non si siano schiariti le idee e non siano in grado di dare risposte certe non ai loro compagnoni politici, ma a noi cittadini che ci viviamo attorno.
Maurizio Fogar per Trieste Verde.



Tomo tomo, cacchio cacchio: la “nuova” acciaieria alle Noghere.

» Inviato da valmaura il 11 May, 2021 alle 3:49 pm

Vero θ che si θ sempre nel campo degli annunci e delle chiacchiere, roboanti come usa la politica, ma sempre chiacchiere.
Comunque leggi di qua, sbircia di lΰ qualcosina, assai poco per la veritΰ, ne esce.
Allora il nuovo mega impianto siderurgico che la societΰ Ucraina Metinvest, un nome che si presta a facili ironie in vernacolo cambiando le lettere finali, sta pianificando assieme al Gruppo friulano Danieli, dovrebbe essere un gigantesco laminatoio “a caldo”, che avrebbe come punto e di riferimento e base logistica il nuovo porto rinfuse che dovrebbe vedere la luce nella zona ex Aquila sul Canale navigabile. E fin qui ci siamo.
Oddio ci siamo per modo di dire perchθ la societΰ governativa dell'ungherese Orban, l'illustre “democratico” che ha tentato di bloccare l'accesso dell'Italia ai 206 miliardi assegnati al nostro Paese dalla Commissione Europea, ora pretende che ben 45 milioni di questo aiuto vengano impiegati dallo Stato per finanziare il suo terminal.
Roba per stomaci forti!
Ma torniamo alla ulteriore notiziola uscita oggi sulla appena annunciata nuova acciaieria: “che potrebbe costituire anche il molo di riferimento del laminatoio a caldo che gli ucraini di Metinvest stanno pianificando alle Noghere assieme al gruppo Danieli”.
Le parole chiave sono “Laminatoio a CALDO”.
Ovvero il riscaldamento dell'acciaio ucraino prima della sua lavorazione.
E come avviene questo riscaldamento, ammorbidimento? Attraverso dei forni, ovviamente dotati di camini per le emissioni.
E come si alimentano i forni? Solitamente in due modi: a gas, quello piω diffuso, ed a idrogeno, quello molto piω costoso.
I forni ad idrogeno non hanno emissioni dannose di alcun tipo, per quelli a gas la situazione θ ovviamente diversa. Ovvero inquinano: producono Co2, ossido di carbonio, in soldoni anidride carbonica.
E leggiamo una letteratura “per tutti” su cosa ciς significhi.
“La produzione in eccesso di anidride carbonica comporta dei danni ambientali in quanto mette in pericolo l'esistenza dell'Ozono, uno strato gassoso presente nell'atmosfera che protegge la terra dall'azione nociva dei raggi ultravioletti UV-C provenienti dal sole. Un altro effetto della presenza in eccesso di anidride carbonica θ il surriscaldamento climatico (in inglese, "global warming"): durante il giorno la superficie terrestre accumula il calore irraggiato dal sole. Nelle ore notturne il calore viene disperso nello spazio. L'eccessiva concentrazione di anidride nell'aria forma invece una sorta di cappa che impedisce l'espulsione del calore assorbito dalla terra nelle ore diurne. Le emissioni di CO2 (produzione di anidride carbonica) in eccesso sono una conseguenza dell'attivitΰ industriale “
In piω e soprattutto la zona interessata dal futuribile stabilimento giΰ priva di alberi, assommata alla riduzione (leggi abbattimenti) degli stessi in corso a Trieste e Muggia non aiuta proprio perchθ “la deforestazione incontrollata θ pericolosa per il nostro ecosistema in quanto gli alberi assorbono anidride carbonica e rilasciano nell'atmosfera ossigeno”.
Perfetto!



Giardini e aree verdi: cinque e piω anni di omissioni spudorate!

» Inviato da valmaura il 11 May, 2021 alle 3:48 pm

Riprende con forza la campagna elettorale dell'amministrazione Dipiazza, d'altronde ha gioco facile vista l'inerzia e l'inutilitΰ delle opposizioni vecchie e nuove, che ne condividono le colpe.
Questa volta lo spot settimanale θ dedicato alla manutenzione dei giardini e del verde pubblico, un po' come il boia che vedendo avvicinarsi la fine, si pente e si riconverte alla non violenza e diventa pure vegano.
Per cinque anni esatti hanno ignorato e trascurato, lasciando nell'abbandono in mezza Trieste giardini ed aree verdi, l'unico segno di morte riscontrabile θ stato l'abbattimento in sequenza di centinaia e centinaia di alberi.
Ma ora no, perbacco, altrimenti i cantieri elettorali a che servono.
E via ad inaugurare toponomastiche con caduta di targhe sulla crapa dell'incolpevole Lobianco, e soprattutto via ai lavori nei giardini collassati quanto inquinati. Anzi via alle promesse dei lavori, θ piω giusto dire, che di questo per ora si tratta.
Per anni ed anni non se ne sono accorti, hanno abbandonato al degrado tutto il patrimonio verde e ricreativo di Trieste, ma ora sotto elezioni si fanno i salti mortali pur di raggranellare voti e finire sulla stampa.
E noi sabato 15 maggio invece di trovarci per il solito incontro al Circolo Miani, sposteremo l'appuntamento in una delle zone “dimenticate” dalla manutenzione a scoppio ritardato del Comune, l'appuntamento sarΰ per le solite ore 11 il luogo invece San Vito e per i dettagli sul posto ve lo comunicheremo a breve che tra piazzale Rosmini, piazza Carlo Alberto e viale Romolo Gessi abbiamo solo l'imbarazzo della scelta.




« Precedente • Pagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3 • Pagina 4 • Pagina 5 • Pagina 6 • Pagina 7 • Pagina 8 • Pagina 9 • Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12 • Pagina 13 • Pagina 14 • Pagina 15 • Pagina 16 • Pagina 17 • Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20 • Pagina 21 • Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24 • Pagina 25 • Pagina 26 • Pagina 27 • Pagina 28 • Pagina 29 • Pagina 30 • Pagina 31 • Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34 • Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37 • Pagina 38 • Pagina 39 • Pagina 40 • Pagina 41 • Pagina 42 • Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47 • Pagina 48 • Pagina 49 • Pagina 50 • Pagina 51 • Pagina 52 • Pagina 53 • Pagina 54 • Pagina 55 • Pagina 56 • Pagina 57 • Pagina 58 • Pagina 59 • Pagina 60 • Pagina 61 • Pagina 62 • Pagina 63 • Pagina 64 • Pagina 65 • Pagina 66 • Pagina 67 • Pagina 68 • Pagina 69 • Pagina 70 • Pagina 71 • Pagina 72 • Pagina 73 • Pagina 74 • Pagina 75 • Pagina 76 • Pagina 77 • Pagina 78 • Pagina 79 • Pagina 80 • Pagina 81 • Pagina 82 • Pagina 83 • Pagina 84 • Pagina 85 • Pagina 86 • Pagina 87 • Pagina 88 • Pagina 89 • Pagina 90 • Pagina 91 • Pagina 92 • Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95 • Pagina 96 • Pagina 97 • Pagina 98 • Pagina 99 • Pagina 100 • Pagina 101 • Pagina 102 • Pagina 103 • Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106 • Pagina 107 • Pagina 108 • Pagina 109 • Pagina 110 • Pagina 111 • Pagina 112 • Pagina 113 • Pagina 114 • Pagina 115 • Pagina 116 • Pagina 117 • Pagina 118 • Pagina 119 • Pagina 120 • Pagina 121 • Pagina 122 • Pagina 123 • Pagina 124 • Pagina 125 • Pagina 126 • Pagina 127 • Pagina 128 • Pagina 129 • Pagina 130 • Pagina 131 • Pagina 132 • Pagina 133 • Pagina 134 • Pagina 135 • Pagina 136 • Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140 • Pagina 141 • Pagina 142 • Pagina 143 • Pagina 144 • Pagina 145 • Pagina 146 • Pagina 147 • Pagina 148 • Pagina 149 • Pagina 150 • Pagina 151 • Pagina 152 • Pagina 153 • Pagina 154 • Pagina 155 • Pagina 156 • Pagina 157 • Pagina 158 • Pagina 159 • Pagina 160 • Pagina 161 • Pagina 162 • Pagina 163 • Pagina 164 • Pagina 165 • Pagina 166 • Pagina 167 • Pagina 168 • Pagina 169 • Pagina 170 • Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173 • Pagina 174 • Pagina 175 • Pagina 176 • Pagina 177 • Pagina 178 • Pagina 179 • Pagina 180 • Pagina 181 • Pagina 182 • Pagina 183 • Pagina 184 • Pagina 185 • Pagina 186 • Pagina 187 • Pagina 188 • Pagina 189 • Pagina 190 • Pagina 191 • Pagina 192 • Pagina 193 • Pagina 194 • Pagina 195 • Pagina 196 • Pagina 197 • Pagina 198 • Pagina 199 • Pagina 200 • Pagina 201 • Pagina 202 • Pagina 203 • Pagina 204 • Pagina 205 • Pagina 206 • Pagina 207 • Pagina 208 • Pagina 209 • Pagina 210 • Pagina 211 • Pagina 212 • Pagina 213 • Pagina 214 • Pagina 215 • Pagina 216 • Pagina 217 • Pagina 218 • Pagina 219 • Pagina 220 • Pagina 221 • Pagina 222 • Pagina 223 • Pagina 224 • Pagina 225 • Pagina 226 • Pagina 227 • Pagina 228 • Pagina 229 • Pagina 230 • Pagina 231 • Pagina 232 • Pagina 233 • Pagina 234 • Pagina 235 • Pagina 236 • Pagina 237 • Pagina 238 • Pagina 239 • Pagina 240 • Pagina 241 • Pagina 242 • Pagina 243 • Pagina 244 • Pagina 245 • Pagina 246 • Pagina 247 • Pagina 248 • Pagina 249 • Pagina 250 • Pagina 251 • Pagina 252 • Pagina 253 • Pagina 254 • Pagina 255 • Pagina 256 • Pagina 257 • Pagina 258 • Pagina 259 • Pagina 260 • Pagina 261 • Pagina 262 • Pagina 263 • Pagina 264 • Pagina 265 • Pagina 266 • Pagina 267 • Pagina 268 • Pagina 269 • Pagina 270 • Pagina 271 • Pagina 272 • Pagina 273 • Pagina 274 • Pagina 275 • Pagina 276 • Pagina 277 • Pagina 278 • Pagina 279 • Pagina 280 • Pagina 281 • Pagina 282 • Pagina 283 • Pagina 284 • Pagina 285 • Pagina 286 • Pagina 287 • Pagina 288 • Pagina 289 • Pagina 290 • Pagina 291 • Pagina 292 • Pagina 293 • Pagina 294 • Pagina 295 • Pagina 296 • Pagina 297 • Pagina 298 • Pagina 299 • Pagina 300 • Pagina 301 • Pagina 302 • Pagina 303 • Pagina 304 • Pagina 305 • Pagina 306 • Pagina 307 • Pagina 308 • Pagina 309 • Pagina 310 • Pagina 311 • Pagina 312 • Pagina 313 • Pagina 314 • Pagina 315 • Pagina 316 • Pagina 317 • Pagina 318 • Pagina 319 • Pagina 320 • Pagina 321 • Pagina 322 • Pagina 323 • Pagina 324 • Pagina 325 • Pagina 326 • Pagina 327 • Pagina 328 • Pagina 329 • Pagina 330 • Pagina 331 • Pagina 332 • Pagina 333 • Pagina 334 • Pagina 335 • Pagina 336 • Pagina 337 • Pagina 338 • Pagina 339 • Pagina 340 • Pagina 341 • Pagina 342 • Pagina 343 • Pagina 344 • Pagina 345 • Pagina 346 • Pagina 347 • Pagina 348 • Pagina 349 • Pagina 350 • Pagina 351 • Pagina 352 • Pagina 353 • Pagina 354 • Pagina 355 • Pagina 356 • Pagina 357 • Pagina 358 • Pagina 359 • Pagina 360 • Pagina 361 • Pagina 362 • Pagina 363 • Pagina 364 • Pagina 365 • Pagina 366 • Pagina 367 • Pagina 368 • Pagina 369 • Pagina 370 • Pagina 371 • Pagina 372 • Pagina 373 • Pagina 374 • Pagina 375 • Pagina 376 • Pagina 377 • Pagina 378 • Pagina 379 • Pagina 380 • Pagina 381 • Pagina 382 • Pagina 383 • Pagina 384 • Pagina 385 • Pagina 386 • Pagina 387 • Pagina 388 • Pagina 389 • Pagina 390 • Pagina 391 • Pagina 392 • Pagina 393 • Pagina 394 • Pagina 395 • Pagina 396 • Pagina 397 • Pagina 398 • Pagina 399 • Pagina 400 • Pagina 401 • Pagina 402 • Pagina 403 • Pagina 404 • Pagina 405 • Pagina 406 • Pagina 407 • Pagina 408 • Pagina 409 • Pagina 410 • Pagina 411 • Pagina 412 • Pagina 413 • Pagina 414 • Pagina 415 • Pagina 416 • Pagina 417 • Pagina 418 • Pagina 419 • Pagina 420 • Pagina 421 • Pagina 422 • Pagina 423 • Pagina 424 • Pagina 425 • Pagina 426 • Pagina 427 • Pagina 428 • Pagina 429 • Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 26 February, 2024 - 2:47 am - Visitatori Totali Nr.