Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

RegistratiPassword Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 105

Il Comune deve riappropriarsi della sanità. Il Burlo dei bei tempi andati.

» Inviato da valmaura il 9 July, 2021 alle 2:19 pm

Ecco un plastico esempio del perchè da tempo come Circolo Miani e Trieste Verde sosteniamo che il Comune di Trieste, e quello di Muggia, anche in virtù delle leggi, a partire dal 1934, che assegnano ai sindaci la nomina di Ufficiali Sanitari dei loro territori, devono avere importante voce in capitolo nella gestione della sanità a tutela della salute dei loro concittadini.
Anche perchè, ci scuserà la Regione, i soldi per pagare la nostra sanità vengono dalle tasse dei Triestini.
La testimonianza pubblicata oggi sulla stampa, che segnala purtroppo come l'eccellenza europea del nostro ospedale pediatrico sia memoria dei tempi che furono, e che rende ancora più inspiegabile, anche dopo i recenti ingenti investimenti fatti nel complesso di via dell'Istria, la scelta di trasferirlo a Cattinara, è emblematica. La pubblichiamo di seguito.
“Burlo Garofolo Il Pronto soccorso del giorno dopo .
Mio figlio di 9 anni, facendo allenamento di calcio, è caduto male e si fratturato l'avambraccio sinistro. Nulla di tanto grave per fortuna, guaribile in 4 settimane di gesso, ma va segnalato che arrivati al Pronto soccorso del Burlo, c'era come da prassi Covid un unico ingresso esterno. E dentro personale che riceveva un caso alla volta.
In meno di 5 minuti si è generata una fila che, senza controllo di priorità alcuna, era obbligata ad attendere di farsi vedere uno alla volta. Stavamo per entrare quando arrivò un'ambulanza che ha avuto la precedenza e quindi, attendere ancora. Quando finalmente toccò a noi la dottoressa, dopo averlo visitato, ci diede un antidolorifico e rispedì a casa con l'appuntamento per i raggi il giorno dopo. Il giorno dopo!
Perché al Burlo non si possono fare i raggi dopo le 14. E i gessi dopo le 15.30. La follia.
Follia a nostre spese ovviamente perché in caso di vera necessità c'è il personale reperibile. Quindi invece di avere personale in turno normale pagato normale, paghiamo la reperibilità al personale che interviene a chiamata. Ma quel che conta qua è che un nosocomio, famoso in tutta Italia, e non solo per la cura dei bambini, non ha un servizio di radiologia attivo almeno 16/24ore come un qualsiasi altro istituto.
Sono forse i minorenni, in quanto tali, esseri di serie B per cui non si può garantire un servizio pubblico degno del nome che porta? Eppure è un fiore all'occhiello che viene spesso citato come unicità storicamente riconosciuta.
In buona sostanza ci è toccato, come tutti gli altri che erano in fila e necessitavano di quel servizio, ritornare il mattino seguente, a digiuno perché non si sapeva se dovevano magari subire un intervento traumatico che richiedesse di farlo sotto anestesia. Perché non si fanno raggi al pomeriggio.
Non si mette in dubbio qui la professionalità del personale, ma anzi ci si fa portavoce anche di loro sul fatto che questa è una vergognosa carenza derivante dai soliti tagli, a cui cercano di riparare, per quel che possono, proprio gli stessi sanitari, come la dottoressa che ci ha accolto e seguito con grande professionalità e disponibilità.
Ovviamente parlando con altri genitori, tutti assecondano il fatto che è inaccettabile oltre che vergognoso”.
I commenti sono inutili.
Trieste Verde.



Trieste. Dov'erano tutti questi anni?

» Inviato da valmaura il 9 July, 2021 alle 2:16 pm

Una domanda che tutti dovrebbero farsi quando leggono su questa stampa (televisioni comprese) prona e supina verso gli “amici” politici, certi spot elettorali.
Sul verde, dagli abbattimenti degli alberi al totale abbandono di giardini ed aree verdi al completo degrado, negli ultimi dieci anni centrosinistra e centrodestra si sono alternati allo (s)governo di questa nostra città. E cosa hanno fatto?
Nulla, hanno continuato ad abbattere gli alberi ed ignorato il degrado del verde.
Sul fiorire di “Antenna Selvaggia” e di nuovi ripetitori in ogni dove, oltre che sulla questione 5G, un silenzio assordante.
Sui “quartieri” che ora riscoprono per le loro uscite propagandistiche dove hanno la faccia come il deretano di chiedere ai residenti quali siano i problemi e cosa non vada, in trenta e passa anni di abbandono, ed attenzione vale anche per i rioni non periferici, non hanno mosso dito.
Si certo, la responsabilità è anche dei cittadini, delle associazioni rionali come a Servola, che fanno di tutta l'erba un fascio e che hanno respinto da tempo la mano tesa di chi sul territorio, quello in particolare, si batte da ben prima di loro.
Sulla questione della malasanità, a partire dallo smantellamento di quella territoriale ridotta spesso ad un mero simulacro, con la cessione ai privati di quote sempre più alte di “mercato”, sulla gestione dell'emergenza ospedaliera, a partire dai “Pronti” Soccorsi, hanno fatto scena muta.
Sul proliferare del precariato e dello sfruttamento dei lavoratori che le amministrazioni pubbliche da loro guidate hanno incentivato, ma poi si lamentano della “denatalità” e del perchè i Triestini non fanno figli, non hanno aperto bocca.
Sulla crescente emergenza povertà e sulla crisi del tessuto commerciale ed artigianale locale, si sono affidati alla beneficenza ed alle “Luminarie”, un mix tra il “pane et circenses” ed il nascondere la realtà sotto il tappeto.
Sull'abbandono al degrado ed oggi alla messa in vendita degli spazi pubblici, alcuni di grande rilievo urbanistico, idem come sopra.
E potremmo continuare a lungo, ma se i cittadini non hanno memoria e dignità, tutto sarà inutile e nulla cambierà.
Per questo come Trieste Verde noi rivendichiamo con orgoglio di essere distinti e distanti da questa politica e Sabato, domani 10 luglio, a partire dalle ore 11, ci ritroveremo nella sede (g.c.) del Circolo Miani, a Trieste in via Valmaura 77 per accogliere la disponibilità all'impegno di chi condivide, nei fatti non nelle parole e nei commenti, la nostra iniziativa.
Pensateci, che il tempo non è molto.



I sondaggi “caserecci”. Quando la paura fa novanta!

» Inviato da valmaura il 8 July, 2021 alle 10:40 am

Russo rende noto l'esito di un sondaggio da lui commissionato, prima di entrare nel merito del risultato è bene che i nostri lettori sappiano che chi riceve l'ordine di eseguire la ricerca di mercato, mediamente su di un campione teorico di 600 intervistati telefonici, che come è facile intuire alla fine i rispondenti sono di gran lunga inferiori di numero, e si fa pagare qualche decina di migliaia di euro, difficilmente consegna al committente pagatore una risposta “sgradita”.
Ciò detto e ribadito che l'unico vero “sondaggio” sarà l'esito dello scrutinio elettorale anche perchè ultimamente i sondaggi come gli Exit Pool sono stati clamorosamente smentiti dai risultati, spicca nel responso di quello commissionato da Russo (PD) l'assenza dal test di alcuni candidati, o presunti tali come lo era lo stesso Francesco al momento dell'esecuzione del sondaggio.
E l'onesto Giovanni Tommasin che scrive il pezzo sul piccolo giornale alla fine lo fa notare “pro veritate”.
Tra questi l'assenza più significativa e rilevante, non sappiamo se dal questionario proposto o per voluto occultamento dalla pubblicazione dei dati, è quella di Maurizio Fogar per Trieste Verde.
In questo ci soccorre la memoria sul tasso di notorietà e di conoscenza da parte dei cittadini del Fogar in precedenti analoghi sondaggi commissionati in occasione di precedenti elezioni. Egli figurava sempre in testa per “notorietà e conoscenza” tra i sondaggiati rispetto agli altri “autorevoli” nomi. Il che, va precisato, essere il più conosciuto nell'opinione pubblica cittadina non necessariamente ne è un indicatore di voto, anche perchè, come sta accadendo pure stavolta, l'oscuramento e la censura di stampa e televioni trucca e falsa la libera scelta degli elettori.
Ma insomma spendere tanti quattrini in questi tempi per sondaggi, oltre che per costose quanto insultanti propagande elettorali in questo periodo di profonda crisi, quasi sempre si rileva un'operazione perfettamente inutile per i fini immaginati.
Oste com'è il tuo vino? Ottimo perbacco!



Villa Cosulich, Villa Haggiconsta, Villa Stavropulos, Palazzo Carciotti (almeno lato mare), ex Scuola elementare De Amicis di via Combi.

» Inviato da valmaura il 8 July, 2021 alle 10:37 am

Si tolgano dall'elenco dei beni da alienare, con cui il Comune intende “fare cassa”, e per quanto riguarda la scuola asburgica di via Combi, con annesso Ricreatorio, la Sovrintendenza ci metta il vincolo di tutela.
Poi, mandata a casa questa amministrazione, e pensionate tutte queste forze politiche, forse le prossime elezioni di autunno possono essere un buon inizio, si avvi un percorso concreto per ridarle alla comunità, riaprirle alla socialità, magari rispettando i lasciti testamentari dei donatori ove esistano.
Sono decenni che ci battiamo per questo, ignorati ed isolati dal mondo politico-istituzionale e dalla stampa al traino, e talvolta spiace che altri cittadini non si siano uniti a noi in questo impegno a favore di Trieste.
E salviamo il Teatro Auditorium di via Tor Bandena, e l'Auditorium di via Valmaura, di cui mai gli “intellettuali” si sono accorti, nemmeno all'ora del Te nei salotti buoni, tra un pasticcino e una tartina al Salmone.
Circolo Miani e Trieste Verde: i “brutti, sporchi e cattivi”.



Ma guarda: Siot chiude l'anno con un utile di un milione e 600mila euro.

» Inviato da valmaura il 8 July, 2021 alle 10:33 am

Oggi solito spottone sulla stampa a beneficio della Siot, che per inciso non porta un centesimo al Porto di Trieste (Zeno D'Agostino dixit): l'assemblea degli azionisti ha approvato un utile di 1,6 milioni di euro nell'approvare il bilancio dell'ultimo anno, con 416 petroliere attraccate a Trieste.
Ma quando si tratta di mettere i soldini per far cessare a San Dorligo e sulla linea di costa da Trieste a Muggia, a seconda dei venti, quell'irrespirabile e dannoso per la salute tanfo di benzina marcia, piangono il morto.
Finchè politica, istituzioni ed autorità portuale continueranno a fare da spalla muta e cieca a questa società che tratta Trieste, intesa come provincia, più o meno alla stregua di una colonia da terzo mondo, le cose non cambieranno.
Ergo necessita cambiare questa politica per porre fine a questa insopportabile situazione che dimostra oltre ogni modo il disprezzo nemmeno velato per la nostra comunità.
Anche per questo è nata Trieste Verde, o se preferite dotatevi di una maschera antigas.




« PrecedentePagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58Pagina 59Pagina 60Pagina 61Pagina 62Pagina 63Pagina 64Pagina 65Pagina 66Pagina 67Pagina 68Pagina 69Pagina 70Pagina 71Pagina 72Pagina 73Pagina 74Pagina 75Pagina 76Pagina 77Pagina 78Pagina 79Pagina 80Pagina 81Pagina 82Pagina 83Pagina 84Pagina 85Pagina 86Pagina 87Pagina 88Pagina 89Pagina 90Pagina 91Pagina 92Pagina 93Pagina 94Pagina 95Pagina 96Pagina 97Pagina 98Pagina 99Pagina 100Pagina 101Pagina 102Pagina 103Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106Pagina 107Pagina 108Pagina 109Pagina 110Pagina 111Pagina 112Pagina 113Pagina 114Pagina 115Pagina 116Pagina 117Pagina 118Pagina 119Pagina 120Pagina 121Pagina 122Pagina 123Pagina 124Pagina 125Pagina 126Pagina 127Pagina 128Pagina 129Pagina 130Pagina 131Pagina 132Pagina 133Pagina 134Pagina 135Pagina 136Pagina 137Pagina 138Pagina 139Pagina 140Pagina 141Pagina 142Pagina 143Pagina 144Pagina 145Pagina 146Pagina 147Pagina 148Pagina 149Pagina 150Pagina 151Pagina 152Pagina 153Pagina 154Pagina 155Pagina 156Pagina 157Pagina 158Pagina 159Pagina 160Pagina 161Pagina 162Pagina 163Pagina 164Pagina 165Pagina 166Pagina 167Pagina 168Pagina 169Pagina 170Pagina 171Pagina 172Pagina 173Pagina 174Pagina 175Pagina 176Pagina 177Pagina 178Pagina 179Pagina 180Pagina 181Pagina 182Pagina 183Pagina 184Pagina 185Pagina 186Pagina 187Pagina 188Pagina 189Pagina 190Pagina 191Pagina 192Pagina 193Pagina 194Pagina 195Pagina 196Pagina 197Pagina 198Pagina 199Pagina 200Pagina 201Pagina 202Pagina 203Pagina 204Pagina 205Pagina 206Pagina 207Pagina 208Pagina 209Pagina 210Pagina 211Pagina 212Pagina 213Pagina 214Pagina 215Pagina 216Pagina 217Pagina 218Pagina 219Pagina 220Pagina 221Pagina 222Pagina 223Pagina 224Pagina 225Pagina 226Pagina 227Pagina 228Pagina 229Pagina 230Pagina 231Pagina 232Pagina 233Pagina 234Pagina 235Pagina 236Pagina 237Pagina 238Pagina 239Pagina 240Pagina 241Pagina 242Pagina 243Pagina 244Pagina 245Pagina 246Pagina 247Pagina 248Pagina 249Pagina 250Pagina 251Pagina 252Pagina 253Pagina 254Pagina 255Pagina 256Pagina 257Pagina 258Pagina 259Pagina 260Pagina 261Pagina 262Pagina 263Pagina 264Pagina 265Pagina 266Pagina 267Pagina 268Pagina 269Pagina 270Pagina 271Pagina 272Pagina 273Pagina 274Pagina 275Pagina 276Pagina 277Pagina 278Pagina 279Pagina 280Pagina 281Pagina 282Pagina 283Pagina 284Pagina 285Pagina 286Pagina 287Pagina 288Pagina 289Pagina 290Pagina 291Pagina 292Pagina 293Pagina 294Pagina 295Pagina 296Pagina 297Pagina 298Pagina 299Pagina 300Pagina 301Pagina 302Pagina 303Pagina 304Pagina 305Pagina 306Pagina 307Pagina 308Pagina 309Pagina 310Pagina 311Pagina 312Pagina 313Pagina 314Pagina 315Pagina 316Pagina 317Pagina 318Pagina 319Pagina 320Pagina 321Pagina 322Pagina 323Pagina 324Pagina 325Pagina 326Pagina 327Pagina 328Pagina 329Pagina 330Pagina 331Pagina 332Pagina 333Pagina 334Pagina 335Pagina 336Pagina 337Pagina 338Pagina 339Pagina 340Pagina 341Pagina 342Pagina 343Pagina 344Pagina 345Pagina 346Pagina 347Pagina 348Pagina 349Pagina 350Pagina 351Pagina 352Pagina 353Pagina 354Pagina 355Pagina 356Pagina 357Pagina 358Pagina 359Pagina 360Pagina 361Pagina 362Pagina 363Pagina 364Pagina 365Pagina 366Pagina 367Pagina 368Pagina 369Pagina 370Pagina 371Pagina 372Pagina 373Pagina 374Pagina 375Pagina 376Pagina 377Pagina 378Pagina 379Pagina 380Pagina 381Pagina 382Pagina 383Pagina 384Pagina 385Pagina 386Pagina 387Pagina 388Pagina 389Pagina 390Pagina 391Pagina 392Pagina 393Pagina 394Pagina 395Pagina 396Pagina 397Pagina 398Pagina 399Pagina 400Pagina 401Pagina 402Pagina 403Pagina 404Pagina 405Pagina 406Pagina 407Pagina 408Pagina 409Pagina 410Pagina 411Pagina 412Pagina 413Pagina 414Pagina 415Pagina 416Pagina 417Pagina 418Pagina 419Pagina 420Pagina 421Pagina 422Pagina 423Pagina 424Pagina 425Pagina 426Pagina 427Pagina 428Pagina 429Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 21 June, 2024 - 7:00 am - Visitatori Totali Nr.