Circolo Miani - News Correnti




Home | Notizie | Articoli | Notizie flash | Foto | Video | Collegamenti | Scarica | Sondaggi | Contattaci

'L'Eco della Serva'
Fatti e misfatti della settimana

Laminatoio a caldo e “giornalismo” a freddo.
Le sorprese della censura talvolta sono anche divertenti. ..
(Leggi tutta la notizia)


Notizie Flash

Trieste Verde. A cosa diciamo no!
Dicemmo no alla progettata Centrale a Carbone nel Vallone di Muggia, battaglia vinta..
(Leggi tutta la news)


Contenuti
*Circolo Miani
*Ferriera: le analisi della procura
*Questionario medico Ferriera

Dati Accesso
Accesso Richiesto

Nome:
Pass :

Memorizza Dati

Registrati • Password Persa?




Circolo Miani » News Correnti » Page 104

Vallone di Muggia: draga di qua, scava di lΰ ….

» Inviato da valmaura il 18 May, 2021 alle 10:26 am

Sentiamo ultimamente parlare con levitΰ giuliva di dragaggi a destra e manca nel Vallone di Muggia. La destra starebbe per l'ampia zona antistante la Ferriera a partire dallo Scalo Legnami, la manca sarebbe nel Canale Industriale di fronte all'area ex Aquila.
Intanto θ bene precisare che i due poli sono di proprietΰ privata, anche se uno θ semistatale dell'Ungheria dello specchiato Orban che ha inutilmente tentato di bloccare i fondi europei destinati all'Italia ma ora li rivendica per gli affari suoi ad Aquilinia.
E soprattutto che lo Stato, ovvero noi cittadini, dovremmo metterci decine e decine di milioni per facilitare gli affari privati, li chiamano “investimenti”, particolarmente nelle opere “a mare”.
Ora pagare e per di piω avvelenarci non ci sembra un grande affare per i Triestini, intesi come provincia.
Anche i sassi sanno che il fondale di quelle due aree interessate dai dragaggi a gogς θ formato in larga parte e stratificato per metri in profonditΰ da fanghi tossici. Per l'area Ferriera ne siamo certi, come testimoniato pure dai rilevamenti effettuati a suo tempo dai tecnici del Ministero dell'Ambiente, oggi Transizione Ecologica, e scusateci se fatichiamo a trattenere il riso per questo nome che ricorda quello del regionale Scoccimarro defensor terrae, e non, per fortuna nostra, da quell'orpo che Arpa.
Per l'area del Canale navigabile fronte ex Aquila non occorre essere Mago Otelma per immaginare cosa ci sia sotto il mare di una ex Raffineria.
Allora per non voler sembrare “contras” a tutti i costi, non appare sconveniente chiedere, anzi pretendere, visto che salute e vita nostre sono e non ne abbiamo altre di scorta, che prima di smuovere fosse anche con paletta e secchiello un centimetro di questi fanghi, fossero fatti dei carotaggi sui fondali, ma non dall'Arpa, non scherziamo, nι dai privati interessati, per analizzare ben benino quello che dovrebbe essere dragato con tanta faciloneria.
Altrimenti appare fondato il rischio che si devastino per l'effetto delle correnti flora e fauna del nostro Golfo, da Capodistria a Sistiana, inquinando tutto il mare dove ci bagniamo e dove i Doz di turno pescano il pesce che poi mangiamo: si chiama “catena alimentare”.
Dunque cornuti, mazziati e contenti proprio no!
Trieste Verde.



Un Tram chiamato desiderio.

» Inviato da valmaura il 17 May, 2021 alle 1:15 pm

Venezia-Miramare-Opicina una possibilitΰ.
Da cinque anni, pagando le negligenze di una amministrazione pubblica incapace, i Triestini aspettano il giorno in cui il Tram di Opicina rientrerΰ in funzione e nella nostra normalitΰ.
Ma come da noi, Circolo Miani e Trieste Verde, proposto il percorso dello stesso Tram va allungato, di poco, portandone il capolinea cittadino all'interno di Porto Vecchio, l'area della Centrale idrodinamica per esempio, a fianco del polo museale e soprattutto dietro a quello che dovrebbe divenire, proposta da Costa Crociere ed accolta dall'Autoritΰ Portuale, la sede permanente del nuovo Terminal Crociere.
Terminal che su oculata iniziativa ventilata da Zeno D'Agostino andrebbe collegato via mare con rotta turistica a Venezia. Tutte scelte che porterebbero ad uno sviluppo anche marittimo di Porto Vecchio, darebbero vita a numerosi posti di lavoro non aleatori legati ai servizi logistici necessari al nuovo Terminal, e soprattutto metterebbero un importante punto fermo nella sarabanda di proposte strampalate che questa politica erutta a ciclo continuo sull'intera area.
Ma manca ancora un tassello importante, diciamo noi: ovvero ripristinare il “trenino” interno che dal nuovo capolinea del Tram di Opicina arrivi fino a Barcola e studiare la possibilitΰ di prolungarne il tracciato fino a Miramare, altro che Copacabane o Playa Beach.
Insomma una rete di trasporto su rotaia di particolare fascino storico che colleghi Venezia al nostro Carso ed al Parco di Miramare lungo la nostra costa.
Pertanto appare fuori luogo la scelta annunciata dal Comune di investire fior di quattrini per l'astruso capolinea attuale del Tram in piazza Oberdan.
E la Piscina terapeutica? Sta bene lμ dov'era e dovrΰ essere.
E la ciofeca del Parco del Mare? Sta altrettanto bene dove θ, ed θ sempre stato in questi 17 anni: sulla carta e negli scarsi neuroni cerebrali dei proponenti.
Trieste Verde.



Rapidi ed invisibili partono i sommergibili …..Il Federale con Ugo Tognazzi.

» Inviato da valmaura il 17 May, 2021 alle 1:14 pm

Abbiamo pensato che sia il ritornello adatto per la “patriota” assessora Lodi, che a parole esterna cantieri, lavori, interventi di qua e lΰ, come Figaro, e che perς in cinque anni non θ buona a tappare due avvallamenti e riparare due reti tra viale Romolo Gessi e piazza Carlo Alberto.
Se le parole fossero pietre Trieste sarebbe un tavolo da bigliardo, ma purtroppo per lei non lo sono.
D'altronde ha la scusante di imparare da un podestΰ del calibro di Dipiazza che in quanto a vuote parole θ maestro insuperabile in una politica, questa e tutta, dove le balle e le chiacchiere sono di uso comune e universalmente diffuso.
Detto questo, la nostra comunitΰ deve voltare pagina: qui non servono geni ma persone normali che gestiscano il bene pubblico come dei buoni “padri di famiglia”, ecco perchθ come Trieste Verde nei dieci punti del nostro Manifesto per Trieste offriamo solo proposte e soluzioni concrete e fattibili, in tempi certi, alle principali emergenze e problematiche che i Triestini si trovano, e da troppo tempo, a dover affrontare.
Parlare e promettere di “Futuro sostenibile e sviluppo Green”, senza per altro mai entrare nel merito, in una cittΰ dove per molti θ il presente a non essere piω sostenibile, significa abdicare al ruolo di amministrare la comunitΰ a cui ci si candida anche nelle prossime elezioni comunali.
In ultima analisi vuol dire non voler bene ai nostri concittadini e pensare solo ai propri interessi e carriere personali.



Mendaci quanto incapaci!

» Inviato da valmaura il 16 May, 2021 alle 12:50 pm

Un anno e mezzo fa, dopo i ripetuti articoli e servizi fotografici da noi realizzati e le proteste dei residenti, l'assessora Lodi, da cui dipende pure per nostra sventura il Verde Pubblico, dichiarς sulla stampa, da rileggersi con attenta ironia, che l'amministrazione comunale aveva stanziato dai 100 ai 200mila euro per dare il via agli urgenti lavori di sistemazione del giardino di Piazza Carlo Alberto.
E magari metter mano al degrado della vasta area verde e ricreativa di Viale Romolo Gessi.
Oggi la smemorata di se stessa dichiara “Una situazione nota all'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi, che ricorda come «i lavori in piazza Carlo Alberto sono giΰ stati calendarizzati». «Abbiamo giΰ approvato una delibera per la sostituzione della recinzione del campo sportivo - spiega - mentre θ presente nel Piano delle opere il progetto per la sistemazione del porticato del giardino, che verrΰ portato in giunta nelle prossime settimane.”
Su viale Romolo Gessi e Sant'Andrea nulla salvo tagliare alberi a iosa in questi ultimi due anni come dimostrato dai nostri servizi fotografici. E mentre persiste la situazione di alta pericolositΰ di una cabina elettrica aperta dove i bambini ci giocano attorno, rischio da noi segnalato piω volte negli anni al Pronto Intervento della Polizia municipale, ma del tutto invano.
Non si sa se l'assessora si renda conto della gravitΰ della sua frase scritta in terza persona come usava Giulio Cesare quando parlava di se “Una situazione nota all'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi”, quando candidamente confessa di essere da tempo informata del degrado e di non essere tempestivamente intervenuta.
Assessora non prenda per i fondelli i cittadini ed i residenti di San Vito in particolare: da anni, almeno cinque, la zona θ tappezzata di transenne e sacchetti arancione, ora arrugginite ed a pezzi, per i lavori di manutenzione delle aree pedonali e dei giardini in questione mai eseguiti. Lei sapeva e conosceva e nulla ha fatto, salvo appunto abbattere alberi e fare potature che gridano vendetta al cielo. Come nulla ha fatto per la misteriosa “Casa delle Associazioni” a cui era destinata, da delibera comunale di ben dieci anni orsono la bellissima ex scuola elementare De Amicis di via Combi, che oggi il Comune vuole vendere per fare cassa.
Il giardino di Piazzale Rosmini θ stato inibito per oltre tre anni perchθ inquinato e siamo convinti che se si rifacessero le analisi oggi risulterebbe sempre inquinato. Su Villa Haggiconsta voi e le precedenti amministrazioni dovreste uscire di casa solo a notte fonda camminando rasente i muri e possibilmente con uno “scartozzo” in testa per non farvi riconoscere.
Non siete riusciti nemmeno a rimettere uno straccio di servizi igienici in queste aree frequentate da tanti bambini e triestini.
Ma tacete e vergognatevi che ripetere ora il refrain di becera propaganda elettorale, fa un po' tanto rivoltare lo stomaco verso una politica mendace quanto incapace di risolvere anche le piccole ordinarie questioni che angustiano vita, benessere e sicurezza dei cittadini.
Se desidera ci vediamo in Tribunale per giudicare chi mente.
Maurizio Fogar per Trieste Verde.



Quando e come potare il Platano. San Vito-Campi Elisi.

» Inviato da valmaura il 16 May, 2021 alle 12:44 pm

Un anno e mezzo fa, dopo i ripetuti articoli e servizi fotografici da noi realizzati e le proteste dei residenti, l'assessora Lodi, da cui dipende pure per nostra sventura il Verde Pubblico, dichiarς sulla stampa, da rileggersi con attenta ironia, che l'amministrazione comunale aveva stanziato dai 100 ai 200mila euro per dare il via agli urgenti lavori di sistemazione del giardino di Piazza Carlo Alberto.
E magari metter mano al degrado della vasta area verde e ricreativa di Viale Romolo Gessi.
Oggi la smemorata di se stessa dichiara “Una situazione nota all'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi, che ricorda come «i lavori in piazza Carlo Alberto sono giΰ stati calendarizzati». «Abbiamo giΰ approvato una delibera per la sostituzione della recinzione del campo sportivo - spiega - mentre θ presente nel Piano delle opere il progetto per la sistemazione del porticato del giardino, che verrΰ portato in giunta nelle prossime settimane.”
Su viale Romolo Gessi e Sant'Andrea nulla salvo tagliare alberi a iosa in questi ultimi due anni come dimostrato dai nostri servizi fotografici. E mentre persiste la situazione di alta pericolositΰ di una cabina elettrica aperta dove i bambini ci giocano attorno, rischio da noi segnalato piω volte negli anni al Pronto Intervento della Polizia municipale, ma del tutto invano.
Non si sa se l'assessora si renda conto della gravitΰ della sua frase scritta in terza persona come usava Giulio Cesare quando parlava di se “Una situazione nota all'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi”, quando candidamente confessa di essere da tempo informata del degrado e di non essere tempestivamente intervenuta.
Assessora non prenda per i fondelli i cittadini ed i residenti di San Vito in particolare: da anni, almeno cinque, la zona θ tappezzata di transenne e sacchetti arancione, ora arrugginite ed a pezzi, per i lavori di manutenzione delle aree pedonali e dei giardini in questione mai eseguiti. Lei sapeva e conosceva e nulla ha fatto, salvo appunto abbattere alberi e fare potature che gridano vendetta al cielo. Come nulla ha fatto per la misteriosa “Casa delle Associazioni” a cui era destinata, da delibera comunale di ben dieci anni orsono la bellissima ex scuola elementare De Amicis di via Combi, che oggi il Comune vuole vendere per fare cassa.
Il giardino di Piazzale Rosmini θ stato inibito per oltre tre anni perchθ inquinato e siamo convinti che se si rifacessero le analisi oggi risulterebbe sempre inquinato. Su Villa Haggiconsta voi e le precedenti amministrazioni dovreste uscire di casa solo a notte fonda camminando rasente i muri e possibilmente con uno “scartozzo” in testa per non farvi riconoscere.
Non siete riusciti nemmeno a rimettere uno straccio di servizi igienici in queste aree frequentate da tanti bambini e triestini.
Ma tacete e vergognatevi che ripetere ora il refrain di becera propaganda elettorale, fa un po' tanto rivoltare lo stomaco verso una politica mendace quanto incapace di risolvere anche le piccole ordinarie questioni che angustiano vita, benessere e sicurezza dei cittadini.
Se desidera ci vediamo in Tribunale per giudicare chi mente.
Maurizio Fogar per Trieste Verde.




« Precedente • Pagina 1 • Pagina 2 • Pagina 3 • Pagina 4 • Pagina 5 • Pagina 6 • Pagina 7 • Pagina 8 • Pagina 9 • Pagina 10 • Pagina 11 • Pagina 12 • Pagina 13 • Pagina 14 • Pagina 15 • Pagina 16 • Pagina 17 • Pagina 18 • Pagina 19 • Pagina 20 • Pagina 21 • Pagina 22 • Pagina 23 • Pagina 24 • Pagina 25 • Pagina 26 • Pagina 27 • Pagina 28 • Pagina 29 • Pagina 30 • Pagina 31 • Pagina 32 • Pagina 33 • Pagina 34 • Pagina 35 • Pagina 36 • Pagina 37 • Pagina 38 • Pagina 39 • Pagina 40 • Pagina 41 • Pagina 42 • Pagina 43 • Pagina 44 • Pagina 45 • Pagina 46 • Pagina 47 • Pagina 48 • Pagina 49 • Pagina 50 • Pagina 51 • Pagina 52 • Pagina 53 • Pagina 54 • Pagina 55 • Pagina 56 • Pagina 57 • Pagina 58 • Pagina 59 • Pagina 60 • Pagina 61 • Pagina 62 • Pagina 63 • Pagina 64 • Pagina 65 • Pagina 66 • Pagina 67 • Pagina 68 • Pagina 69 • Pagina 70 • Pagina 71 • Pagina 72 • Pagina 73 • Pagina 74 • Pagina 75 • Pagina 76 • Pagina 77 • Pagina 78 • Pagina 79 • Pagina 80 • Pagina 81 • Pagina 82 • Pagina 83 • Pagina 84 • Pagina 85 • Pagina 86 • Pagina 87 • Pagina 88 • Pagina 89 • Pagina 90 • Pagina 91 • Pagina 92 • Pagina 93 • Pagina 94 • Pagina 95 • Pagina 96 • Pagina 97 • Pagina 98 • Pagina 99 • Pagina 100 • Pagina 101 • Pagina 102 • Pagina 103 • Pagina 104 • Pagina 105 • Pagina 106 • Pagina 107 • Pagina 108 • Pagina 109 • Pagina 110 • Pagina 111 • Pagina 112 • Pagina 113 • Pagina 114 • Pagina 115 • Pagina 116 • Pagina 117 • Pagina 118 • Pagina 119 • Pagina 120 • Pagina 121 • Pagina 122 • Pagina 123 • Pagina 124 • Pagina 125 • Pagina 126 • Pagina 127 • Pagina 128 • Pagina 129 • Pagina 130 • Pagina 131 • Pagina 132 • Pagina 133 • Pagina 134 • Pagina 135 • Pagina 136 • Pagina 137 • Pagina 138 • Pagina 139 • Pagina 140 • Pagina 141 • Pagina 142 • Pagina 143 • Pagina 144 • Pagina 145 • Pagina 146 • Pagina 147 • Pagina 148 • Pagina 149 • Pagina 150 • Pagina 151 • Pagina 152 • Pagina 153 • Pagina 154 • Pagina 155 • Pagina 156 • Pagina 157 • Pagina 158 • Pagina 159 • Pagina 160 • Pagina 161 • Pagina 162 • Pagina 163 • Pagina 164 • Pagina 165 • Pagina 166 • Pagina 167 • Pagina 168 • Pagina 169 • Pagina 170 • Pagina 171 • Pagina 172 • Pagina 173 • Pagina 174 • Pagina 175 • Pagina 176 • Pagina 177 • Pagina 178 • Pagina 179 • Pagina 180 • Pagina 181 • Pagina 182 • Pagina 183 • Pagina 184 • Pagina 185 • Pagina 186 • Pagina 187 • Pagina 188 • Pagina 189 • Pagina 190 • Pagina 191 • Pagina 192 • Pagina 193 • Pagina 194 • Pagina 195 • Pagina 196 • Pagina 197 • Pagina 198 • Pagina 199 • Pagina 200 • Pagina 201 • Pagina 202 • Pagina 203 • Pagina 204 • Pagina 205 • Pagina 206 • Pagina 207 • Pagina 208 • Pagina 209 • Pagina 210 • Pagina 211 • Pagina 212 • Pagina 213 • Pagina 214 • Pagina 215 • Pagina 216 • Pagina 217 • Pagina 218 • Pagina 219 • Pagina 220 • Pagina 221 • Pagina 222 • Pagina 223 • Pagina 224 • Pagina 225 • Pagina 226 • Pagina 227 • Pagina 228 • Pagina 229 • Pagina 230 • Pagina 231 • Pagina 232 • Pagina 233 • Pagina 234 • Pagina 235 • Pagina 236 • Pagina 237 • Pagina 238 • Pagina 239 • Pagina 240 • Pagina 241 • Pagina 242 • Pagina 243 • Pagina 244 • Pagina 245 • Pagina 246 • Pagina 247 • Pagina 248 • Pagina 249 • Pagina 250 • Pagina 251 • Pagina 252 • Pagina 253 • Pagina 254 • Pagina 255 • Pagina 256 • Pagina 257 • Pagina 258 • Pagina 259 • Pagina 260 • Pagina 261 • Pagina 262 • Pagina 263 • Pagina 264 • Pagina 265 • Pagina 266 • Pagina 267 • Pagina 268 • Pagina 269 • Pagina 270 • Pagina 271 • Pagina 272 • Pagina 273 • Pagina 274 • Pagina 275 • Pagina 276 • Pagina 277 • Pagina 278 • Pagina 279 • Pagina 280 • Pagina 281 • Pagina 282 • Pagina 283 • Pagina 284 • Pagina 285 • Pagina 286 • Pagina 287 • Pagina 288 • Pagina 289 • Pagina 290 • Pagina 291 • Pagina 292 • Pagina 293 • Pagina 294 • Pagina 295 • Pagina 296 • Pagina 297 • Pagina 298 • Pagina 299 • Pagina 300 • Pagina 301 • Pagina 302 • Pagina 303 • Pagina 304 • Pagina 305 • Pagina 306 • Pagina 307 • Pagina 308 • Pagina 309 • Pagina 310 • Pagina 311 • Pagina 312 • Pagina 313 • Pagina 314 • Pagina 315 • Pagina 316 • Pagina 317 • Pagina 318 • Pagina 319 • Pagina 320 • Pagina 321 • Pagina 322 • Pagina 323 • Pagina 324 • Pagina 325 • Pagina 326 • Pagina 327 • Pagina 328 • Pagina 329 • Pagina 330 • Pagina 331 • Pagina 332 • Pagina 333 • Pagina 334 • Pagina 335 • Pagina 336 • Pagina 337 • Pagina 338 • Pagina 339 • Pagina 340 • Pagina 341 • Pagina 342 • Pagina 343 • Pagina 344 • Pagina 345 • Pagina 346 • Pagina 347 • Pagina 348 • Pagina 349 • Pagina 350 • Pagina 351 • Pagina 352 • Pagina 353 • Pagina 354 • Pagina 355 • Pagina 356 • Pagina 357 • Pagina 358 • Pagina 359 • Pagina 360 • Pagina 361 • Pagina 362 • Pagina 363 • Pagina 364 • Pagina 365 • Pagina 366 • Pagina 367 • Pagina 368 • Pagina 369 • Pagina 370 • Pagina 371 • Pagina 372 • Pagina 373 • Pagina 374 • Pagina 375 • Pagina 376 • Pagina 377 • Pagina 378 • Pagina 379 • Pagina 380 • Pagina 381 • Pagina 382 • Pagina 383 • Pagina 384 • Pagina 385 • Pagina 386 • Pagina 387 • Pagina 388 • Pagina 389 • Pagina 390 • Pagina 391 • Pagina 392 • Pagina 393 • Pagina 394 • Pagina 395 • Pagina 396 • Pagina 397 • Pagina 398 • Pagina 399 • Pagina 400 • Pagina 401 • Pagina 402 • Pagina 403 • Pagina 404 • Pagina 405 • Pagina 406 • Pagina 407 • Pagina 408 • Pagina 409 • Pagina 410 • Prossima »


MeteoSat
Previsioni Oggi Previsioni Domani Previsioni DopoDomani
Copyright © 2005 by Circolo Miani.
Powered by: Kreativamente.3go.it - 8 August, 2022 - 10:20 am - Visitatori Totali Nr.