Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 11

Ho timore, e non poco. Maurizio Fogar.

» Inviato da valmaura il 28 June, 2022 alle 11:42 am

Trieste e Muggia, con il coinvolgimento di Dolina-San Dorligo, si trovano di fronte a due-quattro anni di incognite piene di rischi. Rischi per la reale sostenibilità-compatibilità dello sviluppo economico, per le trasformazioni anche radicali del territorio e della qualità della vita dei residenti, e stiamo parlando di decine e decine di migliaia di persone.
Si va dall'area Scalo Legnami, passando per la Ferriera, il Canale navigabile o industriale che dir si voglia, la vasta zona della ex Raffineria Aquila, la Valle delle Noghere fino a Montedoro compreso, per finire alla foce del Rio Ospo.
Questo a terra, poi c'è l'enorme problema dei dragaggi a mare che interesseranno praticamente i due terzi del Vallone di Muggia: a partire appunto dallo Scalo Legnami per finire al Rio Ospo. Dragaggi che avverranno sui 1200 ettari di fondali marini definiti dal Ministero dell'Ambiente nell'allora Sito Inquinato di interesse Nazionale come fortemente inquinati e caratterizzati da metri stratificati di fanghi tossici risultato dello scarico incontrollato a mare nei decenni degli scarti di lavorazione delle industrie presenti.
Sbagliare tecnologie per effettuarli significa scatenare un effetto dispersione degli inquinanti cancerogeni ampiamente presenti ed impestare per effetto delle correnti marine tutto il Golfo di Trieste, da Sistiana a Capodistria. Gli esiti sarebbero letali per il turismo, la balneazione e per tutte le attività lavorative collegate alla pesca ed alla mitilicoltura. Lo diciamo e scriviamo da anni in piena solitudine e non perchè ci piace gridare “al lupo, al lupo” per puro sfizio.
Finiamo questo argomento. Il Presidente dell'Autorità Portuale ha dichiarato, per altro in termini assai vaghi e generici, nel corso della recente audizione voluta e richiesta dal consigliere Maurizio Fogar in Consiglio comunale a Muggia che i dragaggi saranno effettuati ricorrendo alle più innovative, e costose, tecnologie, immaginiamo perchè non lo ha detto con il metodo dell'aspirazione. Che ci saranno rigorose prescrizioni ed altrettanto rigorosissimi controlli.
Belle parole. Ma chi saranno i “prescrittori” ed i controllori?
Azzardiamo qualche sigla: l'Arpa e la Regione Friuli Venezia Giulia, la Capitaneria di Porto?
Gli stessi soggetti che hanno ampiamente sottovalutato, per non dire ignorato la ultraventennale tragedia della Ferriera, del vecchio Inceneritore a diossine, della SIOT, e degli interramenti tossici abusivi a mare?
Certo questa non è una rassicurazione, anzi è solo fonte di ulteriori preoccupazioni ed appunto timori.
A terra la situazione non muta poi molto, e per le stesse ragioni della affidabilità di prescrittori e controllori. E qui poi si apre un'altra incognita di non poco peso: la volontà di coinvolgere le decine di migliaia di residenti in una campagna informativa PREVENTIVA e in un processo partecipativo su scelte che avvengono fuori dalla porta delle loro case.
Qui Zeno D'Agostino nell'audizione ha sorvolato dando la classica risposta in politichese: ovvero che il confronto tra soggetti attuatori (Porto, Coselag, ecc.) e le comunità avverrà attraverso i canali istituzionali della “democrazia rappresentativa”, ovvero i sindaci.
E stupisce che un uomo intelligente come il Presidente dell'Autorità Portuale e Coselag non abbia imparato la lezione del Laminatoio a Caldo calato dall'alto alle Noghere, sulla testa dei residenti. Con tutto quello che ne è seguito: la rivolta dei Muggesani. E soprattutto quando in realtà, contrariamente a quanto accaduto per il sindaco di Monfalcone, mai, ripeto mai, nei cinque anni precedenti dove in seno al Comitato di gestione dell'Autorità Portuale si assumevano decisioni primarie per il futuro di Muggia, ci sia stata una minima presenza ed un coinvolgimento del Comune Istroveneto nei percorsi. Lo si apprendeva a cose fatte dalla stampa.
E poi quanto è “rappresentativa” una democrazia le cui istituzioni si reggono sul consenso di un quarto scarso dei loro cittadini e su una astensione dal voto di oltre la metà di essi?
Ecco dunque come i miei timori ritengo non siano infondati, perchè le scelte che si assumeranno, e si attueranno con i nostri denari pubblici, muteranno profondamente vita ed abitudini di tantissime persone. Potrà essere per il meglio, e noi lo auspichiamo, o per il peggio, come troppe volte in passato è accaduto o sta per accadere (il raddoppio del Laminatoio a Caldo programmato in Ferriera dove quello cacciato dalla porta alle Noghere rientra in peggiori condizioni dalla finestra).
Il mio, il nostro impegno (Circolo Miani, Lista civica Muggia e Trieste Verde) è garantito e con le solite assodate competenze che tutti obtorto collo sono costretti a riconoscerci, così come la nostra volontà di non mollare la presa. Ma sarà sufficiente?
Poste le attuali desolate condizioni in cui versa il sistema politico, nessuno escluso, e quello imprenditoriale-sindacale a Trieste, essenziale ancora una volta e più di prima sarà la scelta personale e la partecipazione dei cittadini nell'affiancarci in questo impegno.
Saranno capaci di farlo? E soprattutto vorranno farlo in un momento in cui sarà in gioco la loro vita ed il loro futuro?
Francamente non sono in grado di rispondere.
Maurizio Fogar.
E destina il tuo 5 X 1000 al Circolo Miani scrivendo il Codice Fiscale 90012740321 nella apposita casella delle associazioni di volontariato sulla tua dichiarazione dei redditi, qualunque essa sia.



Rispunta l'Arpa sulla Ferriera, ma a babbo morto.

» Inviato da valmaura il 28 June, 2022 alle 11:40 am

Se la tragicità della situazione non lo impedisse sarebbe tutto da ridere sulla qualità dell'aria il commento dell'Arpa, per altro limitato alla situazione di Servola contrariamente a quanto scritto nel 2008 dalla stessa Agenzia: ovvero che il grave inquinamento in uscita dalla Ferriera investiva appieno tutto il territorio provinciale che per il Capodistriano lo aveva già denunciato l'analisi dell'Agenzia Slovena.
Ma leggiamolo dalla stampa di oggi: “Nello specifico di Trieste, poi, si è registrato negli ultimi due anni un calo importante degli inquinanti nel rione di Servola, dove non è più attivo l'altoforno della Ferriera. Quanto alle prospettive da valutare, l'incremento del numero delle navi in arrivo non dovrebbe portare sul fronte ambientale ricadute importanti: si tratta di inquinanti diversi e di certo, spiegano i tecnici, l'impatto non sarà minimamente paragonabile a quello dell'ormai ex impianto siderurgico di Servola.”.
Avete capito bene? A parte le solite dimenticanze: Cokeria, macchina colare ed Agglomerato che da soli producevano i due terzi dell'inquinamento, per le polveri ci pensavano i cumuli a parco.
Ma cosa ha fatto l'Arpa ed il suo dante causa, l'assessorato regionale all'Ambiente, dal 2001 al 2021 per sanare questa situazione che oggi descrive?
Praticamente nulla di concreto se si escludono i pannicelli caldi, un placebo, delle prescrizioni rimaste sempre lettera morta.
Se negli ultimi due anni di produzione della Ferriera l'inquinamento acustico è crollato ben sotto i limiti di legge, sono praticamente cessati gli episodi di sollevamento e dispersione di polveri, e le emissioni, soprattutto quelle sistematiche provenienti dall'impianto di agglomerazione, sono state fortemente ridotte il merito non è affatto dell'Arpa ma dalla collaborazione richiesta dalla direzione della fabbrica e da Arvedi al Circolo Miani che ha prodotto questi significativi, e positivi, risultati. L'Arpa, la Regione ed il Comune praticamente mai pervenuti in questo biennio.
Questa è la semplice realtà dei fatti che i residenti compresi tra i Campi Elisi e Muggia possono ben confermare, tutto il resto è fumo negli occhi. Appunto.
Non farti fregare. Fatti informare!
E destina il tuo 5 X 1000 al Circolo Miani scrivendo il Codice Fiscale 90012740321 nella apposita casella delle associazioni di volontariato sulla tua dichiarazione dei redditi, qualunque essa sia.



Multe: 1000 euro alla Ferriera e 2000 al nonno pensionato.

» Inviato da valmaura il 27 June, 2022 alle 11:52 am

E' proprio vero che c'è multa e multa. A leggere oggi della sanzione di duemila euro affibbiata al nonno pensionato che non ha impedito al nipotino di bagnarsi al moletto del Cedas, come fanno tutti gli altri solo che lui è stato sfortunato, ci vengono in mente due fatterelli.
Il primo sono le multe di mille euro con cui si chiudevano i processi contro le proprietà della Ferriera (Lucchini-Sevestal) per inquinamento poi sempre derubricato a semplice imbrattamento.
Il secondo è l'inerzia e la disattenzione della Capitaneria di Porto, la stessa che ha sanzionato nonno e nipote, ma allora era in buona compagnia: Arpa, Regione, Comune, ASS e magistratura varia, sempre nei riguardi della Ferriera quando negli anni ha interrato abusivamente il Vallone di Muggia in località Scalo Legnami, modificando visibilmente la linea di costa per un'area pari a ben otto campi di calcio, non di calcetto per intendersi, scaricando in mare centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti e fanghi tossici.
Se ne accorsero anni dopo le Procure di Perugia e Grosseto, in una inchiesta nazionale sullo smaltimento illecito di “rifiuti speciali” e di frode e falso che portarono all'arresto anche di tre triestini. E non ci pare che a Perugia e Grosseto godano della vista sul Vallone di Muggia e sul Golfo di Trieste, né abbiano motovedette e gommoni.
La memoria: che brutta bestia!
E destina il tuo 5 X 1000 al Circolo Miani scrivendo il Codice Fiscale 90012740321 nella apposita casella delle associazioni di volontariato sulla tua dichiarazione dei redditi, qualunque essa sia.



A Trieste come a Muggia. Due modi di fare le cose.

» Inviato da valmaura il 27 June, 2022 alle 11:49 am

Si, ci sono due modi di fare le cose.
Il primo ampiamente in uso e consolidato a Trieste, intesa come provincia: non fare nulla prima e lamentarsi poi, quando non serve a nulla.
Il secondo, quasi sconosciuto da queste parti: muoversi prima per evitare di piangere poi.
E non sempre anche questo risulta sufficiente soprattutto quando gli interessi economici e la politica degli affari sono rilevanti.
Ma almeno tentare non solo risulta più conveniente ma diventa un obbligo morale quando sono in ballo la nostra vita, la nostra salute e la nostra qualità della vita. Insomma una legittima difesa.
Lo dobbiamo anche ai nostri cari, ai nostri figli e nipoti.
D'altronde se uno non trova il tempo di impegnarsi, di investire parte anche minima del proprio tempo su questo, facciamo difficoltà a pensare per cosa dovrebbe muoversi.
Ma a Trieste da decenni la dignità è merce rara, rassegnazione, fatalismo, edonismo e pigrizia invece abbondano, così come la delega passiva ai politici “della Provvidenza”, ed i risultati si sono visti e ne scontiamo tuttora le conseguenze.
La questioni oggi alle porte: la annunciata, perchè finora solo di annunci si tratta, bonifica e reindustrializzazione della Valle delle Noghere, l'area della ex Raffineria Aquila, la trasformazione dell'ex area a caldo della Ferriera, i dragaggi sui fondali del Vallone di Muggia e del canale industriale, tra i più inquinati che esistano, le emissioni puzzolenti di “benzina marcia” dagli impianti Siot, parimenti ad altro inconfondibile odore da voltastomaco offerto dal “nuovo” Depuratore fognario cittadino, vanno affrontate e risolte SUBITO, che dopo sarà troppo tardi!
Ne saremo stavolta capaci?
Del pari come riusciremo a limitare il FarWest di Antenna Selvaggia, 5G o no 5G, imponendo un piano regolatore che concentri i Ripetitori della Telefonia Mobile in zone lontane da scuole, asili, strutture sociosanitarie ed aree densamente abitate. Non parliamo poi della difesa di alberi e verde che altrimenti è perfettamente inutile guardare sconsolati il bollettino Meteo.
Poi ci sarebbero le questioni della povertà crescente, del lavoro povero e precario e della sanità territoriale, e scusate se è poco.
Noi come Circolo Miani, forti anche di decennali esperienze e conoscenze tecniche che nessun altro ha in loco, ci stiamo provando, poi come sempre decide il consenso e la partecipazione dei cittadini: a Trieste come a Muggia.
Non farti fregare. Fatti informare!
E destina il tuo 5 X 1000 al Circolo Miani scrivendo il Codice Fiscale 90012740321 nella apposita casella delle associazioni di volontariato sulla tua dichiarazione dei redditi, qualunque essa sia.



La politica? Fare star meglio le persone (Willy Brandt).

» Inviato da valmaura il 26 June, 2022 alle 11:51 am

Eppure questo semplice risposta che diede l'allora Cancelliere della Germania pare non entri nella testa ai politici nostrani.
Oggi la principale sfida a cui gli amministratori di Trieste e Muggia devono rispondere è quella di aiutare concretamente tante famiglie (un quarto, secondo i dati ufficiali) che nella nostra provincia vivono in povertà relativa (800 euro al mese) o assoluta (400 euro). Per non parlare poi del “lavoro povero”, sottopagato, precario e sfruttato.
Già definire “vivere” è cosa impropria, provate a voi se ci riuscite a farlo.
Orbene da sempre come Circolo Miani a Trieste e come Lista civica Muggia su questo ci battiamo, e dobbiamo prenderne atto con rammarico in piena solitudine.
Da tempo chiediamo ai Comuni, che hanno una linea diretta con l'Inps, di pubblicare i dati numerici delle migliaia di persone che nella nostra provincia, divisi per città, percepiscono pensioni minime (500 euro), sociali (467 euro), d'invalidità (287 euro) e reddito o pensione di cittadinanza (una media oscillante tra i 450 e i 200 euro). Tanto per avere un quadro preciso, anche se fortemente per difetto: molti non chiedono aiuto per non “mettere in piazza” il loro stato di bisogno, da cui partire con le misure che i comuni possono assumere per aiutare concretamente queste persone, queste famiglie.
E nemmeno questa raccolta di dati i Comuni finora hanno saputo, voluto fare.
A Muggia ad esempio la maggioranza ha respinto in Consiglio, e talvolta con il concorso dell'opposizione piddina, tutte le mozioni presentate per incrementare i fondi ai servizi sociali, pur in presenza di un consistente avanzo di bilancio e di una concreta disponibilità finanziaria più volte annunciata dalla Regione. Ha respinto la nostra richiesta di esentare dalla Tari (tassa sulle scovazze) i nuclei familiari con un Isee inferiore ai 10mila euro netti, ha respinto la possibilità per gli stessi, pur in presenza di una annunciata disponibilità di Asugi, di garantire cure e terapie veterinarie gratuite per i possessori di animali domestici, ora, ne siamo certi, respingerà la mozione in cui si chiede analoga esenzione dal pagamento delle tariffe comunali per i bambini delle famiglie con un tetto Isee di 12mila euro annui.
Mentre, grazie anche alla presenza sui banchi del consiglio di quattro operatori del turismo, del commercio e dell'impresa, non lesina agevolazioni a favore di dette categorie: “noi stiamo con i commercianti” ha scandito in comune il vicesindaco Delconte.
Eppoi si lamentano come fregnoni, o meglio fanno finta di piangere come i coccodrilli, quando ad ogni elezione sempre meno persone vanno a votare.
E perchè mai dovrebbero farlo se la politica, come diceva Willy Brandt, non serve a far star meglio le persone, ma aggiungeva subito: “allora non è politica, è qualcosa d'altro”.
Sotto il testo della Mozione presentata da Maurizio Fogar.
Mozione.
Al Sindaco di Muggia.
Oggetto: estensione temporale CENTRO ESTIVO SCUOLA PRIMARIA.
Premesso che la scuola primaria termina il 9 giugno e ricomincia l'8 settembre, quindi c'è un intervallo di 3 mesi, si comprende facilmente quanto i servizi comunali siano di vitale importanza per i genitori che lavorano e non hanno parenti a cui affidare i figli.
Posto che tra i servizi estivi offerti dal Servizio Educativo e Politiche Giovanili fa parte RICREMATTINA: il servizio rivolto a bambini che hanno frequentato la scuola primaria nel corso dell’anno scolastico 2021/2022 viene erogato sulla base di turni settimanali a partire dal 13 giugno al 17 giugno, dal 20 giugno al 24 giugno, dal 27 giugno al 1° luglio, dal 22 agosto al 26 agosto, dal 29 agosto al 2 settembre e dal 5 settembre al 9 settembre con turni settimanali e orario: dalle ore 7.30 alle ore 13.30.
Considerato che il CENTRO ESTIVO SCUOLA PRIMARIA: servizio rivolto ai bambini che hanno frequentato la scuola primaria nel corso dell’anno scolastico 2021/2022 viene erogato per tre turni bisettimanali ( dal lunedì al venerdì: dal 4 luglio al 15 luglio, dal 18 luglio al 29 luglio e dal 1° al 12 agosto 2022) con orario: dalle ore 7.30 alle ore 16.30 (comprensivi di merenda e pranzo).
E che dunque nell'intervallo dal 13 giugno-1 luglio (data di inizio del centro estivo 4 luglio) e per le 2 settimane che precedono l'inizio della scuola esiste solo il servizio di RICREMATTINA, che termina alle 13.30, lasciando scoperta metà giornata e obbligando i genitori a reperire una persona estranea a cui affidare i propri figli, cosa notoriamente di difficile soluzione, oltre che onerosa per la spesa, a Muggia.
Si impegna questa Amministrazione ad estendere, a partire dal prossimo anno scolastico, il servizio CENTRO ESTIVO SCUOLA PRIMARIA a tutto il periodo delle vacanze estive. Magari facendolo
precedere nel corso del presente anno scolastico da un sondaggio tra i genitori dei bambini iscritti per capire quali siano le effettive necessità. E di valutare la possibilità di esonerare le famiglie o i genitori con reddito Isee inferiore ai 12mila euro netti dal pagamento di ogni tariffa inerente il Servizio.
O in subordine rimodulare l'estensione dell'orario di Servizio di Ricremattina in modo da prolungarlo fino alle ore 16.30.
Trieste, 15 giugno 2022.
Maurizio Fogar, consigliere Lista civica Muggia.
Non farti fregare. Fatti informare!
Metti il tuo “Mi Piace” alla Pagina Circolo Miani.
Riceverai puntualmente notizia dei nuovi articoli.
E destina il tuo 5 X 1000 al Circolo Miani scrivendo il Codice Fiscale 90012740321 nella apposita casella delle associazioni di volontariato sulla tua dichiarazione dei redditi, qualunque essa sia.




« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104Pagina 105Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Pagina 246Pagina 247Pagina 248Pagina 249Pagina 250Pagina 251Pagina 252Pagina 253Pagina 254Pagina 255Pagina 256Pagina 257Pagina 258Pagina 259Pagina 260Pagina 261Pagina 262Pagina 263Pagina 264Pagina 265Pagina 266Pagina 267Pagina 268Pagina 269Pagina 270Pagina 271Pagina 272Pagina 273Pagina 274Pagina 275Pagina 276Pagina 277Pagina 278Pagina 279Pagina 280Pagina 281Pagina 282Pagina 283Pagina 284Pagina 285Pagina 286Pagina 287Pagina 288Pagina 289Pagina 290Pagina 291Pagina 292Pagina 293Pagina 294Pagina 295Pagina 296Pagina 297Pagina 298Pagina 299Pagina 300Pagina 301Pagina 302Pagina 303Pagina 304Pagina 305Pagina 306Pagina 307Pagina 308Pagina 309Pagina 310Pagina 311Pagina 312Pagina 313Pagina 314Pagina 315Pagina 316Pagina 317Pagina 318Pagina 319Pagina 320Pagina 321Pagina 322Pagina 323Pagina 324Pagina 325Pagina 326Pagina 327Pagina 328Pagina 329Pagina 330Pagina 331Pagina 332Pagina 333Pagina 334Pagina 335Pagina 336Pagina 337Pagina 338Pagina 339Pagina 340Pagina 341Pagina 342Pagina 343Pagina 344Pagina 345Pagina 346Pagina 347Pagina 348Pagina 349Pagina 350Pagina 351Pagina 352Pagina 353Pagina 354Pagina 355Pagina 356Pagina 357Pagina 358Pagina 359Pagina 360Pagina 361Pagina 362Pagina 363Pagina 364Pagina 365Pagina 366Pagina 367Pagina 368Pagina 369Pagina 370Pagina 371Pagina 372Pagina 373Pagina 374Pagina 375Pagina 376Pagina 377Pagina 378Pagina 379Pagina 380Pagina 381Pagina 382Pagina 383Pagina 384Pagina 385Pagina 386Pagina 387Pagina 388Pagina 389Pagina 390Pagina 391Pagina 392Pagina 393Pagina 394Pagina 395Pagina 396Pagina 397Pagina 398Pagina 399Pagina 400Pagina 401Pagina 402Pagina 403Pagina 404Pagina 405Pagina 406Pagina 407Pagina 408Pagina 409Pagina 410Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 8 August, 2022 - 9:26 pm - Visitatori Totali Nr.